Perù: export mirtilli pari al 25% globale

Si consolida la posizione del Perù come primo fornitore mondiale di mirtilli nel 2021, rappresentando il 25,1% dell’offerta totale. Uva, avocado, asparagi e mango completano il quintetto delle esportazioni peruviane.

alcuni dati sul mirtillo peruviano

Lizbeth Pumasunco, responsabile del Centro de Investigación de Economía y Negocios Globales CIEN-ADEX (CIEN) ha sottolineato che il Perù ha consolidato la sua posizione di primo fornitore mondiale di mirtilli nel 2021, con il 25,1% del totale e con gli Stati Uniti come destinazione principale.

Secondo il sistema ADEX Data Trade Intelligence, l’anno scorso i mirtilli si sono piazzati al secondo posto nella classifica dell’offerta agro-esportativa non tradizionale, dopo l’uva fresca e prima di avocado, asparagi, mango, preparati per l’alimentazione animale e agrumi.

“Il mondo sta dando priorità al consumo di prodotti freschi con sostanze nutritive per la salute e il mirtillo risponde a queste caratteristiche. Anche se la domanda continuerà ad aumentare, è importante tenere conto di diversi elementi che contribuiranno a rafforzare la nostra posizione di grande esportatore globale”, ha dichiarato.

Uno di questi è l’eccesso di offerta, non solo in Perù, ma anche in altri Paesi produttori, che potrebbe esercitare una pressione al ribasso sui prezzi. Un secondo elemento è costituito dalle caratteristiche organolettiche del mirtillo.

“Altri sono la formazione dei produttori, la promozione di buone pratiche agricole per garantire la sicurezza e aumentare la produttività e l’individuazione di un maggior numero di acquirenti internazionali. Lo scorso settembre, la nostra associazione ha organizzato l’Expoalimentaria e il mirtillo è stato uno dei prodotti più richiesti“, ha ricordato.

i fattori di interesse

A sua volta, il Business Developer per il Sud America di Somerfield Farms negli USA, Eder Ríos, ha commentato che gli acquirenti apprezzano le dimensioni (calibro) delle bacche. “Se supera i 18 millimetri, passa alla presentazione jumbo, mentre se supera i 20 millimetri passa al superjumbo. Entrambi sono quelli che generano i migliori rendimenti”, ha spiegato.

Mirtilli con attorno la pruina.
Mirtilli con attorno la pruina.

Altre qualità sono la compattezza del mirtillo, in quanto si deve tenere conto del tempo di trasporto e di quello necessario per raggiungere il consumatore finale. A seconda della destinazione”, ha proseguito, “un frutto più sodo sarà sempre più apprezzato di uno morbido”.

Si devono tenere in conto anche la pruina, un caratteristico rivestimento bianco che protegge il mirtillo da agenti biologici o naturali, il grado brix (dolcezza) e l’acidità, il cui livello deve essere ottimale non solo per evitare la riproduzione di agenti patogeni, ma anche per renderlo piacevole da mangiare”, ha spiegato.

Fonte: Blueberries Consulting
Blueberries Consulting è parte del network globale di Italian Berry

Foto: PixabayCouleur da Pixabay.


Advertisements

Ti è piaciuto questo articolo?

Vota per rendere Italian Berry sempre più interessante.

Voto medio 0 / 5. Numero voti: 0

Vota per primo questo articolo!

Se ti è piaciuto questo articolo...

seguici sui social media!