In breve: PAM, fragole di bosco, pero corvino, California, Scozia, import Romania.

PAM: “SOLO ITALIANO”

“Il consumatore è davvero disponibile a rinunciare a mangiare mirtilli tutto l’anno?” L’articolo di Italian Berry sul brand “Piccoli frutti” di PAM ha aperto un dibattito, iniziato su Linkedin da Luca Migliolaro, direttore commerciale di Pam e continuato da Mirk Aldinucci su Italiafruit. >>>>>

UCRAINA: CRISI FRAGOLE DI BOSCO

I funzionari del mercato agricolo all’ingrosso ucraino Shuvar hanno riferito che il raccolto di fragole di bosco precoci nel 2020 potrebbe rivelarsi il più basso degli ultimi cinque anni in Ucraina. >>>>

L’APERTURA DEI MERCATI CINESE E FILIPPINO PER I MIRTILLI STATUNITENSI HA UN ENORME POTENZIALE

Il North American Blueberry Council ha espresso apprezzamento per i progressi compiuti nei negoziati commerciali statunitensi in corso con la Cina nella fase 1 dell’accordo commerciale reso noto all’inizio di quest’anno. Tra i nuovi principi dell’accordo c’è l’ampliamento dell’accesso al mercato per i mirtilli freschi statunitensi. In precedenza, la Cina ha consentito l’importazione solo di mirtilli americani secchi e congelati. Inoltre, le Filippine apriranno formalmente il proprio mercato ai mirtilli freschi statunitensi highbush, rendendo gli Stati Uniti l’unico paese con accesso ufficiale al mercato filippino per i mirtilli freschi. >>>>>

JUNEBERRY (PERO CORVINO): NUOVO TREND IN GERMANIA?

I supermercati sono sempre alla ricerca di nuovi prodotti e innovazioni per attirare nuovi clienti e stimolare gli acquisti. I “superalimenti” sono una categoria popolare in una società sempre più attenta alla salute. Il juneberry, offerto da S.Mile GmbH con il proprio marchio Food United, è una novità non solo sul mercato tedesco ma anche su quello europeo, che potrebbe soddisfare esattamente questa esigenza di prodotti innovativi e sani. “Il juneberry è una prelibatezza, che ha un processo di sviluppo unico e di lunga durata e offre enormi benefici per la salute”, afferma Christian Peucker, amministratore delegato di S.Mile.

COVID-19: EFFETTI NEGATIVI IN CALIFORNIA

Dato che i maggiori volumi di mirtilli hanno inondato i mercati già inondati da COVID-19, i prezzi stanno calando per gli agricoltori, dato che il costo per portare i loro raccolti sul mercato è aumentato. La produzione di mirtilli della California dovrebbe raggiungere il record di 77 milioni di libre quest’anno, con un picco di produzione nelle prossime due settimane, ha detto Todd Sanders, direttore esecutivo della California Blueberry Commission.

OTTIMA QUALITÀ PREVISTA IN SCOZIA

Secondo gli esperti, la resa delle bacche è migliore nelle stagioni che sono precedute da una primavera mite. Fragole, lamponi, more e mirtilli scozzesi saranno tutti più dolci grazie a un aprile 2020 particolarmente caldo. >>>>>

ROMANIA: IMPORTAZIONI DI PICCOLI FRUTTI 4,5 VOLTE SUPERIORI ALLE ESPORTAZIONI

La Romania ha oltre 300 coltivatori di piccoli frutti e una produzione annua di 23.000-30.000 tonnellate. La nazione ha esportato mirtilli per un valore di 10 milioni di euro nel 2019. I primi tre mercati di esportazione sono risultati Gran Bretagna, Irlanda e Germania. >>>>

Vuoi rimanere informato con altre notizie?

Iscriviti alla newsletter di Italian Berry!

Ti è piaciuto questo articolo?

Vota per rendere Italian Berry sempre più interessante.

Voto medio 0 / 5. Numero voti: 0

Vota per primo questo articolo!

Se ti è piaciuto questo articolo...

seguici sui social media!