06 mar 2023

Mirtilli USA, domanda in aumento: tra marketing e mercato

275

La domanda di mirtilli è in aumento, quindi un marketing aggressivo può incrementare le vendite anche dopo la fine della stagione nazionale statunitense.

La superficie coltivata è in crescita, non solo nelle principali regioni di origine delle importazioni, come Perù e Messico, ma anche in altre parti del mondo. Le importazioni hanno reso i mirtilli un prodotto di base per tutto l'anno per molti consumatori americani. Poiché molti consumatori, soprattutto quelli più giovani, si concentrano su un'alimentazione più sana o sull'aumento della percentuale di alimenti di origine vegetale nei loro pasti, i mirtilli hanno un pubblico pronto che può essere convinto a farli diventare una parte più regolare dei loro pasti.

Il cross-marketing e persino i suggerimenti sulla segnaletica d'uso possono incoraggiare gli acquirenti ad abbinare i mirtilli allo yogurt a colazione, ai frullati a pranzo e alle insalate a cena, e possono ravvivare qualsiasi pasto durante la giornata.

Marc Goldman, product manager di Morton Williams Supermarkets , Bronx, NY, afferma che le promozioni sui mirtilli possono essere relativamente efficaci sia durante la stagione degli Stati Uniti che nelle stagioni di importazione, anche se le importazioni hanno uno svantaggio, che in realtà non è molto diverso.

“La differenza è che i mirtilli importati sono normalmente un contenitore da 6 once (170g). Non si vendono bene come quelli da 1 pinta (500g). Inoltre, nella stagione statunitense si venderà molto di più di quello che viene importato”. Tuttavia, aggiunge, “se la qualità è buona e il prezzo è giusto, lo promuoverò”.

A Bargain Grocery , Utica, NY, Quando i mirtilli arrivano, vengono commercializzati con grande visibilità per attirare l'attenzione dei consumatori. “Facciamo un'esposizione nella corsia centrale per metterli in evidenza”, dice Mike Servello. “Per un buon prezzo, si muovono molto velocemente”.

Mike Cervello, CEO di Bargain Grocery.
Mike Servello, CEO di Bargain Grocery.

in aumento le importazioni da più paesi

La stagione delle importazioni, con un volume maggiore proveniente da Messico, Perù e Cile, si sovrappone maggiormente alla produzione statunitense, secondo Tony Colonna, responsabile della categoria frutti di bosco presso William J. Kopke Jr. Inc. Ltd., Great Neck, New York.

“La stagione sudamericana inizia la raccolta a luglio e si protrae fino a marzo”, spiega Colonna. “Il Messico inizia normalmente ad agosto e va avanti fino a giugno. La sovrapposizione con la produzione statunitense continua ad aumentare. Le sovrapposizioni più significative sono quelle di marzo/aprile e agosto/settembre”.

Le importazioni negli Stati Uniti aumentano di anno in anno e, secondo Colonna, si registra una “crescita significativa” dal Perù e dal Messico.

A Naturipe, Salinas, CA, le bacche importate arrivano da Cile, Perù, Uruguay, Argentina e Messico. “Naturipe inizia a importare bacche a settembre e di solito finisce verso aprile o maggio”, dice Jim Roberts, presidente delle vendite.

I mirtilli di Naturipe arrivano da Cile, Perù, Uruguay, Argentina e Messico.

L'area coltivata sta aumentando ancora

“In generale, il volume delle importazioni è aumentato, così come la superficie coltivata, in particolare in Perù e in Messico”, afferma Helena Beckett, direttore delle vendite di Giddings Berries USA, la filiale di Giddings Fruit con sede a Monterey, in California. “Stiamo assistendo a investimenti di superficie nei Paesi più vicini al mercato statunitense”.

“La stagione chiave per noi va da settembre a febbraio. La stagione peruviana si sovrappone alla fine della stagione USA/Canada”, aggiunge Beckett. “Perù e Cile sono le nostre principali fonti di importazione”.

La sovrapposizione con la stagione statunitense è pronunciata, con le importazioni che allungano il loro calendario.”Le importazioni dal Perù si stanno anticipando. In questa stagione hanno iniziato ad arrivare a giugno/luglio, con un volume significativo a partire da settembre”, afferma Phil Rindone, responsabile delle vendite di frutti di bosco presso Pandol Brothers , Delano, California.”Questo è dovuto a una serie di fattori, tra cui il rallentamento delle economie europee e asiatiche di quest'anno e l'aumento della produzione in Perù”.

“La produzione messicana avviene in due fasi principali, che vanno dalla fine dell'estate a maggio”. Ha aggiunto che la superficie coltivata sta crescendo, non solo nelle regioni chiave per l'importazione come Perù e Messico, ma anche in altre parti del mondo.

Alla Naturipe, Roberts afferma che la disponibilità e la qualità saranno particolarmente forti nei mesi di ottobre, novembre e inizio dicembre, con prezzi di mercato FOB simili a quelli dell'anno scorso durante i periodi di picco di ottobre-novembre.

“Ci aspettiamo di vedere volumi più bassi a dicembre e all'inizio di gennaio, poiché il Perù è in calo e il Cile è in ritardo di un paio di settimane rispetto all'anno scorso. Entro la metà di gennaio, ci aspettiamo che il Cile raggiunga il picco di produzione e che i volumi del Messico aumentino verso febbraio e marzo”, aggiunge Roberts.

L'economia statunitense è ancora sotto pressione a causa dell'inflazione, quindi ci si aspetta almeno qualche effetto sui mirtilli importati. “Le pressioni inflazionistiche stanno influenzando i costi in generale”, afferma Beckett.

In AJ Trucco , Bronx, NY, le importazioni iniziano dal Perù e si spostano in Cile a gennaio, dice Tony Biondo, direttore delle vendite. Egli osserva che il volume delle importazioni è aumentato rispetto agli anni precedenti, anche se il freddo ha fatto sì che il raccolto fosse inferiore a quanto inizialmente previsto. Tuttavia, i prezzi hanno compensato il calo del raccolto grazie all'aumento della domanda.

“Il consumo di mirtilli è aumentato ovunque grazie ai benefici per la salute”, afferma.

A tutti gli effetti, i mirtilli sono ora un alimento di base per tutto l'anno e Biondo afferma che le importazioni, e in particolare il Perù, dove i coltivatori hanno adottato nuove varietà e le condizioni di coltivazione sono quasi ideali, sono una fonte primaria.

Tony Biondo, Dales director presso AJ Trucco, Inc.
Tony Biondo, Dales director presso AJ Trucco, Inc.

Come incrementare i mirtilli

Con l'aumento delle aspettative di trovare frutta, i mirtilli hanno registrato un aumento della domanda da parte dei consumatori, afferma Beckett. Per rispondere ai reparti di produzione, le buone pratiche di manipolazione devono essere alla base del merchandising in negozio.

“I mirtilli dovrebbero essere commercializzati refrigerati e, idealmente, i consumatori dovrebbero poter scegliere tra un'opzione convenzionale e una biologica”, osserva Beckett. “Ha senso il cross-marketing con altri frutti di bosco o con un prodotto di accompagnamento, purché sia disponibile la refrigerazione”.

Il merchandising di base è un affare di famiglia e Biondi afferma che posizionare i mirtilli insieme ad altri frutti di bosco, in particolare le fragole, è importante nella stagione di importazione per catturare l'attenzione dei consumatori, compresi i bambini.

Rindone di Pandol Brothers concorda sul fatto che i mirtilli possono beneficiare di promozioni che impiegano la loro famiglia allargata. I rivenditori possono quindi trarre vantaggio dalle pubblicità “berry patch” che promuovono più frutti di bosco contemporaneamente, nonché dalle presentazioni di confezioni grandi, tra cui quelle da 18 once (510g) e 24 once (680g) .

Secondo Biondi, le promozioni sui prezzi sono importanti per incrementare e sostenere le vendite di mirtilli durante tutto il calendario. “È un ottimo momento per promuovere i mirtilli perché il prezzo è così ragionevole”, afferma, “sia che si tratti di un prezzo ridotto di una pinta, di due al prezzo di uno o di uno gratis”.

Sebbene la domanda sia in aumento, i reparti ortofrutticoli possono mantenere lo slancio mantenendo i mirtilli importati al centro dell'attenzione degli acquirenti. “In passato i mirtilli erano un articolo di punta in primavera e in estate, in linea con la produzione nazionale”, spiega Colonna de Kopke. “Con l'aumento significativo dei volumi provenienti dal Sud America e dal Messico, vediamo opportunità promozionali per 12 mesi all'anno. Le confezioni grandi sono state più consistenti durante l'anno e questa tendenza continuerà”.

Esposizione di mirtilli presso Bargain Grocery, Utica, NY. Foto: Edible Opportunity.
Esposizione di mirtilli presso Bargain Grocery, Utica, NY. Foto: Edible Opportunity.

Infatti, “gennaio è un ottimo mese per promuovere le importazioni di mirtilli”, afferma Beckett. “C'è una forte offerta dal Cile e dal Perù e i consumatori sono concentrati sul rinnovamento delle loro abitudini alimentari sane dopo le festività natalizie. È un ottimo momento per catturare le vendite di prodotti biologici, poiché l'impegno dei consumatori nei confronti del benessere è al suo apice, è più probabile che si inverta in questo periodo, e c'è un'abbondante offerta per sostenere le vostre rinnovate buone abitudini”.

I rivenditori non devono cambiare la loro strategia di marketing di base per i mirtilli quando la stagione nazionale lascia il posto al periodo di vendita delle importazioni.

“I rivenditori possono promuovere i frutti di bosco importati e quelli nazionali allo stesso modo”, afferma Roberts di Naturipe. “Poiché la categoria dei frutti di bosco è ora la più grande categoria di prodotti, consigliamo ai nostri rivenditori di creare una zona autunnale di frutti di bosco nel reparto prodotti. In questo modo si evidenziano le bacche di stagione, compresi i mirtilli, in un unico posto. Raccomandiamo inoltre ai rivenditori di evidenziare tutti i benefici dei mirtilli: sono ricchi di antiossidanti, ricchi di manganese e un'ottima fonte di fibre, indipendentemente dalla loro provenienza”.

nuove nozioni

Potrebbe essere una buona idea fornire ai consumatori idee per altri usi, ricette e semplici promemoria per ricordare che i mirtilli sono un'ottima aggiunta a qualsiasi cosa, dai cereali per la colazione al gelato ai prodotti da forno.

“I mirtilli sono ottimi per gli spuntini, i dolci, i frullati e così via”, afferma Colonna. “Le promozioni per i mirtilli possono includere tutte queste applicazioni. Le promozioni dovrebbero riflettere il periodo della stagione. Nel periodo del Ringraziamento/Natale, promuovete i mirtilli per la preparazione di dolci per le feste, ecc.

Secondo Beckett, i mirtilli hanno un grande fascino, ma i consumatori si concentrano sulla cucina quando il tempo cambia. La chiave del merchandising è quindi lo stile di cucina preferito nella stagione di importazione, quando i piatti freddi e orientati all'aria aperta lasciano il posto a quelli caldi e confortevoli.

Fonte: Blueberries Consulting
Blueberries Consulting è parte del network globale di Italian Berry


Potrebbe interessarti anche