22 apr 2023

Fragola della Basilicata, giornata tecnica su breeding e resilienza

225

L’Associazione L.A.ME.T.A. Consulting Ets il 27  Aprile 2023 organizza il nuovo evento dal titolo: “Sagra & Tavola Rotonda, Sostenibilità Resilienza e Breeding”.

La giornata del 27 Aprile 2023 della Sagra & Tavola rotonda della Fragola della Basilicata apre la due giorni della sagra della fragola che si terrà a Scanzano Jonico il 29 e il 30 Aprile organizzato dal comitato promotore.

La prima giornata si concluderà con una tavola rotonda cui parteciperanno come relatori esperti del settore e si parlerà dell'andamento produttivo e di mercato della fragola della Basilicata e dello stato dell'iter di richiesta dell'attribuzione del marchio IGP-Indicazione Geografica Protetta alla Fragola della Basilicata.

A proposito dell'evento, Berardino Marchitelli, presidente di L.A.ME.T.A. Consulting, ha parlato in esclusiva con Italian Berry:

Da quali esigenze nasce l'incontro?

“La giornata Tecnica Formativa nasce dalla volontà di creare una situazione di confronto tra due diversi aspetti: quello tecnico e quello imprenditoriale. Data l'eccellenza del prodotto, il confronto tra tecnici e imprenditori permette di confrontarsi sull'attuale situazione della Fragola della Basilicata, un prodotto unico, con uno standard elevato e caratterizzato da tecniche e processi innovativi”.

Berardino Antonicelli, presidente di L.A.ME.T.A. Consulting.
Berardino Marchitelli, presidente di L.A.ME.T.A. Consulting.

Quali sono i valori dietro ad un prodotto come la Fragola della Basilicata?

“La Fragola della Basilicata si sviluppa su un concetto di agricoltura 4.0, ecosostenibile e molto attenta anche alle esigenze del consumatore, discorsi peraltro legato alle politiche Farm to Fork che discuteremo all'incontro con tutti i partecipanti. Durante la tavola rotonda si discuterà proprio di questo: assieme agli esperti di settore e alle aziende cercheremo di tracciare lo stato dell'arte della Fragola della Basilicata, discorso peraltro legato alla richiesta del marchio IGP”.

Quali sono i temi che verranno affrontati durante la tavola rotonda?

“Durante la tavola rotonda non si andranno ad evidenziare tanto le criticità del settore quanto invece gli aspetti e le storie di successo che hanno portato tante aziende all'eccellenza con un prodotto come la Fragola della Basilicata. Gli argomenti affrontati saranno tanti, ma al centro sarà l'innovazione. Ogni giorno si scoprono nuovi utilizzi per microrganismi, nuovi insetti utili, nuovi antagonismi, nuove tecniche. Questi aspetti, assieme ad un'agricoltura ecosostenibile e 4.0 possono davvero dare slancio al residuo zero”.

“La tavola rotonda poi si concluderà con una degustazione della fragola in tutte le sue declinazioni, ma sarà solo un piccolo assaggio che continuerà nei giorni seguenti con la sagra della fragola di Scanzano, organizzata dalla parrocchia e dal comitato promotore. Questo per far assaporare e comprendere l'unicità del prodotto che portiamo ai consumatori. Non parliamo di fragole nella loro semplicità, ma una vera e proprio esperienza eno-gastronomica: dai risotti alla pasta, dai dolci al gelato. L'obiettivo è mostrare come la Fragola della Basilicata sia unica, a prescindere dalla declinazione”.

La giornata Tecnica Formativa inizierà il 27 aprile alle 15:30 presso l’Az. Nicofruit, sita vicino la rotonda uscita ss 106 uscita San Teodoro Argonauti in località di Pisticci, dove saranno visitati i campi di fragole condotte con tecniche di difesa integrata, l'uso di insetti utili, razionalizzando l’uso dei concimi e delle irrigazioni con tecnologie all’avanguardia con modello di Agricoltura 4.0 a cura di Demetrio Nicodemo.

Si parlerà quindi di varietà, di produzione integrata, di residuo zero, dell'uso degli insetti utili, di risparmio idrico e nutrizionale, di strategia del Farm to Fork, di nuove implementazioni per l'agricoltura 4.0, di biostimolanti e induttori di resistenza di origine naturale, di microorganismi, di protocolli di difesa integrata e di altri aspetti tecnici/scientifici più moderni relativi alla coltivazione della fragola.

Inoltre saranno visitati i campi con varietà di fragola del Vivaio Elpinar, main sponsor della giornata, a cura di Silvio Paraggio. Si farà visita anche ai campi dell’az. Lascaro Graziano, socio Apofruit, dove si parlerà di fragola ecosostenibile a cura di Andrea Grassi e Raffaello Tita. In seguito ci sarà l’esposizione dei protocolli di difesa integrata e residuo zero a cura delle aziende sponsor di fitofarmaci.

Alle ore 18:00 la giornata continuerà presso l’Hotel Miceneo di Scanzano dopo i saluti del Segretario dell’Ass. L.A.ME.T.A. consulting Alfredo Carullo e del Presidente dell’Ordine dei dott. Agronomi e Dott. Forestali della Prov. di Matera Domenico Laviola.

Sarà aperta la mostra pomologica, che riguarderà le diverse cultivar di fragole che rientrano nel programma di liste varietali nazionali, e si susseguiranno gli interventi dei diversi esperti del settore tra ricercatori e professori, come il prof. Gianfranco Romanazzi dell'Università Politecnica delle Marche, il prof. Bartolomeo Dichio e la dott.ssa Alba Mannini dell'Università di Basilicata. Presente anche Carmelo Mennone dell'Alsia di Pantanello, il quale spiegherà il comportamento produttivo delle varietà di fragola in Basilicata. La prima parte della serata sarà moderata dal Past President dell’Ass. ARPTRA .

Alle ore 19:30 inizierà la tavola rotonda, moderata dal giornalista Filippo Radogna, dal titolo “La Fragola della Basilicata e stato dell’Arte IGP tra Produzione e Mercato” dove parteciperanno grandi persone esperte del settore come Filippo Corbo della Regione Basilicata, Salvatore Pecchia, Pres. Comitato Promotore della fragola della Basilicata, Giovanni Mondani e Carmelo Sigliuzzo di Check Fruit, Mirco Zanelli, Dir. Commerciale di Apofruit Italia e Andrea Badursi, Pres. Op Assofruit Italia.

A fine serata l'incontro continuerà con una cena offerta dagli sponsor.

L’evento ha riscontrato un grande interesse online da parte di tecnici e operatori del settore ed è stato possibile organizzare l’incontro tecnico-scientifico grazie alle collaborazioni con l’Associazione AIPP, l’Associazione di Tecnici ARPTRA, con l’Università Politecnica delle Marche, l’università della Basilicata e con l’Associazione ASF – Biagio Mattatelli, assieme al patrocinio dell’ORDINE dei Dottori Agronomi e dei Dottori Forestali della Provincia di Matera.


Potrebbe interessarti anche