23 apr 2024

Continua la corsa dei consumi di mirtilli negli Stati Uniti

129

Kasey Cronquist, presidente di USHBC e NABC, dichiara a Fruitnet che i volumi di produzione negli Stati Uniti rimarranno stabili quest'anno, con prezzi e domanda favorevoli. Il mercato dei mirtilli negli Stati Uniti sta mostrando una forte crescita, con la categoria che beneficia di consumatori "appassionati e dedicati".

Questa è la valutazione di Kasey Cronquist, presidente del US Highbush Blueberry Council (USHBC) e del North American Blueberry Council (NABC). 

Gli effetti di import e produzione locale

Parlando con Fruitnet, Cronquist ha detto che c'è stata una leggera riduzione nell'offerta complessiva rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso. "Poiché inizia la stagione interna negli Stati Uniti, dovremmo aspettarci di assistere a un aumento della domanda, con conseguente prezzi più favorevoli rispetto all'anno precedente", ha spiegato. 

"I nostri rapporti indicano che i mirtilli coltivati negli Stati Uniti stanno ottenendo attualmente i prezzi più alti sul mercato a partire dalla settimana 15". Secondo gli ultimi rapporti condivisi dagli agricoltori durante la Convention dei Mirtilli tenutasi a Tucson, la produzione interna di mirtilli negli Stati Uniti è prevista rimanere stabile quest'anno. "Gli agricoltori prevedono che il volume di mirtilli raggiungerà poco più di 700 milioni di libbre in questa stagione, il che rappresenta un aumento rispetto alla stagione 2023", ha confermato Cronquist. 

Consumi in aumento

Il consumo del frutto è in aumento, ha continuato, guidato da una base di consumatori "dedicata e appassionata". "Con l'aumento della produzione di mirtilli, aumenta anche il consumo. Tuttavia, nel 2023 c'è stata una diminuzione della produzione, causando un aumento del prezzo medio fob di circa $0.20 per libbra. Questa situazione evidenzia la forte domanda di mirtilli, specialmente quando l'offerta è bassa". 

C'è molto spazio per ulteriori crescita, con uno studio di panel di famiglie condotto da SPINS lo scorso anno che mostra che solo il 49 per cento delle famiglie statunitensi consuma mirtilli. In media, ogni famiglia consuma solo 6,4 libbre di mirtilli all'anno, ha rivelato lo studio, ma nonostante ciò il frutto è già classificato come il secondo frutto per vendite in dollari nel paese. 

Il frutto più venduto?

"Con l'aumento dei livelli di produzione sia nazionali che esteri, specialmente in paesi come Perù e Messico, ci si aspetta che la categoria dei mirtilli continui a crescere e possa addirittura superare altri frutti diventando il frutto più venduto negli Stati Uniti", ha commentato Cronquist. 

Esportazioni in Asia

Per quanto riguarda le esportazioni, ha detto che USHBC mirava a promuovere i mirtilli come il frutto preferito al mondo, dando potere all'industria. L'Asia rimane un'attrattiva prospettiva per ulteriori crescita, con programmi in atto per aumentare la consapevolezza dei mirtilli coltivati negli Stati Uniti. "Collaboriamo strettamente con i nostri produttori ed esportatori in tutti gli Stati Uniti per promuovere il programma Grab A Boost of Blue e i mirtilli USA nei mercati emergenti come Asia sudorientale, Cina e India", ha delineato Cronquist.

 "Recentemente, USHBC ha condotto uno studio che ha rivelato che Hong Kong, Singapore e Giappone erano le tre principali opportunità di esportazione per i mirtilli USA (escludendo Canada e Messico)".

Fonte: Fruitnet


Italian Berry - Tutti i diritti riservati

Potrebbe interessarti anche