26 gen 2024

Onubafruit punta sul precoce con 5 milioni di nuove piante di 4 nuove varietà di mirtillo

127

Una delle principali aziende di piccoli frutti in Spagna sta cercando di sfruttare la finestra autunnale dei mirtilli per offrire ai clienti europei un'alternativa più fresca e sostenibile alle bacche importate dall'emisfero meridionale.

Il programma extra-precoce di mirtilli di Onubafruit, con sede a Huelva, è nato da un progetto pluriennale per sviluppare varietà proprietarie che potessero essere raccolte quando l'offerta europea è al suo minimo. Il risultato è una serie di nuove varietà che coprono la prima parte della stagione, tra cui - ma non solo - Demba, Dana, Selma e Aila.

Il direttore commerciale Carlos Esteve afferma che l'azienda è molto soddisfatta dell'andamento del programma. "Le nostre nuove varietà esclusive ci stanno aiutando non solo ad anticipare l'inizio della nostra stagione, ma anche a rinnovare il nostro materiale vegetale in generale, poiché coprono non solo la finestra extra-precoce", dice a Fruitnet.

"Per darti un'idea dei numeri, nel 2021/22 non avevamo alcun nuovo materiale piantato, ma per la campagna 2023/24 abbiamo piantato 5 milioni di piante tra i nostri partner."

La stagione dei mirtilli in Spagna inizia tipicamente a dicembre/gennaio, con l'apice dell'offerta da aprile a giugno. Onubafruit è uno dei più grandi produttori di Huelva, con una produzione di circa 15.000 tonnellate di mirtilli da una superficie coltivata di 1.100 ettari.

Grazie alle nuove varietà, Onubafruit può ora raccogliere piccoli volumi da settembre, ma la produzione continua è attualmente disponibile solo da fine novembre in poi. Con il maturare delle nuove piantagioni e la sostituzione di altre con le nuove varietà, i volumi di produzione sono destinati a aumentare significativamente.

"Poter fornire mirtilli in quella finestra è un grande vantaggio, poiché ci consente di offrire un prodotto più fresco e sostenibile, offrendo anche maggiore flessibilità al cliente", continua Esteve. "Per tutte queste ragioni, i rivenditori sono desiderosi che la disponibilità aumenti."

In questa stagione, Onubafruit spera di capitalizzare il brusco calo della produzione peruviana a causa delle alte temperature causate da El Niño, anche se, come sottolinea Esteve, la Spagna sta vivendo le proprie sfide climatiche in questo momento.

"La significativa diminuzione della produzione peruviana sta influenzando notevolmente il mercato dei mirtilli e ciò sta avendo conseguenze per tutti nell'industria. Non c'è dubbio che una minore pressione sull'offerta aiuta a trovare spazio per il nostro prodotto, ma sembra che potremmo dover rivedere al ribasso la nostra produzione pianificata per questa campagna a causa delle difficili condizioni che stiamo affrontando", afferma.

Guardando avanti, i pilastri della strategia di espansione dei mirtilli di Onubafruit continueranno a essere lo sviluppo di nuove varietà che alzano la soglia di qualità e estendono la finestra di raccolta dell'azienda.

"Abbiamo cercato di allungare il nostro periodo di produzione, specialmente nella prima parte della stagione, con varietà senza o con basso fabbisogno di ore di freddo", dice Esteve. "Più recentemente, nell'ultimo anno, abbiamo anche aperto una nuova strada di ricerca per sviluppare materiale vegetale con maggiore richiesta di ore di freddo."

Fonte: Fruitnet

Foto: Martin LaBar


Italian Berry - Tutti i diritti riservati

Potrebbe interessarti anche