16 set 2022

Anche in Michigan è in fase avanzata la lotta contro la Drosophila con lanci di vespa samba

259

I ricercatori della Michigan State University (MSU) specializzati in parassiti delle colture frutticole hanno iniziato a testare l'efficacia di un nuovo agente di biocontrollo che potrebbe contribuire a ridurre i danni causati dalla Drosophila suzukii (SWD in inglese) sulle colture.

Questo parassita invasivo è stato una delle principali sfide produttive per i coltivatori di bacche e ciliegie negli ultimi anni, da quando è arrivato negli Stati Uniti. La vespa samba (Ganaspis brasiliensis) è una piccola vespa parassita che depone le uova nelle larve di SWD.

Dopo anni di valutazioni e revisioni dei permessi, il Dipartimento dell'Agricoltura degli Stati Uniti (attraverso il suo Animal and Plant Health Inspection Service) e il Dipartimento dell'Agricoltura e dello Sviluppo Rurale del Michigan hanno approvato il rilascio di questa vespa nelle regioni in cui minaccia la produzione di frutta.

Anche in Italia sono stati autorizzati i lanci di vespa samba

Uno dei ricercatori dell'MSU, Juan Huang, si è recato in aprile presso il laboratorio dell'USDA nel Delaware e ha ricevuto una formazione sul processo di allevamento. È tornata all'MSU con 100 di questi insetti per iniziare l'allevamento in massa. Un numero sufficiente di vespe è ora in colonia e recentemente sono state rilasciate per le ciliegie presso il Northwest Michigan Horticulture Research Center di Traverse City, Michigan, e il 18 agosto per i mirtilli presso il Southwest Michigan Research and Extension Center (SWMREC) di Benton Harbor.

I ricercatori valuteranno l'impatto di questa nuova specie sulle popolazioni di Drosophila suzukii e il loro potenziale di insediamento nel clima del Michigan. Questo programma offre la speranza di migliorare le pratiche di gestione integrata dei parassiti nelle aziende frutticole del Michigan e di ridurre il loro potenziale di insediamento nel clima del Michigan. Questo programma offre la speranza di migliorare le pratiche di gestione integrata dei parassiti nelle aziende frutticole del Michigan e di ridurre le irrorazioni di insetticidi per questo parassita.

Come agisce contro la Drosophila suzukii

“Questa piccola vespa vola alla ricerca di bacche già infestate da larve di drosofila”, ha spiegato l'entomologo Rufus Isaacs della MSU.

Isaacs, la responsabile del laboratorio Jackie Perkins e il formatore per la gestione integrata dei parassiti di frutta e verdura per i coltivatori del Michigan sud-occidentale, Michael Reinke, hanno rilasciato tre fiale di vespe samba in un appezzamento di prova di mirtilli Elliott il 18 agosto.

Ganaspis brasiliensis, un antagonista di Drosophila suzukii
La vespa samba (Ganaspis brasiliensis) (foto FEM)

“Molte di queste saranno nell'habitat selvatico intorno alle aziende agricole”, ha detto Isaacs. “Il loro compito è trovare un mirtillo infestato da larve di SWD. Inseriscono il loro strato di uova nella bacca, che entra in contatto con l'interno della larva di SWD, e poi depongono l'uovo nel frutto, all'interno della larva di drosofila . Poi si sviluppa all'interno, uccidendo la larva, ed esce come vespa in circa un mese”.

Issacs ha detto che le vespe si accoppieranno. Ogni vespa dovrebbe deporre circa 60-80 uova.

“Abbiamo già monitorato la percentuale di vespe autoctone in questo campo quest'estate”, ha detto. “Ora abbiamo effettuato questi rilasci e torneremo qui per vedere se riusciamo a ricatturare questa popolazione emergente dalla Drosophila suzukii qui e negli altri siti in cui stiamo effettuando i rilasci”.

Ci sono voluti anni di valutazione di molti tipi di vespe per capire quale avrebbe dato i risultati migliori.

“Questa è stata selezionata e poi è stata sottoposta a tutte le procedure necessarie per ottenere i test, compresa l'approvazione dell'USDA-APHIS”, ha detto Isaacs. “Questa specie di vespa è già stata rilevata nello Stato di Washington, quindi sono un po' più avanti di noi. In questo modo speriamo che tutti possano recuperare il ritardo”.

Allevamento e lanci

I ricercatori della MSU stanno rilasciando le vespe nelle trappole Trécé Inc., che forniscono un punto di dispersione per le vespe che si spostano nei cespugli di mirtillo.

Le trappole sono appese nella parte di cespuglio della pianta, posizionate abbastanza lontano in modo che i lavoratori non le facciano cadere quando passano con le attrezzature.

Quando Reinke ha staccato la spina della prima fiala di vespe, una Drosophila si è opportunamente posata sulla trappola, fornendo una prova di concetto.

“Possiamo essere un po' cerimoniosi”, ha detto Perkins. “Il processo di allevamento è piuttosto complicato. Bisogna avere frutta fresca. Bisogna avere una colonia di insetti (SWD) per accedere alla frutta. Bisogna trasferire le vespe utilizzando un dispositivo di tipo aspiratore. Ogni singola vespa viene aspirata con un aspiratore e trasferita sul frutto infestato. Le si lascia sul frutto per 5-7 giorni. Una volta che hanno deposto le uova in quella larva, le trasferiamo allo stadio successivo del frutto infestato”.

Andrew Jones, studente della MSU, si è occupato della maggior parte di questo processo e le condizioni specifiche, come l'umidità, sono state un processo di apprendimento per tutti i partecipanti al progetto.

“È la fine di un lungo viaggio per arrivare qui, ma è anche solo l'inizio per vedere come funzionano”, ha detto Isaacs.

Uno sforzo nazionale

I ricercatori che hanno collaborato al progetto hanno recentemente rilasciato le vespe in alcune località selezionate della costa occidentale, sperando che si insedino e contribuiscano a controllare l'SWD.

“In Michigan lo stiamo facendo qui e a Traverse City con le ciliegie e altri ricercatori in tutti gli Stati Uniti stanno conducendo esperimenti in altri Stati e in altri contesti”, ha detto Isaacs. “Il gruppo di entomologi di tutto il Paese si confronterà e vedrà dove si stabilisce bene e dove riduce le popolazioni di SWD. Ci vorranno anni per misurare i benefici a lungo termine delle vespe”.

Le vespe vengono rilasciate in alcuni siti non gestiti, dove non saranno irrorate, per dare loro maggiori possibilità di stabilire una popolazione. Il rilascio nei siti commerciali potrebbe iniziare in autunno, ha detto Isaacs.

Ha riconosciuto che sarà un processo lungo portare le vespe ai coltivatori su base regolare.

“Stiamo ancora cercando di migliorare i metodi di allevamento per renderli più semplici di quelli attuali”, ha detto. “Nelle aziende agricole, il rilascio sarà più probabile nei boschi e nell'habitat selvatico, dove c'è questo serbatoio di Drosophila suzukii che arriva nelle aziende, in parte perché i coltivatori stanno spruzzando per proteggere la frutta dalla Drosophila e queste (vespe) sono molto sensibili ai pesticidi.

“Al momento stiamo pensando a un rilascio all'inizio della stagione per dare il via al biocontrollo di questo parassita in primavera”, ha detto. “Poi i rilasci andrebbero avanti per tutta l'estate, soprattutto nelle aree selvatiche, per cercare di ridurre l'invasione che si verifica ai margini dei campi”.

Sebbene esistano insettari commerciali che allevano agenti di biocontrollo, Isaacs ha detto che non è ancora deciso se un distributore commerciale fornirà il programma.

Applicazione diffusa

La vespa samba è in grado di attaccare qualsiasi frutto in cui sia presente la Drosophila. Man mano che i parassiti si spostano verso ospiti diversi, “le vespe si spera che li seguano”, ha detto Isaacs.

“È un'area di ricerca molto attiva. Alcuni laboratori stanno già pianificando uno studio di svernamento di queste api. Vedremo se riusciranno a sopravvivere all'inverno del Michigan”. “Abbiamo un buon habitat nella parte occidentale dello Stato”, ha detto Reinke. Abbiamo una buona copertura nevosa che le proteggerà durante l'inverno”.

Isaacs ha detto che i finanziamenti originali per gran parte del lavoro di scoperta provenivano da fondi della Specialty Crop Research Initiative (SCRI) destinati a California, Oregon e Washington.

“Abbiamo avuto sovvenzioni SCRI più recenti che ci hanno aiutato a continuare la valutazione del biocontrollo e tutto il lavoro che doveva essere fatto per arrivare al punto di avere un'approvazione per il rilascio”, ha detto.

Il Dipartimento dell'Agricoltura del Michigan finanzia il programma attraverso una sovvenzione di blocco per le colture speciali, così come la Michigan Blueberry Commission. Il finanziamento del Progetto GREEEN sta pagando il lavoro di incremento della popolazione di vespe.

Fonte: FruitGrowersNews
Foto: Una fiala di vespe samba preparata per il rilascio in un campo di mirtilli. (Gary Pullano)



Potrebbe interessarti anche