Saskatoonberry o Juneberry

Saskatoonberry, la superbacca al sapore di mandorla dei nativi d’America

Le bacche di saskatoon (Amelanchier alnifolia) assomigliano molto ai mirtilli, anche se sono più strettamente legate alla famiglia delle mele. Molti descrivono il gusto del saskatoon come un sapore dolce e di mandorla. Sono anche ricchi di fibre, proteine e antiossidanti. Le bacche maturano a fine giugno o inizio luglio. Sono anche disponibili tutto l’anno se congelati. Crescono in molte condizioni, dal livello del mare alle cime delle montagne, e sono meno esigenti delle condizioni del suolo rispetto ai mirtilli.

Come i loro cugini mele, i saskatoon continuano a maturare dopo la raccolta. Le bacche completamente mature sono più dolci e hanno un sapore di frutta più pieno, ma sono più morbide e si danneggiano più facilmente. I cespugli di saskatoon sono un arbusto deciduo o un piccolo albero che può raggiungere i 16 piedi di altezza.

I cespugli maturi sfoggiano fiori bianchi ogni primavera. I saskatoon sono originari del Nord America e crescono spontaneamente dall’Alaska al Maine. Nella bassa penisola settentrionale del Michigan ci sono attualmente oltre 20 coltivatori commerciali che hanno da 50 a 10.000 piante ciascuno.

Nomi

Le bacche di saskatoon hanno una varietà di nomi in tutto il Nord America, tra cui: prairie berry, serviceberry, shadbush, juneberry e, nei secoli passati, pigeon berry.

Il nome saskatoon sarebbe un’anglicizzazione della parola in lingua Cree misâskwatômina (Mis-sack-qua-too-mina), che significa “il frutto dell’albero dai molti rami”. Questa parola Cree è anche la fonte del nome della città Saskatoon, Saskatchewan, che si trova sulle rive del fiume South Saskatchewan.

Questi nomi sono usati anche per alcune varietà simili di bacche e anche per piante ornamentali. Le varietà commestibili includono: Thiessen, JB-30, Northline, Martin e Smoky.

Il sasktatoonberry (sinistra) esternamente è per molti aspetti simile al mirtillo (destra)

Valore nutrizionale

Le bacche di Saskatoon sembrano essere un’eccellente fonte di manganese, magnesio, ferro, calcio, potassio, rame e carotene. Le bacche di saskatoon sono considerate una fonte di calcio migliore delle carni rosse, delle verdure e dei cereali.

Ricerche recenti indicano che i saskatoon hanno componenti molto alti di fenoli, flavonoli e antociani. I saskatoon sono ricchi di zuccheri naturali, ricchi di vitamina C e contengono anche più di tre volte più ferro e rame nello stesso peso dell’uva passa. Nutrienti del saskatoon: Il giornale della scienza dell’alimentazione – Volume 47 1982 Dr. G. Mazza

Nutrienti nelle bacche di saskatoon crude (espresso in valore nutritivo per 100 grammi e in % valore fabbisogno giornaliero) Energia 85 kcal – Fibra alimentare totale 5,9 g 20% – Zuccheri, totale 11,4 g 8% – Calcio, Ca 42 mg 4% – Magnesio, Mg 24 mg 6% – Ferro, Fe 1 mg 12% – Manganese, Mn 1,4 mg 70% – Potassio, K 162 mg 3% – Sodio, Na 0,5 mg 0% – Vitamina C 3. 6 mg 4% – Vitamina A, IU 11 IU 1% – Vitamina E 1,1 mg 7% – Folato, mcg 4,6 mcg 1% – Tiamina 4% – Riboflavina 3,5 mg – Vitamina B6 2% – Acido pantotenico 0,3 mg – Fosforo 2% – Magnesio 10% – Zinco 2% – Manganese 70% – Cloruro 2% – Piridossina 0,03 mg 2% – Biotina 20 mcg 67%

Secondo Mazza G (2005) in “Proprietà compositive e funzionali delle bacche di saskatoon e dei mirtilli. Int. J. Fruit Sci. 5 (3):99-118 con alcune aggiunte” il colore viola intenso delle bacche di saskatoon è dovuto alla presenza di pigmenti chiamati antociani. Gli antociani (da due parole greche che significano “pianta” e “blu”) fanno parte di un grande e diffuso gruppo di costituenti vegetali noti come flavonoidi.

È stato attribuito ai composti flavonoidi di fornire benefici per la salute contro le malattie croniche tra cui il cancro, le malattie cardiache e la degenerazione maculare. Il colore profondo delle bacche di saskatoon suggerisce che questo frutto dovrebbe contenere alti livelli di antociani e un’attività antiossidante simile ai mirtilli.

Secondo Amie Hydamaska (Dipartimento di Scienze dell’Alimentazione, Facoltà di Scienze Agricole e Alimentari, Università di Manitoba – Winnipeg, MB, Canada – R3T 2N2) quercetina, cianidina, delfinidina, pelargonidina, petunidina, peonidina e malvidina erano polifenoli presenti nelle bacche di saskatoon. In particolare per i fenoli del saskatoon, è stata dimostrata in vitro l’inibizione degli enzimi ciclo-ossigenasi coinvolti nei meccanismi di infiammazione e dolore.

La seguente tabella confronta i benefici nutrizionali dei saskatoon rispetto ad alcune altre bacche comuni.

Informazioni nutraceutiche

Si dice che i frutti ricchi di antiossidanti abbiano effetti anti-cancro, anti-invecchiamento e anti-malattie cardiache sul corpo umano, riducendo le malattie cardiovascolari e infiammatorie, e agendo come una guardia protettiva per il nostro sistema immunitario.

Il valore ORAC (oxygen radical absorbance capacity) è uno dei metodi usati per misurare l’attività antiossidante totale nella frutta. Nelle tabelle sottostanti i valori ORAC mostrano che le bacche di saskatoon sono naturalmente ricche di antiossidanti e si classificano ai massimi livelli sia nella frutta fresca che nella polpa di frutta rispetto ad altri frutti comuni.

Le prove della ricerca mostrano che gli antiossidanti che si trovano nella frutta e nella verdura possono aiutare a ridurre il rischio di cancro. Ozga, J. A., Saeed, A. e Reinecke, D. M. (2006). Antociani e componenti nutritivi dei frutti di saskatoon (Amelanchier alnifolia Nutt.). Can. J. Plant Sci. 86: 193-197. e U. Nothlings, S.P. Murphy, L.R. Wilkens, B.E. Henderson e L.N. Kolonel. Flavonoli e rischio di cancro al pancreas – lo studio di coorte multietnica. Giornale americano di epidemiologia; V 166,8: 924-931

Gli studi hanno anche dimostrato che ci sono potenziali attività anticancerogene degli antociani nella frutta e nei prodotti di frutta, e gli antociani possono possedere azioni poliedriche tra cui antiossidazione e anticarinigenesi, e possono avere effetti inibitori sulla carcinogenesi del colon. C. Hu, B.H.L. Kwok, D.D Kitts. (2005). Le bacche di Saskatoon (Amelanchier alnifolia Nutt.) recuperano i radicali liberi e inibiscono l’ossidazione intracellulare. Food Research international 38: 1079-1085.

Gli antociani, pigmenti antiossidanti di frutta e verdura, hanno una “potenza significativa” contro le cellule di grasso e potrebbero essere utilizzati per la prevenzione dell’aumento di peso, suggerisce un nuovo studio dal Giappone. Journal of Agricultural and Food Chemistry Volume 56, numero 3, pagine 642-646

Usi

I saskatoon sono deliziosi consumati freschi direttamente dal cespuglio. Storicamente venivano usati nel pemmican (una preparazione alimentare in uso presso i nativi d’America a base di carne di daino e bisonte)e come medicina per una grande varietà di malattie.

Oggi i saskatoon sono comunemente usati in torte, crostate, focaccine, muffin, pane, torta al caffè, marmellate, composte, salse, condimenti per insalata, trail mix e altri snack. Possono anche essere usati nel vino, nel sidro e in una varietà di liquori. I saskatoon possono essere consumati freschi o conservati in forma congelata, essiccata o in scatola.

Fonte: Saskatoon Berry Institute of North America

Saskatoon Berry Institute of North America

Saskatoon nei social


Advertisements

Advertisements

Ti è piaciuto questo articolo?

Vota per rendere Italian Berry sempre più interessante.

Voto medio 0 / 5. Numero voti: 0

Vota per primo questo articolo!

Se ti è piaciuto questo articolo...

seguici sui social media!