01 lug 2023

Hall Hunter: Prevediamo 6.000 tonnellate per settembre

177

La stagione dei mirtilli britannici ha preso ufficialmente il via le scorse settimane (9 giugno), e i principali coltivatori hanno prevedono volumi di produzione eccezionali.

Si prevede che circa 6.000 tonnellate di mirtilli britannici arriveranno sugli scaffali dei supermercati del Regno Unito da qui a settembre.

Hall Hunter, che produce il 30% del raccolto britannico, prevede che i raccolti totali raggiungeranno le 6.000 tonnellate in questa stagione, che durerà fino a settembre inoltrato.

Logo Hall Hunter.

L’inizio della campagna nel Regno Unito è stato ritardato di una settimana a causa del maltempo, ha dichiarato Harry Hall, socio amministratore di Hall Hunter. Ma le successive giornate calde e soleggiate hanno aumentato i livelli di brix, il che significa che il frutto dovrebbe avere un sapore molto più dolce e desiderabile.

“I mirtilli britannici sono stati a lungo trascurati e sono lieto che qui alla Hall Hunter abbiamo battuto il nostro record di coltivazione fino ad oggi e quest’anno avremo 2.000 tonnellate disponibili per la vendita. A basso impatto ambientale e dal sapore intenso, i mirtilli britannici sono ottimi per il pianeta e per la nostra dieta: uno spuntino sano ideale per tutta la famiglia”, ha dichiarato Harry Hall.

Harry Hall, socio amministratorie di Hall Hunter.
Harry Hall, socio amministratorie di Hall Hunter.

Con un valore di circa 481 milioni di sterline, il mercato britannico dei mirtilli continua a crescere e con esso la domanda di frutta locale. L’anno scorso i consumatori britannici hanno acquistato oltre 5.000 tonnellate di mirtilli del Regno Unito, ha dichiarato Hall, e il suo obiettivo è quello di far crescere questa cifra in modo sostanziale.

“Con 45.000 tonnellate importate dall’estero, in particolare dalla Polonia e dal Cile, Hall Hunter vuole aumentare il suo raccolto del 30% rispetto all’anno precedente e, grazie alla sua abbondante offerta, vogliamo rendere i mirtilli britannici l’unica scelta per i supermercati e gli acquirenti tra giugno e settembre”, ha dichiarato.

“Con una media di mirtilli britannici che viaggiano per appena 100 miglia fino allo scaffale, rispetto ai loro omologhi importati che viaggiano fino a quasi 7.000 miglia, sono leggeri per il pianeta. Inoltre, il loro breve tragitto garantisce il massimo del gusto grazie alla loro freschezza, che offre il perfetto morso del mirtillo: croccante all’esterno, succoso e dolce all’interno”.

Fonte: Fruitnet
Fruitnet è parte del network di NCX Media

NCX Media network

Foto: Chichester Post, Dylan Thomas









Potrebbe interessarti anche