Le pagelle di 42 specialisti europei a 7 varietà di mirtillo

Fall Creek, l’azienda statunitense specializzata nel breeding e nel vivaismo di mirtilli, ha svolto a fine luglio 2022 un Tasting Forum a cui hanno partecipato i principali operatori europei della filiera dei mirtilli, tra cui primari produttori, responsabili di categoria, responsabili degli acquisti, responsabili di produzione e tecnici, responsabili dello sviluppo di nuove varietà, strateghi della crescita, direttori di produzione, agronomi specializzati in mirtillo, amministratori, proprietari agrari, direttori degli acquisti.

I partecipanti provenivano dai principali paesi di produzione e commercializzazione: Paesi Bassi, Georgia, Turchia, Germania, Portogallo, Serbia, Regno Unito, Romania, Polonia, Svizzera, Azerbaigian, Italia, Uzbekistan, Spagna.

Il test si è svolto sottoponendo ai partecipanti 7 diverse varietà di mirtilli che, durante la valutazione, erano contraddistinte solo da un numero. I partecipanti dovevano valutare i diversi campioni, senza conoscere la varietà, sulla base di cinque diversi parametri, esprimendo poi una valutazione riassuntiva per ogni campione e scegliendo infine il campione preferito.

Solo dopo che le valutazioni alla cieca sono terminate, ai partecipanti sono stati mostrati i risultati dei campioni abbinati alle 7 diverse varietà, svelando i nomi dei frutti che, fino a quel punto, erano rimasti anonimi per i valutatori.

Le varietà sottoposte a prova sono state Duke, Valor, Cargo, PeachyBlue, Draper, Top Shelf e ArabellaBlue, tutte della tipologia Mid Chill e High Chill, cioè con fabbisogno di freddo medio o alto, quindi adatte ad esempio ai climi del Nord e Centro Italia.

Tutti i campioni erano di produzione olandese e conservati in frigorifero tra la raccolta e la prova.

Valor campione di estetica

Per quanto riguarda l’aspetto, quattro varietà su sette hanno raggiunto un punteggio buono o ottimo in almeno metà delle valutazioni. La migliore è risultata Valor, mentre la valutazione più scarsa è stata realizzata da Duke.

Il sapore di Peachyblue stacca tutti

Nella valutazione del gusto PeachyBlue ha staccato decisamente le altre 6 varietà; chiudono la classifica Duke e Draper, considerate buone o ottime da circa un terzo dei valutatori.

Croccantezza, molte differenze

La durezza di ArabellaBlue e PeachyBlue hanno fatto la differenza nelle valutazioni, mentre Duke e Top Shelf hanno raggiunto i punteggi più bassi.

Calibro, Duke fanalino di coda

La dimensione ha premiato ArabellaBlue, Valor e Top Shelf.

Duke ha raggiunto i punteggi peggiori, con oltre due terzi delle valutazioni che lo hanno definito troppo piccolo.

Conservabilità, margini di miglioramento

La valutazione del grado di conservazione dei campioni al momento della valutazione ha premiato principalmente PeachyBlue, con Top Shelf, Draper e Duke che hanno chiuso la classifica.

PeachyBlue è La preferita

Ai partecipanti è stato infine chiesto quale fosse il campione preferito tra quelli numerati da 1 a 7. La preferenza è andata a PeachyBlue con ampio distacco dalla seconda classificata Valor (che ha totalizzato meno della metà dei punti di PeachyBlue) e ArabellaBlue.

Italian Berry – Tutti i diritti riservati (licenza CC)


Advertisements

Ti è piaciuto questo articolo?

Vota per rendere Italian Berry sempre più interessante.

Voto medio 4.7 / 5. Numero voti: 3

Vota per primo questo articolo!

Se ti è piaciuto questo articolo...

seguici sui social media!