Biologico: mirtilli sul podio negli Stati Uniti

Secondo il rapporto Organic Fresh Trends 2021 pubblicato da The Packer, la pandemia COVID-19 ha dimostrato che la domanda di biologico negli Stati Uniti ha resistito, indipendentemente dalle condizioni sociali o economiche. Il rapporto Fresh Trends sostiene questa convinzione, ma rivela anche che il predominio dei prodotti biologici varia a seconda dei prodotti. Da questo punto di vista i berries (in particolare fragole e mirtilli) si piazzano nelle prime posizioni nel reparto ortofrutta tra le preferenze dei consumatori, e fragole e mirtilli biologici sono addirittura primi escludendo verdure e ortaggi.

Il consumatore di biologico negli Stati Uniti

Il 90% dei consumatori statunitensi è disposto a pagare il biologico più del convenzionale: in particolare il 64% è disposto ad accettare un premium fino al 49%, mentre il 26% degli acquirenti si dichiara disponibile a sostenere un rincaro del 50% o oltre.

Il biologico viene acquistato principalmente nella GDO alimentare (69%), per il 16% in punti vendita di specialità e nel 7% direttamente dai produttori agricoli.

Il 68% dei consumatori statunitensi preferisce trovare i prodotti biologici in un’area separata del reparto ortofrutta. Solo il 32% afferma di preferire che il biologico sia disposto nel punto vendita assieme al convenzionale (mele bio di fianco alle mele convenzionali, chiaramente identificati da apposite segnalazioni).

La motivazione principale per scegliere il biologico è la sicurezza alimentare ed evitare i prodotti chimici (61%); seguono la salute personale e il contenuto nutrizionale (47%); in ultima battuta la responsabilità sociale e ambientale (43%).

I piccoli frutti biologici

Le vendite di berries (fragole e piccoli frutti) biologici negli Stati Uniti hanno superato i 760 milioni di dollari di fatturato nel 2019, e la categoria rappresentava quasi il 14% del totale delle vendite di prodotti biologici, secondo i dati dell’IRI. Il fatturato del biologico nella categoria dei berries è aumentato dell’1,68% a valore rispetto al periodo precedente.

Il 12,3% del fatturato della categoria dei berries è rappresentato dal biologico. La quantità venduta di berries biologici supera le 51.621 tonnellate, con un prezzo medio al dettaglio pari a USD 6.69/lbs (Eur 11.93/kg al cambio attuale).

Tra le referenze studiate nel rapporto Organic Fresh Trends 2021, i mirtilli sono al secondo posto tra i prodotti che gli acquirenti hanno acquistato sempre come biologici (prima dei broccoli e dopo il kale o cavolo nero) e al terzo posto tra i prodotti acquistati come biologici almeno qualche volta (dopo kale e broccoli, prima di fragole e pomodori).

Il 14% degli acquirenti di mirtilli ha dichiarato di aver sempre selezionato quelli biologici, e più di un terzo degli acquirenti ha dichiarato di aver scelto il biologico almeno qualche volta.

La percentuale degli acquirenti che acquista solo berries biologici decresce con l’età e varia dal 24% nella fascia di età “18-29” fino al 7% per gli ultra sessantenni.

La presenza di minori nel nucleo familiare ha un’influenza limitata nella decisione di acquistare biologico al posto di convenzionale: a secondo della presenza o no di bambini la percentuale di acquisti solo biologici varia infatti solo tra il 14% e il 15%.

L’acquisto saltuario di piccoli frutti e fragole e biologiche è più frequente (40%) nei nuclei familiari con un un reddito disponibile inferiore a USD 25.000, mentre cala al 33% per la fascia di reddito immediatamente superiore (USD 25.000-49.900).

Sono i consumatori di etnia asiatica i più propensi ad acquisti non regolari di berries biologici (59%). Tale percentuale cala al 48% per i neri/afroamericani, al 35% per i bianchi e raggiunge il minimo negli ispanici con il 29%.

Fonte: The Packer

Ti è piaciuto questo articolo?

Vota per rendere Italian Berry sempre più interessante.

Voto medio 0 / 5. Numero voti: 0

Vota per primo questo articolo!

Se ti è piaciuto questo articolo...

seguici sui social media!