Straberry - Guglielmo Stagno d’Alcontres

Straberry, rinvio a giudizio per sfruttamento di 73 braccianti

È stato rinviato a giudizio Guglielmo Stagno d’Alcontres, il fondatore di StraBerry, tra gli imputati a Milano con l’ipotesi di aver sfruttato 73 braccianti impiegati nella coltivazione di fragole, mirtilli, lamponi e more alle porte di Milano. Il gup Fabrizio Filice ha mandato a processo anche altri due imputati, tra ex amministratori di diritto e di fatto della società. Ha patteggiato una sanzione pecuniaria di poco più di 70mila euro, invece, la Società agricola Cascina Pirola srl, finita sotto inchiesta in base alla legge sulla responsabilità amministrativa degli enti.

E ha patteggiato un anno e mezzo, pena sospesa e non menzione, l’ex addetto alla sorveglianza dei braccianti. Secondo l’accusa, i lavoratori, tutti di origine africana, sarebbero stati sottopagati e costretti a raccogliere i frutti di bosco con turni anche di 12 ore al giorno, privi di dotazioni di protezione per far fronte all’epidemia di Coronavirus e anche senza docce e bagni.

La vicenda era venuta alla luce nell’agosto 2020 con il sequestro dell’azienda agricola allora valutata 7.5 milioni di Euro.


Advertisements

Advertisements

Ti è piaciuto questo articolo?

Vota per rendere Italian Berry sempre più interessante.

Voto medio 0 / 5. Numero voti: 0

Vota per primo questo articolo!

Se ti è piaciuto questo articolo...

seguici sui social media!