Regno Unito: come le vendite di berries sono aumentate del 600% dal 1996

Venticinque anni fa il mercato dei piccoli frutti nel Regno Unito era simile a quello italiano oggi. Ecco dove si può arrivare se tutta la filiera collabora finanziando un’azione coordinata di promozione e sviluppo. Un’associazione che riunisce oltre il 90% degli attori della filiera, inclusi gli importatori, è stata determinante per raggiungere questo risultato.

Il settore dei frutti di bosco nel Regno Unito è cresciuto di un enorme 600% dal 1996, secondo i dati forniti dall’associazione di categoria British Summer Fruits, che sta celebrando 25 anni di rappresentanza e sostegno del settore.

Il mercato britannico dei frutti di bosco freschi vale ora più di 1,5 miliardi di sterline (n.d.t. pari a € 1.75 miliardi), un aumento di più del 600% dai 206 milioni di sterline nel 1996, l’anno della costituzione di British Summer Fruits.

L’organizzazione rappresenta la grande maggioranza dei piccoli frutti e fragole fornite alla GDO del Regno Unito. Oltre alla sua campagna promozionale di PR e ufficio stampa che dura tutto l’anno, l’ente rappresenta e sostiene anche i membri con commenti dei media su questioni chiave del settore.

Per esempio, British Summer Fruits è stata molto impegnata in attività di lobbismo e interfacciandosi con il governo britannico a sostegno dell’intera filiera su questioni come la disponibilità di lavoratori stagionali e, in passato, la pianificazione dei tunnel.

Un’immagine tratta da “Our Favourite Winter Comfort Recipes”, un ricettario di 39 pagine di British Summer Fruits

Il lavoro di British Summer Fruits è finanziato su base volontaria, e oggi l’organizzazione è lieta di essere sostenuta da oltre il 90% dei coltivatori e dei gruppi di commercializzazione dei berries del Regno Unito.

Nick Marston è presidente di British Summer Fruits dal 2017. In questo periodo, l’industria ha visto una crescita significativa e ha affrontato una serie di sfide del settore, come l’accesso e la disponibilità di lavoratori stagionali.

“Il lavoro che British Summer Fruits fa nel rappresentare l’intero settore delle bacche è inestimabile”, ha detto Marston. “La nostra campagna annuale a sostegno dei coltivatori si estende alla nostra campagna proattiva Love Fresh Berries, che si concentra sui benefici per la salute e la versatilità dei berries freschi, così come le idee per le ricette e le informazioni stagionali per guidare e ispirare l’acquisto, oltre alla sensibilizzazione dei media e al lobbying del governo.

Le nostre campagne di Pubbliche relazioni raggiungono normalmente un ROI di 40:1

Nick Marston, presidente di British Summer Fruits

“Le nostre campagne di PR raggiungono tipicamente un ROI di 40:1 e si sono evolute negli ultimi anni per includere i social media e modi migliori per misurare il nostro impatto, e non è una coincidenza che l’industria abbia visto una costante crescita ogni anno che la campagna è stata condotta.

“Con l’aumento delle richieste ai consumatori di adottare stili di vita e diete più salutari, il nostro lavoro per evidenziare i frutti di bosco freschi come uno snack e un ingrediente delizioso e sano è estremamente importante. Dobbiamo anche continuare a guidare la domanda dei consumatori per sostenere i nostri coltivatori di bacche del Regno Unito e le loro ambizioni di crescita, fornendo un mercato in continua espansione per i loro raccolti”.

L’industria dei frutti di bosco ha visto una significativa innovazione negli ultimi 25 anni, compresi gli sviluppi varietali, nuove tecniche di coltivazione e l’uso di nuove tecnologie. Come risultato, l’autosufficienza dell’industria britannica delle bacche continua a crescere ogni anno, con la stagione britannica che ora si estende da maggio a novembre.

La campagna Love Fresh Berries di British Summer Fruits, che dura tutto l’anno, unita al miglioramento della qualità e della disponibilità di frutta proveniente dai coltivatori d’oltremare, significa che il Regno Unito ha ora un mercato in crescita per tutto l’anno per i frutti di bosco freschi.

Il video che British Summer Fruits ha realizzato nell’estate del 2020 per ringraziare tutti i lavoratori e consumatori per avere continuato a supportare il settore dei piccoli frutti

“Siamo lieti di lavorare ogni anno con una così grande percentuale di produttori britannici, ma l’opportunità di collaborare con altri, compresi i produttori d’oltremare e i loro rappresentanti, è sempre presente”, ha aggiunto Marston.

“Gli ultimi 25 anni sono stati di grande successo per l’industria dei piccoli frutti e speriamo che i prossimi 25 vedano un successo simile, anche con le sfide del settore come la Brexit e i lavoratori stagionali. Avere una rappresentanza a livello industriale per promuovere e sostenere la filiera è essenziale, e non vediamo l’ora di continuare le nostre attività per sostenere i membri e guidare la domanda continua dei consumatori.”

Lochy Porter, presidente di Angus Soft Fruits e membro di British Summer Fruits dal 2003, ha detto: “Sono stato estremamente fortunato a essere parte di un settore dell’agricoltura che ha goduto di una crescita fantastica grazie ai piccoli frutti dal gusto eccezionale che i coltivatori britannici producono, e a tutti i benefici per la salute che il consumo di questa frutta offre”.

“Oltre a questo, essere membro di BSF è stato fondamentale per promuovere i benefici per la salute e la qualità dei frutti di bosco che produciamo, oltre ad affrontare le sfide e i problemi del settore in rappresentanza di tutto il settore. Credo che British Summer Fruits sia stata determinante nel sostenere la crescita complessiva dell’industria dei berries nel Regno Unito”.

Fonte: Fruitnet


Ti è piaciuto questo articolo?

Vota per rendere Italian Berry sempre più interessante.

Voto medio 0 / 5. Numero voti: 0

Vota per primo questo articolo!

Se ti è piaciuto questo articolo...

seguici sui social media!