Lamponi, la destagionalizzazione spinge i consumi tedeschi

In Germania tradizionalmente l’estate è la stagione dei piccoli frutti! Anche se questo è ancora vero per la stagione tedesca, il consumo si è diffuso durante tutto l’anno a causa delle importazioni. In alcuni casi, anche le principali fasi di acquisto di alcuni tipi di piccoli frutti  si sono spostate. Cosa significa questo per i lamponi?

Gli acquisti di lamponi hanno in alcuni casi mostrato enormi balzi verso l’alto negli ultimi anni. Per esempio, il volume di acquisto delle famiglie private è più che raddoppiato dal 2016. Tuttavia, la crescita dal 2019 al 2020 è stata significativamente inferiore (+8%) portando il consumo di lamponi a 538 g per famiglia.

Tuttavia, i primi cinque mesi del 2021 hanno mostrato un calo del 14% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, e anche gli acquisti sono diminuiti del 2% rispetto allo stesso periodo del 2019 nei mesi da gennaio a maggio 2021. Una ragione per la tendenza al ribasso nel periodo è probabile che sia stata l’ondata di freddo all’inizio dell’anno in Spagna, che ha anche causato perdite di resa e in definitiva prezzi più alti nella regione di Huelva, la principale area di coltivazione del paese. La Spagna ha rappresentato con 10.600 t  il 28% delle importazioni totali della Germania nel 2020. A causa della grande quota di importazioni dal Marocco e dalla Spagna, i principali volumi di acquisto sono concentrati nei mesi di aprile e maggio. I mesi estivi con la raccolta in Germania continuano a mostrare alti volumi di acquisto, ma non hanno più la rilevanza di una volta. Altri paesi d’origine assicurano nel frattempo la disponibilità per tutto l’anno.

Lamponi Germania: andamento mensile di prezzo (€/kg) e quantità (kg ogni 100 famiglie)

Più famiglie hanno comprato piccoli frutti

La disponibilità tutto l’anno ha anche portato un maggior numero di famiglie ad acquistare lamponi negli ultimi anni. La penetrazione degli acquirenti (numero di famiglie che acquista nel corso dell’anno) è aumentata dal 26% nel 2016 a oltre il 41% nel 2020, anche se se si guarda al periodo da giugno 2020 a maggio 2021, la tendenza è leggermente al ribasso (-0,3%) a causa di volumi inferiori e prezzi elevati. Tuttavia, non solo il numero di famiglie che acquistano lamponi è aumentato fino alla più recente fase di declino, ma anche il numero di acquisti è aumentato fino ad allora.

Di conseguenza, la quantità acquistata dalle famiglie acquirenti è anche aumentata fino a 1,3 kg nel periodo di osservazione 2019/2020. Più recentemente, tuttavia, si vede  un calo a 1,23 kg.

La quantità per acquisto è stata relativamente costante a circa 200 g nei periodi di osservazione passati. Negli anni precedenti, era notevolmente più alto a causa della maggiore proporzione di prodotti tedeschi, che all’epoca erano più frequentemente offerti in vassoi da 250 g.

Germania: acquisti per fascia di età: (da sx a dx) composizione panel, frutta fresca, mirtilli, fragole, lamponi

La GDO è il principale luogo di acquisto

Con una quota dell’86%, i lamponi sono stati acquistati principalmente nella GDO. Questa cifra è compresa tra i mirtilli (94%) e le fragole (74%).

La quota dei supermercati con il 45% supera quella dei discount con il 41%. Per i mirtilli e le fragole, tuttavia, la quota di mercato dei discount è più alta. I lamponi sono quindi più simili alla struttura delle more. La quota dei negozi non GDO è quasi a metà strada tra i mirtilli e le fragole, intorno al 14%.

I mercati settimanali detengono la quota più alta con poco meno del 6%, seguiti dai negozi specializzati con un buon 4 % e dai coltivatori con oltre il 3 % dei lamponi acquistati dai privati.

La struttura per età degli acquirenti di lamponi è chiaramente diversa da quella della frutta in generale. I panel GfK mostrano sempre uno spostamento verso acquirenti più anziani per la frutta fresca nel suo complesso. Un numero sproporzionatamente grande di capifamiglia di età superiore ai 65 anni compra le fragole. Anche nel caso dei mirtilli, sono soprattutto le famiglie più anziane ad essere responsabili di una gran parte delle quantità acquistate. La situazione è abbastanza diversa per i lamponi. Qui, la quota di famiglie fino a 34 anni è inferiore alla popolazione del pannello, ma con il 15% è due punti percentuali superiore a quella della frutta nel suo complesso. Anche le famiglie più giovani con bambini hanno anche una maggiore richiesta di lamponi. Mentre i giovani single maschi tendono a comprare più frutta fresca delle famiglie femminili, ci sono molti più acquisti di lamponi tra le giovani single donne.

Lamponi in Germania: fatturato (milioni di €), prezzo (€/kg), quantità (migliaia di tonnellate), penetrazione (%), frequenza di acquisto, acquisto medio (g)

Quota Bio significativamente inferiore

Gli acquisti di lamponi differiscono a seconda della regione. Mentre nel nord-ovest e nella Renania Settentrionale-Vestfalia si acquista un numero sproporzionatamente basso di lamponi rispetto alla frutta fresca, nel Baden-Württemberg e in Baviera il numero è sproporzionatamente alto. La ragione di questo, a parte la regionalità dei centri di coltivazione, è probabilmente il più alto potere d’acquisto.

Dopo che la quota di lamponi biologici tendeva a salire, il valore è sceso all’1,6% nel 2020. Ma ci sono state anche fluttuazioni negli anni precedenti. La quota dei lamponi biologici è significativamente più bassa rispetto al totale della frutta (7,4%). È anche inferiore al 4,2% dei mirtilli, che possono essere ben prodotti biologicamente con relativamente poco sforzo. Anche le fragole, che richiedono molto più sforzo, sono all’1,6%, così come i lamponi. Le more biologiche  hanno una quota ancora più bassa, pari allo 0,7%.

Fonte: Fruchthandel – Dati AMI/GfK


Advertisements

Ti è piaciuto questo articolo?

Vota per rendere Italian Berry sempre più interessante.

Voto medio 0 / 5. Numero voti: 0

Vota per primo questo articolo!

Se ti è piaciuto questo articolo...

seguici sui social media!