19 mag 2024

Mirtilli e salute degli occhi: un potenziale legame per le donne over 45

106

I mirtilli e il loro componente principale, le antocianine, stanno guadagnando attenzione per i loro potenziali benefici per la salute degli occhi. Nonostante i loro noti benefici per la salute, pochi studi a lungo termine hanno esplorato l'impatto dei mirtilli e delle antocianine su cataratta e degenerazione maculare senile (AMD). Questo articolo esamina uno studio che indaga l'associazione tra consumo di mirtilli, assunzione di antocianine e incidenza di cataratta e AMD tra le donne di mezza età e anziane.

Obiettivi dello studio

L'obiettivo principale era esaminare se l'assunzione di mirtilli e antocianine fosse collegata a un rischio ridotto di sviluppare cataratta, AMD totale e AMD significativa nelle donne di età pari o superiore a 45 anni.

Metodi

Lo studio ha analizzato i dati del Women’s Health Study, che ha incluso 36.653 donne senza AMD e 35.402 donne senza cataratta all'inizio, tutte di età pari o superiore a 45 anni. Le partecipanti hanno fornito informazioni dietetiche dettagliate tramite questionari sulla frequenza alimentare. L'assunzione di mirtilli è stata categorizzata come nessuna, 1-3 porzioni al mese, 1 porzione alla settimana o 2 o più porzioni alla settimana, con una categoria aggiuntiva per coloro che consumavano almeno una porzione alla settimana. L'assunzione di antocianine è stata aggiustata per l'energia e divisa in quintili. Lo studio ha aggiustato i fattori di rischio auto-riferiti delle malattie oculari per calcolare i rapporti di rischio multivariati (HR) con intervalli di confidenza (IC) al 95% per cataratta confermata, AMD e AMD visivamente significativa su un periodo di follow-up medio di 11 anni.

Risultati

Tra le partecipanti, il 10,5% consumava almeno una porzione di mirtilli alla settimana, con un'assunzione media di antocianine di 11,2 mg al giorno. Rispetto a coloro che non consumavano mirtilli, le donne che mangiavano 1-3 porzioni al mese, 1 porzione alla settimana e 2 o più porzioni alla settimana avevano un rischio ridotto di AMD totale, con HR di 0,90 (IC 95%: 0,73, 1,11), 0,71 (IC 95%: 0,50, 1,00) e 0,36 (IC 95%: 0,14, 0,93) rispettivamente (Ptrend = 0,011). Quelle che mangiavano almeno una porzione alla settimana avevano un HR di 0,68 (IC 95%: 0,47, 0,98). Tendenze simili sono state osservate per l'AMD visivamente significativa (Ptrend = 0,012), ma non per la cataratta. Non ci sono state associazioni significative tra i quintili di antocianine e AMD, ma è stata notata una modesta riduzione del rischio di cataratta nei primi due quintili (Ptrend = 0,022).

Discussione

I risultati suggeriscono che un'assunzione maggiore di mirtilli riduce significativamente il rischio di AMD totale, anche se non in modo significativo per l'AMD visivamente significativa o per la cataratta. Tuttavia, la dimensione dell'effetto per l'AMD visivamente significativa era simile a quella dell'AMD totale. C'era una relazione inversa modesta ma significativa tra l'assunzione di antocianine e il rischio di cataratta, ma non di AMD.

Conclusioni

Aumentare il consumo di mirtilli può ridurre significativamente il rischio di sviluppare AMD totale, con una tendenza simile per l'AMD visivamente significativa, ma non per la cataratta. Lo studio evidenzia anche un modesto effetto protettivo delle antocianine contro la cataratta.

Implicazioni per la salute

Questi risultati supportano l'idea che una dieta ricca di frutta e verdura, in particolare quelle ad alto contenuto di antocianine come i mirtilli, possa contribuire a una migliore salute degli occhi. Questo è coerente con le linee guida dietetiche più ampie che enfatizzano un'elevata assunzione di alimenti ricchi di nutrienti per ridurre i tassi di mortalità generale e specifica.

Perché i mirtilli?

I mirtilli sono un'ottima fonte di fibre, vitamina C e antocianine, un tipo di flavonoide responsabile del loro colore blu. Le antocianine hanno potenti proprietà antiossidanti, cruciali per la salute degli occhi poiché lo stress ossidativo è un fattore noto nelle malattie oculari legate all'età. Studi sugli animali suggeriscono che diete ricche di mirtilli possono ridurre lo stress ossidativo e l'infiammazione nei tessuti oculari. Studi umani a breve termine mostrano anche potenziali miglioramenti nella risposta retinica alla luce e un recupero visivo più rapido dopo l'esposizione a luce intensa.

Il Women’s Health Study

Il Women’s Health Study (WHS) è uno studio clinico randomizzato, in doppio cieco, controllato con placebo, inizialmente progettato per esplorare gli effetti dell'aspirina a basse dosi e della vitamina E sulla prevenzione delle malattie cardiovascolari e del cancro. Ha incluso 39.876 professioniste della salute negli Stati Uniti di età pari o superiore a 45 anni. Le partecipanti hanno fornito informazioni dietetiche e sanitarie dettagliate, rendendolo una coorte ideale per esaminare gli effetti a lungo termine del consumo di mirtilli e dell'assunzione di antocianine sulla salute degli occhi.

Man mano che la ricerca continua a svilupparsi, i mirtilli e le loro antocianine mostrano promettenti come un modo semplice e naturale per supportare la salute degli occhi, in particolare nella riduzione del rischio di AMD. Questo si aggiunge al crescente corpo di prove a supporto dei benefici per la salute di una dieta ricca di frutta e verdura nutrienti e diversificate.

Fonte: PubMed


Italian Berry - Tutti i diritti riservati

Potrebbe interessarti anche