USA: mirtilli super eroi del reparto ortofrutta

Secondo il rapporto FreshFacts della United Fresh Produce Association per il secondo trimestre del 2020, i mirtilli sono cresciuti a ritmo serrato nel commercio al dettaglio negli Stati Uniti.

Per il secondo trimestre, FreshFacts ha registrato un fatturato di 584 milioni di dollari, in crescita del 10,6% rispetto al secondo trimestre del 2019 e del 17,1% rispetto a due anni fa.

Il volume delle vendite al dettaglio di mirtilli al dettaglio nel secondo trimestre del 2020 è stato di 159 milioni di libbre (oltre 72.000 tonnellate), in crescita del 6,9% rispetto al secondo trimestre dello scorso anno e del 19,8% rispetto a due anni fa.

Il prezzo al dettaglio per libbra nel secondo trimestre è stato di 3,69 dollari, (equivalente a Eur 9,45/kg) in crescita del 3,4% rispetto a un anno fa, secondo il rapporto.

I mirtilli sono una categoria in crescita ormai da diversi anni, ha dichiarato Mike Mauti, managing partner e senior vice president di Execulytics Consulting. La disponibilità dei mirtilli durante tutto l’anno, il loro status di superfrutto e la loro versatilità giocano un ruolo importante nella popolarità dei mirtilli, ha detto Mauti.

In termini di versatilità, i mirtilli possono essere mangiati a mano, usati come cibo per la colazione, come condimento per cereali o yogurt, usati in frullati, cotti in muffin e come condimento per insalate.

“Per queste ragioni i rivenditori cercano di farli mangiare per quasi 52 settimane all’anno“, ha detto Mauti. “Anche nei mesi invernali vediamo ogni settimana più annunci pubblicitari, anche su confezioni più grandi come pinte e 18 once (circa 500g), che sono diventati più comuni negli ultimi anni”.

Mauti ha detto che i mirtilli sono entrati nelle liste della spesa di molti consumatori. “Considero i mirtilli una voce regolare della lista della spesa tutto l’anno, ma in estate ricevono una spinta in più dagli acquisti d’impulso nelle confezioni più grandi”, ha detto Mauti.

“Ripensando a 10-15 anni fa, i mirtilli sono diventati un programma di 52 settimane per tutti i motivi sopra citati. Prevedo che i mirtilli continueranno a crescere nel prossimo futuro, man mano che aumenteranno i volumi e che tutte le regioni in crescita continueranno ad offrire più prodotto.

Karen Brux, amministratore delegato per il Nord America della Chilean Fresh Fruit Association, ha dichiarato che COVID-19 ha avuto un impatto enorme sul modo in cui i consumatori mangiano, e questo influenza le promozioni dei mirtilli.

La gente mangia cibi più sani, cucina di più a casa e pianifica i pasti in anticipo, ha detto. “Questa è la nostra opportunità per ispirare il consumatore con idee convenienti, sane e gustose. Abbiamo ricette e idee per tutto, dai Blueberry Power Balls ai Blueberry Chia Parfaits, così come un’enorme presenza sui social network (oltre 500.000 fan su Facebook e 37.000 su Instagram)”.

Brux ha detto che le promozioni al dettaglio saranno l’obiettivo primario dell’associazione, in quanto collaborerà con i rivenditori per guidare le vendite di mirtilli cileni e far crescere la categoria.

“Mentre COVID-19 continua e noi entriamo nella stagione dell’influenza, mi aspetto che i rivenditori vorranno continuare a concentrarsi sui benefici per la salute, quindi probabilmente parleremo dell’alto contenuto di antiossidanti dei mirtilli.

Gli annunci digitali e i coupon sono incredibilmente popolari, con poche promozioni all’interno dei negozi, quindi incorporeremo la messaggistica sanitaria nel lavoro che svolgiamo con i rivenditori”, ha detto.

Fonte: The Packer

Ti è piaciuto questo articolo?

Vota per rendere Italian Berry sempre più interessante.

Voto medio 0 / 5. Numero voti: 0

Vota per primo questo articolo!

Se ti è piaciuto questo articolo...

seguici sui social media!