Sono oltre 5 milioni le famiglie italiane che acquistano mirtilli

In Italia più di una famiglia su 5 ha comprato mirtilli nel corso dell’ultimo anno secondo i dati presentati da Marco Pellizzoni (Direttore Commerciale – Consumer Panel & Services, GFK Italia) a Italian Berry Day. I mirtilli sono il prodotto più importante nella categoria dei piccoli frutti e in Italia hanno realizzato nell’ultimo anno un fatturato al dettaglio di oltre € 86 milioni, pari a quasi € 1,7 milioni a settimana.

I mirtilli rappresentano il 65% delle vendite della categoria dei piccoli frutti.

Il valore totale delle vendite di mirtilli è cresciuto del 29,9%, principalmente grazie all’aumento delle quantità acquistate dalle famiglie italiane, pari a quasi 7300 tonnellate (+25,7% su base annua). Questo significa che le oltre 5 milioni di famiglie che in Italia acquistano mirtilli almeno una volta l’anno, consumano mediamente poco meno di un cestino da 125g al mese (1380g l’anno).

Una determinante fondamentale dell’aumento dei consumi è stato l’aumento della penetrazione, cioè il numero di famiglie che in un anno almeno una volta acquistano mirtilli. Si è passati infatti in 12 mesi da 4,3 milioni di famiglie (il 16,6% del totale nazionale) a 5,3 milioni (20,2%), con un aumento del 22,1% della penetrazione.

Questo aumento è particolarmente significativo se letto insieme alla tenuta del livello di acquisto medio che di solito invece cala un po’ quando si assiste a aumenti di parco così forti; infatti i nuovi acquirenti di solito sono basso-acquirenti in termini di quantità.

Per quanto riguarda i comportamenti di acquisto delle famiglie, la quantità annuale di 1380g di mirtilli è determinata dalla frequenza di acquisto e dal volume acquistato per ogni passaggio al punto vendita. La frequenza di acquisto è aumentata da 5 a 5,4 volte per anno (+9,3%), mentre le quantità medie per acquisto sono diminuite da 270g a 250g (-5,9%).

L’effetto combinato ha determinato un aumento del 2,8% delle quantità medie annuali acquistate per famiglia. In altre parole, nonostante i mirtilli siano stati acquistati in quantità minori per ogni spesa, l’aumento del numero di acquisti per anno ha più che bilanciato questo andamento negativo.

Come ultimo dato vale la pena notare che tutto questo scenario di crescita si è realizzato nonostante un contesto lievemente inflattivo: infatti il prezzo medio dei mirtilli è aumentato del 3,3%, passando da € 11,10/kg a € 11,47/kg.

Marco Pellizzoni di GfK ha affermato a Italian Berry Day che:

la crescita dei mirtilli è assolutamente outstanding rispetto ai trend generali del largo consumo italiano.

Dati: GfK Consumer Panel (YE 07/21)

Sale photo created by aleksandarlittlewolf – www.freepik.com


Ti è piaciuto questo articolo?

Vota per rendere Italian Berry sempre più interessante.

Voto medio 0 / 5. Numero voti: 0

Vota per primo questo articolo!

Se ti è piaciuto questo articolo...

seguici sui social media!