02 apr 2023

Daifressh: +10% nel 2022, crescita in Polonia e Marocco

167

L'azienda sta consolidando la produzione di bacche in entrambe le aree di origine, mentre la sua presenza sul mercato continua a crescere.

L'azienda specializzata in bacche e agrumi Daifressh continua a espandere le superfici coltivate a lamponi, fragole e mirtilli nelle sue principali aree di origine. I frutti di bosco sono attualmente la principale linea di business dell'azienda e quella che cresce più rapidamente ogni anno.

Nonostante il 2022 sia stato un anno complicato a causa della difficile situazione economica, l'azienda ha registrato una crescita del 10% del fatturato. Per questo motivo, nel 2023 continuerà a rafforzare gli investimenti in nuove superfici, oltre a migliorare l'offerta varietale e a introdurre sistemi di coltivazione più efficienti e sostenibili.

L'anno scorso, le aziende agricole di Daifressh in Polonia comprendevano un totale di 125 ettari di produzione integrata con sistemi idroponici. Tra questi, 20 ettari di fragole, 15 ettari di lamponi e 36 ettari di mirtilli. Nella prossima stagione, che inizierà tra pochi mesi, l'azienda aumenterà la sua piantagione di mirtilli con 10 nuovi ettari delle varietà Crunch e Grande di Sekoya, coltivate esclusivamente nel Paese. L'azienda punta a sviluppare un totale di 100 ettari di queste varietà nei prossimi anni.

“Inoltre, il nostro obiettivo per il 2030 è di avere un totale di 300 ettari di terreno produttivo. Questo rafforzerà la nostra posizione come uno dei maggiori produttori di bacche in Polonia e in Europa centrale”, afferma Ana Claramunt, direttore generale di Daifressh.

In Marocco, dove la stagione è attualmente in pieno svolgimento, Daifressh ha 80ha di produzione di lamponi. Recentemente ha acquisito due nuove aziende agricole nel Paese, per un totale di 140 ettari aggiuntivi, che dovrebbero iniziare la produzione nei prossimi anni.

Ana Claramunt, direttore generale di Daifressh.
Ana Claramunt, direttore generale di Daifressh.

“Ci stiamo concentrando sull'utilizzo di origini diverse per la nostra produzione e incoraggiamo accordi a lungo termine con il nostro gruppo Dai-Growers per continuare a crescere come produttori e consolidarci come fornitori di fiducia dei nostri clienti durante le 52 settimane dell'anno”, continua Claramunt.

“Allo stesso tempo, continuiamo a rafforzare il nostro impegno per la sostenibilità ambientale, sociale ed economica. Di conseguenza, i rivenditori ripongono sempre più fiducia nel nostro progetto e questo ci ha permesso di entrare in nuovi mercati. Siamo convinti che il 2023 sarà un anno che darà impulso alla nostra crescita, visto che le previsioni sono molto positive.”

Fonte: Fruitnet
Fruitnet è parte del network di NCX Media

NCX Media network

Foto: Daifressh


Potrebbe interessarti anche