Perù record con 118 mila tonnellate di mirtilli mentre Camposol cala del 4.5%

Il Perù ha esportato circa 118 mila tonnellate di mirtilli freschi nella campagna 2019/2020. Gli Stati Uniti sono stati la principale destinazione dei mirtilli freschi provenienti dal Perù, con 64.313 tonnellate, pari al 54,5% del totale. Il mirtillo diventerebbe quindi la coltura principale per l’agro-esportazione peruviana, sorpassando l’uva da tavola.

Nella campagna agosto 2019 / marzo 2020 il Perù ha esportato circa 118 mila tonnellate di mirtilli freschi, con un incremento del 47,5% rispetto alle 80 mila tonnellate spedite nella campagna precedente (2018/2019).

Lo ha riferito il presidente della società di consulenza Inform@ction, Fernando Cillóniz Benavides, che ha indicato che nella campagna che si è appena conclusa le spedizioni di mirtilli freschi da parte del Perù hanno raggiunto un fatturato di 764.109.663 dollari USA, mostrando una crescita del 27,4% rispetto ai circa 600 milioni di dollari USA raggiunti nella campagna 2018/2019.

Ha indicato che la caratteristica dell’industria dei mirtilli in Perù è quella di registrare una crescita esplosiva anno dopo anno. Il mirtillo è il secondo raccolto di agro-esportazione a generare più valuta estera verso il Paese (dopo l’uva da tavola).

Non dobbiamo sorprenderci che il mirtillo diventi la principale coltura di esportazione agricola in Perù. Nella campagna 2019/2020, le spedizioni di uva da tavola da parte del Perù hanno toccato quasi 1 miliardo di dollari, ma il tasso di crescita dei mirtilli è più alto”, ha detto.

destinazioni

Cillóniz ha dichiarato che nella campagna 2019/2020 gli Stati Uniti sono stati la principale destinazione dei mirtilli freschi provenienti dal Perù con 64.313 tonnellate,, pari al 54,5% del totale. Seguono i Paesi Bassi con 27.951 tonnellate, il Regno Unito con 8.366 tonnellate, la Cina con 9.397 tonnellate, la Spagna, altri (Canada, Hong Kong, Germania, Singapore, Thailandia, Brasile, Belgio, Italia, Malesia) con 4.338 tonnellate.

Aziende esportatrici

Tra le principali aziende esportatrici di mirtilli freschi della stagione 2019/2020 spiccano le seguenti: Camposol, Hortifrut Peru, Hortifrut TALSA, Agrícola Santa Azúl, HFE Berries Perú, Hass Perú, Agrovisión Perú, Agroberry Perú, Blueberries Perú, TAL SA, Agrícola Cerro Prieto, Complejo Agroindustrial Beta, Danper Trujillo, Vision, Agualima.

I principali tre esportatori hanno realizzato complessivamente un aumento del 4,5% delle esportazioni: tuttavia mentre Hortifrut Perù ha realizzato un aumento del 44%, Camposol ha visto le quantità esportate diminuire del 6% e Hortifrut Talsa del 15%.

REGIONI DI PRODUZIONE

Allo stesso modo, ha sottolineato che le principali regioni di esportazione di mirtilli del Perù sono: La Libertad, che ha spedito nella campagna 2019/20 75.448 tonnellate, Lambayeque con 21.053 tonnellate, Lima 11.868 tonnellate, Áncash 2.930 tonnellate, Ica 2.755 tonnellate, seguono le altre (Piura, Arequipa, Moquegua, Cajamarca, Huánuco).

Ha evidenziato la rapida evoluzione che le regioni hanno registrato nella produzione ed esportazione di mirtilli: La Libertad ha iniziato ad esportare mirtilli nella campagna 2012/2013, e nella campagna 2015/2016 aveva già spedito più di 10 mila tonnellate, nella campagna 2016/2017 più di 20 mila tonnellate, nella campagna 2017/2018 più di 40 mila tonnellate, nella campagna 2018/2019 più di 60 mila tonnellate.

Da parte sua, Lambayeque ha iniziato ad esportare la frutta nella campagna 2016/2017, nella campagna 2018/2019 aveva già spedito più di 8.000 tonnellate. Lima ha iniziato ad esportare nella campagna 2012/2013, nella campagna 2016/2017 ha raggiunto quasi 4 mila tonnellate e nella campagna 2018/2019 ha spedito circa 8 mila tonnellate.

Áncash ha invece iniziato ad esportare nella campagna 2012/2013, nella campagna 2016/2017 ha superato 500 tonnellate, nella campagna 2017/2018 ha raggiunto 1000 tonnellate, nella campagna 2018/2019 ha superato 1.500 tonnellate. Mentre Ica ha iniziato a spedire mirtilli nella campagna 2013/2014, nella campagna 2016/2017 ha superato 500 tonnellate e nella campagna 2018/2019 ha inviato quasi 1.300 tonnellate.

Fonte: Agraria.pe

Cibo foto creata da lifeforstock – it.freepik.com

Ti è piaciuto questo articolo?

Vota per rendere Italian Berry sempre più interessante.

Voto medio 5 / 5. Numero voti: 1

Vota per primo questo articolo!

Se ti è piaciuto questo articolo...

seguici sui social media!