Ribes nero - ribes nigrum

Il ribes nero è davvero un frutto prodigioso? Scopri virtù, benefici e usi

Il ribes nero è un frutto con straordinarie proprietà salutistiche, che ne fanno una delle bacche più utili per il benessere. In particolare in estate, si dovrebbe mangiare la maggior quantità possibile di frutti di bosco freschi: puri, in una macedonia o come succo. Se vengono trasformati in marmellata o gelatina, si perdono ingredienti preziosi.

Ma cosa rende il ribes nero sano? Il succo di ribes nero è un vecchio rimedio casalingo per il mal di gola perché ha proprietà antibatteriche e antinfiammatorie. Per le malattie reumatiche e l’infiammazione delle articolazioni, si usa anche l’effetto del succo, oltre a quello di un tè fatto con le foglie.

Visivamente, non possono competere con i loro parenti rossi e bianchi – ma è proprio questo che li rende un superalimento! Infatti sono proprio le cosiddette antocianine che sono responsabili della colorazione nero-viola: si tratta di sostanze vegetali secondarie a cui vengono attribuite numerose proprietà positive.

Le proprietà del ribes nero

Poiché sono nutrienti e pieni di micronutrienti, il consumo regolare ma controllato di ribes nero può essere collegato a diversi benefici per la salute, tra cui effetti antiossidanti e antimicrobici, supporto autoimmune, salute del cuore, supporto del sistema nervoso, salute degli occhi, supporto renale e controllo dello zucchero nel sangue.

Ribes nero - ribes nigrum (3)

Effetto antiossidante

Il ribes nero è ricco di fenoli e antociani, che sono tipi di antiossidanti. Anche se la concentrazione esatta di questi composti può variare a seconda della maturazione del frutto (così come altri fattori che influenzano) il consumo regolare di ribes nero può essere associato a un ridotto stress ossidativo e una migliore resistenza ai danni dei radicali liberi.

Tutti questi fattori possono essere considerati prerequisiti per migliorare il benessere generale e il funzionamento efficace delle cellule del corpo.

Vitamina C

Siccome 100 grammi di ribes nero possono fornire il 302% della dose giornaliera di vitamina C, il consumo regolare di questi frutti può svolgere un ruolo nella prevenzione di varie malattie, condizioni di salute e l’accumulo di stress ossidativo nel corpo.

Supporto del sistema immunitario

Ci sono prove che l’integrazione con olio di semi di ribes nero può essere benefica negli adulti sani grazie al suo alto contenuto di acidi grassi polinsaturi (noti anche come grassi sani).

Proprietà antimicrobiche

Secondo uno studio del 2012, l’estratto di ribes nero può combattere gli agenti patogeni e i batteri nocivi nel corpo; il suo utilizzo può avere effetti antimicrobici contro una varietà di batteri, tra cui Helicobacter pylori (causa principale di ulcere allo stomaco e gastrite), Salmonella, Candida (fungo) e virus influenzali A e B.

Salute del cuore

Secondo uno studio del 2018 pubblicato sull’European Journal of Nutrition, le antocianine (composti antiossidanti di cui abbiamo parlato) che si trovano nell’estratto di ribes nero possono aiutare a trasportare il colesterolo nel corpo, il che può portare a una riduzione delle LDL, il cosiddetto colesterolo cattivo.

Miglioramento dell’umore

Uno studio del 2019 pubblicato nel Journal of Nutritional Neuroscience suggerisce che una singola porzione di succo di ribes nero (lo studio ha utilizzato un succo ricco di antociani con 500 mg di polifenoli) può avere un effetto positivo sulla vigilanza, l’umore e l’energia (e quindi ridurre la fatica).

Salute degli occhi

Secondo un articolo pubblicato nel 2019, gli antociani nel ribes nero possono avere un impatto positivo sulla salute degli occhi, in quanto possono migliorare il flusso di sangue al tessuto oculare, migliorare la visione e persino prevenire lo sviluppo di malattie degli occhi.

Supporto renale

Ci sono prove che il consumo di 330 ml di succo di ribes nero può aiutare a trattare i calcoli renali di acido urico perché stimola l’escrezione di acido citrico e l’alcalinizzazione dell’urina (aumentando il pH).

Controllo della glicemia

Un recente studio del 2020 dell’Università della Finlandia orientale suggerisce che mangiare ribes nero può avere un effetto positivo sul controllo dello zucchero nel sangue, poiché questi frutti possono rallentare un aumento estremo dello zucchero nel sangue dopo un pasto e ritardare un calo improvviso di questa lettura.

Ribes nero - ribes nigrum

Le controindicazioni del ribes nigrum

Sebbene non siano stati documentati controindicazioni in caso di sovradosaggio, è comunque prudente evitare il consumo eccessivo di ribes nero durante la gravidanza o durante l’allattamento; è inoltre consigliato astenersi in caso di ipertensione, patologie renali e durante l’assunzione di anticoagulanti.

L’olio di ribes nero

Dalla spremitura a freddo dei semi di ribes nero si ricava un olio dalle notevoli proprietà, benefico per la salute e efficace come cosmetico.

L’olio di semi di ribes, vergine e di alta qualità, è giallo e ha un odore fruttato e simile alla vinaccia. Diffidare degli oli con colorazione verde scuro: significa che sono stati sottoposti a un procedimento di estrazione che ne aumenta la resa ma ne diminuisce gli effetti benefici.

L’olio di semi di ribes nero è un olio notevole nella sua composizione di acidi grassi. È uno dei pochi oli a contenere sia l’acido α- (ω3) che l’acido γ-linolenico (ω6) così come un altro rarissimo acido grasso ω3, l’acido stearidonico (C18:4).

Grazie al suo sorprendente contenuto dei rari acidi grassi ω3 α-linolenico e stearidonico, l’olio di semi di ribes nero è talvolta citato in letteratura come integratore alimentare in alternativa all’olio di pesce.

Il prezioso e delicato olio di semi di ribes è un principio attivo versatile anche nel suo utilizzo cosmetico: le pelli secche e mature traggono beneficio dagli acidi grassi polinsaturi e dai flavonoidi lipofili con proprietà protettive e rigeneranti delle cellule, le pelli grasse, impure e dermatitiche dagli ingredienti antinfiammatori e dal basso contenuto di acidi grassi saturi.

Il succo di ribes nero

Il succo di ribes nero è un concentrato di proprietà benefiche e può essere consumato fresco oppure utilizzato per la preparazione di gustose ricette.

Il succo può essere anche preparato in casa: il metodo più semplice è utilizzare un estrattore. Se non di dispone di un estrattore, la ricetta prevede, per ogni kg di ribes nero, mezzo litro di acqua e 400g di zucchero.

Quando l’acqua arriva ad ebollizione, aggiungere i ribes nella pentola. Devono cuocere a fuoco ridotto fino a quando tutte le bacche si sono aperte. Poi versare il composto attraverso un setaccio. Il succo viene raccolto. Potete premere la polpa nel setaccio in modo che tutto il succo sia spremuto. Il succo raccolto viene poi chiarificato con un panno e poi bollito di nuovo. Solo ora viene aggiunto lo zucchero.

Il succo deve ora bollire fino a quando lo zucchero si è sciolto. Dopodiché, il succo di ribes rosso può essere riempito nelle bottiglie preparate mentre è ancora caldo e sigillato. Il succo di ribes rosso fatto in casa secondo questa ricetta di base può essere conservato per circa due mesi.

Ribes nero - ribes nigrum

Dove si trova il ribes nero?

Il ribes nero fresco ha una limitata distribuzione nei supermercati, a causa della sua stagionalità e delle produzioni generalmente piccole e locali.

I frutti sono maturi in piena estate, tra luglio ed agosto e se volete gustarlo fresco per godere a pieno delle sue proprietà, il metodo migliore è produrlo in proprio oppure acquistarlo direttamente dai produttori. Le maggiori produzioni in Italia sono localizzate in Trentino dove sono coltivati su un totale di 34 ettari.

E’ invece più facile trovare in vendita nei normali canali di vendita al dettaglio (supermercati e negozi specializzati) il ribes nero nelle sue preparazioni: succo, nettare, sciroppo oppure trasformato in confettura o gelatina. I suoi benefici si perdono progressivamente con le lavorazioni quindi sono da preferire i succhi con alte concentrazioni di frutta e minore presenza di ingredienti aggiunti (in particolare lo zucchero).

Vendita online di ribes nero

Il ribes nero si trova in vendita anche nei canali di vendita online che spesso sono gestiti direttamente dai produttori: segnaliamo ad esempio lo sciroppo di ribes nero del maso Partschiller (Alto Adige) con ribes nero coltivato secondo il metodo biologico, con un aroma intenso e un sapore leggermente acidulo. Per chi preferisce il prodotto essiccato, Macrolibrarsi offre Ribes Neri Essiccati Biologici in confezioni da 500g.

Ribes nero e mirtillo sono la stessa cosa?

A prima vista il ribes nero si potrebbe confondere con il mirtillo nero: si tratta infatti di piccole bacche di colore scuro e dal sapore dolce. Ma si tratta di frutti diversi, appartenenti a famiglie botaniche diverse. Il ribes nero fresco si contraddistingue dal mirtillo per il colore quasi nero, la dimensione generalmente inferiore, la presenza di un piccolo ciuffo all’estremità del frutto. Il sapore del ribes nero è più aspro di quello dei mirtilli, e il ribes nero è più spesso usato in marmellate e gelatine che consumato fresco.

La coltivazione del ribes nero

La pianta del ribes nero è un cespuglio vigoroso che può raggiungere i due metri di altezza. Predilige i climi temperati e freschi e tollera le temperature invernali basse, mentre soffre delle gelate primaverili soprattutto durante la fioritura.

Il ribes nero ama una posizione soleggiata e protetta dal vento in un terreno ben ventilato e ricco di sostanza organica. Anche se in linea di principio non è esigente riguardo al tipo di terreno, preferisce i terreni leggermente acidi a quelli calcarei.

Non tollera la siccità, il ristagno d’acqua e anche il troppo caldo. E soprattutto al momento della fioritura in aprile, le gelate tardive o il calore e la siccità possono far sì che gli arbusti perdano i loro fiori. Di conseguenza, il raccolto è scarso o fallisce del tutto. Quindi, piantate sempre il ribes nero in ombra parziale se vivete in una regione climaticamente molto calda.

Ogni anno la pianta deve essere potata, tagliando 3 o 4 branche vecchie per farle sostituire da nuovi polloni.

Curiosità

perchè il ribes nero è stato proibito negli Stati Uniti

Al pari di altri frutti della stessa famiglia (come l’uva spina), il governo federale aveva vietato la coltivazione del ribes nero e rosso nel 1911 quando la fiorente industria del legname fece pressione sui legislatori per eliminare il ribes. Si pensava infatti che la pianta del ribes fosse un ospite intermedio della ruggine bianca del pino. In seguito furono sviluppate nuove varietà di ribes resistenti alle malattie e nel 1966 il governo lasciò agli stati il compito di togliere il divieto. Lo stato di New York ha tolto il divieto nel 2003.

In Germania è la bacca di San Giovanni

Il ribes è un frutto molto conosciuto in Germania e il suo nome (Johannisbeere) significa “bacca di Giovanni” perché i primi frutti maturano alla fine di giugno, proprio attorno alla festa della natività di San Giovanni Battista (24 giugno).


Advertisements

Advertisements

Ti è piaciuto questo articolo?

Vota per rendere Italian Berry sempre più interessante.

Voto medio 0 / 5. Numero voti: 0

Vota per primo questo articolo!

Se ti è piaciuto questo articolo...

seguici sui social media!