23 mag 2024

Due nuove varietà di more di Global Plant Genetics saranno distribuite da Niva

216

Global Plant Genetics (GPG) ha firmato un accordo di licenza con il programma di breeding polacco Niwa, per due nuove varietà di more primocane. In seguito all'accordo GPG rappresenterà le cultivar Maryna e Juhas in una gamma di territori internazionali.

Accordo di licenza

Bartek Danek, direttore di Niwa, ha commentato, “È stato importante per i nostri sforzi di breeding delle more sviluppare varietà primocane. L'industria globale delle more è cresciuta costantemente per diversi anni ed è cruciale che vengano rilasciate cultivar migliorative per aiutare questa crescita e accelerarla ulteriormente.

“Siamo lieti di completare questo accordo con GPG e attendiamo con impazienza di vedere le varietà Maryna e Juhas crescere in tutto il mondo nei prossimi anni.”

Autofertilità e assenza di spine

Agnieszka Orzel, breeder di Niwa, ha lavorato sulle more primocane per molti anni. Ha detto che è sempre stato importante per lei e per il programma di breeding complessivo che le prime varietà rilasciate fossero della migliore qualità possibile.

“Oltre agli aspetti obbligatori di resa e qualità del frutto, mi sono concentrata su alti livelli di autofertilità e assenza di spine. Di conseguenza, sono fiduciosa che le varietà Maryna e Juhas possano adattarsi molto bene alle principali regioni di coltivazione delle more nel mondo,” ha spiegato.

“L'autofertilità è spesso dimenticata nel breeding di rubus ma può avere un enorme impatto sui raccolti di primocane nei climi più caldi. Dai nostri risultati iniziali, vediamo che Maryna è meglio adattata alla doppia raccolta e che Juhas è più adatta per la raccolta singola di primocane.”

Raddoppio in vent'anni

Secondo Jamie Petchell, co-proprietario e direttore di GPG, il settore globale delle more è quasi raddoppiato di dimensioni negli ultimi 20 anni. “Alcuni direbbero che nonostante l'offerta varietale generale,” ha osservato, notando che “ora c'è una grande opportunità per accelerare questo processo”.

“La fornitura costante di un prodotto di more di alta qualità tutto l'anno contribuirà solo a una fetta più grande della torta dei piccoli frutti per le more nei prossimi anni. A mio avviso, Maryna e Juhas hanno tutte le opportunità per giocare un ruolo importante in questi sviluppi e siamo entusiasti di vederle in tutto il mondo nelle prossime stagioni,” ha detto Petchell.

Fonte: Fruitnet


Italian Berry - Tutti i diritti riservati

Potrebbe interessarti anche