07 ott 2023

Berries italiani dinamici protagonisti anche a Fruit Attraction 2023

390

È unanime il giudizio degli operatori: Fruit Attraction è stato un successo sia per la quantità degli operatori presenti che per la qualità dei contatti instaurati.

Le aziende specializzate nei berries hanno attirato molto traffico nel padiglione 9, dove molte di esse erano concentrate. Erano presenti, oltre alle aziende spagnole guidate dall'associazione di categoria Freshuelva, aziende italiane, peruviane, britanniche, olandesi, mentre il Cile occupava un grande spazio nel padiglione 4 in cui erano riunite 90 aziende e 200 operatori.

L'Italia dei piccoli frutti era rappresentata principalmente dai vivaisti e breeder che hanno portato a Madrid le ultime novità varietali, mettendo con successo i loro programmi di internazionalizzazione alla prova dei mercati.

Battistini: straordinaria opportunità di incontro tra produttori e vivaisti

Secondo Sandra Laghi, commercial manager di Battistini Vivai "Fruit Attraction rimane una fiera straordinaria non solo per il settore vivaistico, ma anche per la connessione tra produttori e vivaisti. L'affluenza quest'anno è stata eccezionalmente elevata, e mi sento di dire che sono più che soddisfatta."

Molari: così Madrid stacca Berlino

Matteo Molari, Managing Partner di Molari Berries & Breeding, ha vissuto una "partecipazione alla fiera estremamente favorevole. Madrid, a nostro parere, si conferma senza alcun dubbio come la fiera più interessante per la nostra azienda, persino più di Fruit Logistica. Questo è dovuto a diversi fattori, tra cui la vicinanza ai mercati spagnolo e portoghese, che riveste una notevole importanza per noi. Inoltre, la dimensione e l'atmosfera umana della fiera sono altamente apprezzate.

La nostra presenza ha anche evidenziato un notevole processo di internazionalizzazione. Senza dubbio, questa è la fiera alla quale non vorremmo mai mancare. Inoltre, è stata un'opportunità significativa per noi in relazione al lancio del nostro nuovo club, il "Club Naike Blueberry" dedicato al mirtillo. Abbiamo stabilito numerosi contatti, che sono stati estremamente preziosi, aprendo nuove opportunità non solo per il settore dei lamponi, ma anche per quello dei mirtilli.

Questa iniziativa ha poi favorito la visibilità delle nostre nuove varietà, come la "Easy Rock". I contatti che abbiamo stabilito sono stati sostanziali e significativi, al di là dei tipici incontri fieristici. In sintesi, il bilancio è estremamente positivo. 

La fiera è una tappa irrinunciabile per noi e rappresenta anche un'opportunità fondamentale per la formazione dei membri del nostro team. È stata un'occasione significativa per i nuovi membri del nostro team di immergersi nel mondo concreto degli affari e di presentarsi al pubblico fieristico."

Suriano: Madrid fondamentale supporto al processo di internazionalizzazione di NSG

Per Carmela Suriano, direttore EMEA di Nova Siri Genetics, "questa fiera rappresenta un evento di notevole rilevanza sia in termini numerici che di qualità, specialmente per quanto riguarda la partecipazione di attori chiave nel settore. Nel nostro caso, concentrandoci sulla genetica e sulle nuove varietà, la presenza qualificata è di fondamentale importanza. Abbiamo avuto l'opportunità di incontrare numerosi professionisti attivi nel settore delle fragole, provenienti dall'Europa, dal Maghreb, dal Nord Africa, nonché dal Giappone, dal Sud Africa e dal Sud America. 

Questi incontri rivestono un ruolo di grande significato per NSG, poiché siamo attualmente impegnati in un processo di internazionalizzazione, consolidando la nostra presenza nel bacino del Mediterraneo. Il prossimo passo consisterà nell'espandere e consolidare la nostra presenza in Nord Africa, nel Maghreb e in Sud America, pertanto tali incontri risultano particolarmente interessanti per noi.

C'è una crescente attenzione verso le fragole e i piccoli frutti in generale, con l'aspettativa che questo settore sia uno dei più dinamici nei prossimi anni, con una crescita costante. In paesi come l'Italia, il mercato per i piccoli frutti potrebbe non essere ancora maturo, ma ci aspettiamo un aumento significativo delle quote di mercato nei prossimi anni, indicando un futuro promettente per le fragole e i piccoli frutti in generale. 

La ricerca genetica è attiva in moltissimi programmi di miglioramento genetico, e abbiamo avuto l'opportunità di confrontarci con potenziali concorrenti a livello europeo e internazionale. La richiesta predominante da parte dei produttori è quella di nuove varietà, il che suggerisce che, mentre l'attuale panorama genetico ha soddisfatto le esigenze climatiche e di mercato fino ad oggi, sono ancora aperte le le domande nate dalle nuove esigenze produttive e di mercato.

Ci troviamo di fronte a cambiamenti epocali, come quelli legati al clima e ai cambiamenti climatici, oltre alle nuove pratiche di coltivazione. La sostenibilità è diventata una priorità fondamentale, e pertanto il nostro impegno è fornire al mercato varietà resistenti e prodotte con tecniche a basso impatto ambientale. La ricerca genetica sta attraversando una fase cruciale, e Nova Siri Genetics si impegna a continuare su questa strada, sviluppando varietà sempre migliori dal punto di vista organolettico e in grado di affrontare le sfide emergenti nel settore della produzione e dei mercati."


Italian Berry - Tutti i diritti riservati

Potrebbe interessarti anche