03 apr 2024

Un milione di dollari per sviluppare la produzione indoor invernale di mirtilli in Canada

92

Un team di ricercatori dell'Università canadese Simon Fraser (SFU) sta lavorando per sviluppare nuove varietà di piante e tecniche di coltivazione indoor di precisione per produrre mirtilli freschi e locali anche fuori stagione.

Il team, guidato dal professor Jim Mattsson delle scienze biologiche di SFU, sta esplorando come la biotecnologia, i metodi fisiologici avanzati e le tecniche di coltivazione indoor di precisione possano aiutare a massimizzare la produttività delle piante riducendo al minimo il consumo di acqua ed energia, anche nei mesi invernali, ottenendo così prodotti più freschi, migliori e più sostenibili.

"Se hai un ambiente indoor, puoi dire alle piante quando produrre foglie e quando produrre fiori e frutta," dice Mattsson. "Non dipendi dalla stagione e dal tempo. Puoi cambiare l'intensità della luce, la durata del giorno e la temperatura per ottenere il pieno potenziale delle diverse varietà di mirtilli."

La stagione canadese dei mirtilli va da luglio alla fine di settembre. Per il resto dell'anno, il Canada importa quasi mezzo miliardo di dollari di mirtilli da paesi come Messico e Perù.

Questi mirtilli hanno una maggiore impronta di carbonio rispetto ai mirtilli locali e di solito sono stati raccolti quattro e cinque settimane prima di arrivare nei supermercati. Come altri prodotti importati, sono vulnerabili ai ritardi nelle spedizioni e ad altri problemi della catena di approvvigionamento che possono causare deterioramento e carenze che minano la nostra sicurezza alimentare.

Una soluzione di produzione interna deve essere sia efficiente dal punto di vista energetico che redditizia per gli agricoltori. La ricerca viene condotta in collaborazione con l'azienda agritech con sede in C.C. BeriTech Inc. con un sostegno di 1 milione di dollari dalla Weston Family Foundation nell'ambito della Fase di Shepherd della sfida all'innovazione interna.

Il team di ricerca sta valutando varietà di mirtilli selezionate in condizioni ambientali controllate per comprendere meglio come fattori come temperatura, illuminazione e flusso d'aria possano essere utilizzati per migliorarne la crescita. La prima fase degli esperimenti di crescita è in corso presso la fattoria di ricerca di BeriTech e presso SFU.

Il team di ricerca esplorerà anche modi per utilizzare le risorse in modo più efficiente, riducendo l'uso di acqua ed energia e riciclando fertilizzanti per ridurre gli sprechi. Stanno anche considerando come introdurre una nuova categoria di cibo ai consumatori canadesi, con il supporto dei professori della Beedie School of Business, Terri Griffith e Andrew Harries.

Fonte: Simon Fraser University


Italian Berry - Tutti i diritti riservati

Potrebbe interessarti anche