Qual è la differenza tra ribes bianco e ribes rosso?

Tutti i ribes che maturano in questi giorni estivi sono membri della famiglia dei Ribes, arbusti da fiore che prosperano nei climi nordici con estati calde e inverni freddi. Le piccole bacche crescono in grappoli sugli steli e sono migliori se lasciate maturare sulla pianta. Il ribes è stato a lungo coltivato in Europa. Sono prevalenti in Danimarca, Germania, Paesi Bassi e Regno Unito, e molte varietà sono native del Nord America. I ribes variano di colore dal viola scuro profondo (ribes nero) al rosso rubino brillante fino a un bianco quasi traslucido.

Mentre il ribes rosso è il più diffuso anche nei negozi (si trova tutto l’anno), non è raro trovare in certi periodi anche il ribes bianco. Qual è la differenza tra questi due frutti?

Il ribes bianco è classificato botanicamente come Ribes sativum, la stessa specie del ribes rosso. Sono tecnicamente una versione albina del ribes rosso e possono essere di colore bianco, giallo o rosa. Come regola, i frutti bianchi hanno di solito un contenuto di zucchero più alto e un’acidità più bassa delle loro controparti colorate, e il ribes bianco non fa eccezione. A differenza delle varietà di ribes rosso e nero che sono generalmente considerate troppo forti e aspre per il consumo fresco, il ribes bianco è più dolce e delicato. Anche se ancora piuttosto aspro, il ribes bianco è quindi considerevolmente più dolce delle varietà nere e rosse, offrendo un aroma floreale e sapori di amarena, kiwi, uva moscata e un persistente residuo di zucchero. Il livello di acidità di un ribes bianco è circa lo stesso di un’uva spina, quindi si può utilizzare nelle ricette al posto dell’uva spina. O servirlo insieme ad alcune fragole e fare un dolce estivo. Il ribes bianco è raramente specificato nelle ricette di cucina salata rispetto alle sue controparti rosse.

Ribes bianco (Ribes sativum) – foto Italian Berry

Quindi il ribes bianco differisce dal ribes rosso solo per il colore e il sapore di questi frutti, che sono di un bianco traslucido e più dolci. Le bacche di ribes bianco sono leggermente più piccole e più dolci del ribes rosso. Quando sono trasformate in marmellate e gelatine, il risultato è normalmente rosa. Il ribes bianco è in realtà una cultivar albina del ribes rosso ma viene commercializzato come un frutto diverso.

Sulla pianta le piccole bacche rotonde appaiono dapprima verdi ma poi maturano in tonalità panna di rosa e bianco traslucido, a seconda della varietà. La loro polpa morbida e polposa ha una consistenza succosa e contiene molti piccoli semi commestibili.

Il ribes bianco inoltre ha una conservabilità molto inferiore rispetto al rosso e si vende solo per un periodo ridotto, normalmente durante il mese di luglio per le produzioni del nord Italia.

Il ribes rosa è il più raro e si colloca tra la varietà rossa e quella bianca, sia nel colore che nel sapore.

Insomma acquistate il ribes bianco per gustarlo fresco oppure come ingrediente di gustose ricette come la gelatina di ribes bianco proposta dalla food blogger La Caccavella:


Se vuoi sapere di più sugli altri piccoli frutti:


Advertisements

Ti è piaciuto questo articolo?

Vota per rendere Italian Berry sempre più interessante.

Voto medio 0 / 5. Numero voti: 0

Vota per primo questo articolo!

Se ti è piaciuto questo articolo...

seguici sui social media!