08 dic 2022

Mercato dei mirtilli: l'espansione è ormai globale

126

Secondo un rapporto della società olandese Rabobank, l'industria del mirtillo ha subito una trasformazione significativa e il mercato si è trasformato da regionale a globale. L'analisi afferma inoltre che la disponibilità è destinata ad aumentare in mercati chiave come gli Stati Uniti e il Regno Unito.

I mirtilli sono percepiti come un “superfrutto” con una combinazione difficilmente eguagliabile di attributi del prodotto, tra cui le caratteristiche salutari, l'eccezionale convenienza e il sapore attraente. Per questo motivo, negli ultimi anni il suo consumo è cresciuto rapidamente in molte regioni del mondo.

Nei prossimi cinque anni, la disponibilità pro capite negli Stati Uniti supererà probabilmente 1,5 kg per persona all'anno, mentre nell'UE-27 e in Cina si prevede una crescita cumulativa di circa il 100% e il 200%, rispettivamente, entro il 2027 rispetto ai livelli del 2021″, si legge nel rapporto.

Il rapporto afferma inoltre che la disponibilità sul mercato globale dipenderà in larga misura dall'espansione della produzione nei principali Paesi produttori, come Perù, Sudafrica, Cina e Marocco, tra gli altri.

Nonostante le sfide inflazionistiche, recessive e logistiche, Rabobank afferma che gli Stati Uniti, l'UE-27 e il Regno Unito rimarranno i mercati di destinazione più importanti.

La stima della quantità di mirtilli pro capite di Rabobank fino al 2027.
La stima della quantità di mirtilli pro capite di Rabobank fino al 2027.

Nel lungo periodo, con l'attenuarsi di queste sfide, si prevede che la domanda di mirtilli continuerà a crescere. Fonti del settore consultate da Rabobank stimano che la penetrazione delle famiglie negli Stati Uniti aumenterà da circa il 50% nel 2021 a circa il 66% entro la fine del decennio in corso, raggiungendo potenzialmente il 75% entro il 2035.

in aumento le importazioni di mirtilli per ue e Regno unito

Secondo Rabobank, le importazioni di mirtilli nell'UE e nel Regno Unito sono cresciute di sei volte nelle ultime dieci stagioni. L'aumento della produzione in regioni di coltivazione più diversificate ha contribuito a garantire l'approvvigionamento per tutto l'anno e ha portato a una maggiore disponibilità sul mercato europeo.

Import di mirtilli nel Regno Unito nel periodo 2015-2020.
Import di mirtilli nel Regno Unito nel periodo 2015-2020.
L'import di mirtilli nel Regno Unito è quasi raddoppiato tra il 2018 - 2020.
L'import di mirtilli nel Regno Unito è quasi raddoppiato tra il 2018 – 2020.

Tra luglio e maggio della stagione 2021-22, le importazioni totali di mirtilli nell'UE-27 hanno raggiunto le 341.000 tonnellate, secondo i dati di Rabobank.

Le forniture provenienti principalmente da Perù, Marocco e Sudafrica hanno contribuito a prolungare la stagione extra-UE. Il periodo più attivo per le spedizioni intra-UE è maggio, al culmine delle stagioni spagnola e marocchina, si legge nel rapporto. Tuttavia, il rapporto rileva che la pressione logistica permane. Questo è stato uno dei principali fattori che ha portato a reclami per problemi di qualità per i mirtilli dell'emisfero meridionale nei mercati all'ingrosso in Europa nel 2021-22.

L'indice globale di affidabilità degli orari rimane basso (40,5% nel luglio 2022), ma superiore a quello del 2021, con la rotta commerciale Sud America-Mediterraneo che presenta l'indice migliore secondo DHL. Inoltre, SeaIntelligence ha dichiarato che lo squilibrio tra domanda e capacità registrato nel 2020 e nel 2021 si sta normalizzando, il che si è riflesso nel calo degli indici delle tariffe di nolo.

Tuttavia, Rabobank ha affermato che la carenza di autisti di camion è ancora significativa e potrebbe influire sullo sviluppo della stagione europea 2022-23.

Fonte: Fresh Fruit Portal








Potrebbe interessarti anche