Produzione di mirtillo in Cina: regioni, varietà e tecniche colturali

Il Journal of Jilin Agricultural University lo scorso 5 febbraio 2021 ha pubblicato online il rapporto annuale 2020 sull’industria del mirtillo cinese. Utilizzando le statistiche raccolte dalle regioni di produzione di mirtillo della Cina, il rapporto ha riassunto le aree di produzione di mirtillo per la produzione di mirtillo fresco e le tendenze dei prezzi per tutto il 2020, oltre ad analizzare le nuove tendenze di sviluppo dell’industria del mirtillo della Cina.

in 20 anni produzione e aree in rapida crescita

Secondo il rapporto, la produzione commerciale di mirtilli in Cina è iniziata nel 2000. Due decenni dopo, nel 2020, l’area totale di piantagione di mirtilli ha raggiunto 66.400 ettari, con una produzione totale di 347.200 tonnellate e una produzione per il consumo fresco di 234.700 tonnellate.

Ci sono sette province cinesi con aree di produzione di mirtillo che superano i 4.000 ettari: Guizhou (15.000 ettari), Liaoning (7.800 ettari), Shandong (7.333 ettari), Sichuan (6.667 ettari), Anhui (6.667 ettari), Yunnan (5.000 ettari) e Jilin. (4.000 ettari). Inoltre, ci sono nove province cinesi la cui produzione totale dell’anno ha superato le 10.000 tonnellate, cioè Guizhou (85.000 tonnellate), Sichuan (50.000 tonnellate), Anhui (40.000 tonnellate), Liaoning (35.000 tonnellate), Shandong (33.000 tonnellate), Yunnan (30.000 tonnellate), Jilin (15.000 tonnellate), Hubei (11.000 tonnellate) e Jiangsu (10.000 tonnellate).

In termini di produzione per il consumo fresco, ogni provincia differisce in termini di varietà piantate e obiettivi di produzione, così che la proporzione per il consumo fresco varia significativamente da una provincia all’altra. Per esempio, nella provincia di Guizhou, la principale varietà coltivata è la varietà Rabbiteye, e solo il 30% della produzione di mirtilli è destinata al mercato fresco.

Negli ultimi anni, il Sichuan e l’Anhui hanno visto un rapido sviluppo della varietà No. 1 di mirtillo, che è in gran parte coltivata per la successiva lavorazione per la produzione di integratori alimentari, e ha una resa per il mercato del fresco pari al 60%. Al contrario, nelle province di Shandong, Liaoning e Anhui, il prodotto fresco rappresenta quasi tutta la produzione di mirtilli.

Produzione in serra per la maturazione precoce

Il rapporto ha analizzato le tendenze dei prezzi tutto l’anno per i mirtilli coltivati in Cina, mostrando che i prezzi sono partiti alti all’inizio dell’anno per poi scendere gradualmente nell’ultima parte.

Il periodo dall’inizio di marzo all’inizio di aprile ha visto i prezzi più alti dell’anno, e i prezzi sono rimasti abbastanza alti dall’inizio di aprile a metà maggio. Dalla seconda metà di maggio in poi, i prezzi sono stati relativamente bassi, raggiungendo il punto più basso in luglio.

L’offerta di varietà di mirtilli freschi di alta qualità e a maturazione precoce è stata in gran parte dovuta all’uso di metodi di coltivazione in serra solare e multi-tunnel. Questi sono attualmente due dei più importanti metodi di coltivazione utilizzati nelle regioni di coltivazione dei mirtilli della Cina settentrionale.

Secondo il rapporto, entro la fine del 2020, l’area totale delle serre solari per mirtilli aveva raggiunto 2.010 ettari, con una produzione di 15.185 tonnellate. La provincia di Liaoning era al primo posto nelle serre solari, rappresentando il 63% della superficie totale nazionale delle serre e il 56,6% della produzione corrispondente.

La provincia di Shandong si è classificata seconda in questa categoria, con il 27% dell’area nazionale di serre solari e il 32% della produzione. L’area totale nazionale di coltivazione dei mirtilli in polytunnel ha raggiunto 705 ettari, con una produzione di 7.510 tonnellate.

Lo Shandong è stato anche il numero uno nella categoria multi-tunnel, rappresentando il 66,6% dell’area totale nazionale e il 71% della produzione di mirtilli coltivati in multi-tunnel. Il Liaoning è arrivato secondo, con una quota di superficie del 17,7% e una quota di produzione del 20%.

La composizione varietale è stata ottimizzata, con importanti differenze, tra il nord e il sud

In termini di varietà coltivate, la composizione delle colture nel sud della Cina si è diversificata, mentre nel nord si è stabilizzata e ulteriormente ottimizzata. Nell’ultimo decennio, l’allevamento di cultivar di mirtillo Southern Highbush è stato insolitamente attivo in tutto il mondo, mentre l’impianto di cultivar Northern Highbush è rimasto indietro.

Nelle regioni di coltivazione del mirtillo della Cina meridionale, le principali famiglie di cultivar di mirtillo attualmente coltivate sono Southern Highbush, Rabbiteye e Northern Highbush. Le cultivar Southern Highbush coltivate in queste aree includono O’Neal, Misty, Emerald, Jewel, Star, Camellia, No. 1 Blueberry, Brigitta, Bluerain, e le serie L e OZ piantate da aziende straniere, tra le altre.

Le cultivar Rabbiteye includono Brightwell, Wonong, Climax, Baldwin, Gardenblue, Woodard e Powderblue. Le cultivar Northern Highbush, le cui caratteristiche aiutano a sfruttare al meglio il clima delle regioni settentrionali ad alta quota, includono Reka, Bluegold, Bluecrop e Northland.

Nel frattempo, nelle regioni di coltivazione di mirtilli della Cina settentrionale, le varietà di mirtillo stanno maturando e stabilizzandosi dopo 10 anni di ottimizzazione. Le varietà coltivate all’aperto nelle penisole Liaodong e Jiaodong includono Reka, Northland, Duke, Zuipo, Bluecrop, Legacy e Liberty.

Nella regione di coltivazione delle montagne Changbai, le varietà principali sono Reka, Bluegold, Duke, Northland e Zuipo. Le principali varietà coltivate in serra nel nord includono Duke, Bluecrop, Legacy, O’Neal, Emerald, Misty e H5.

Le multinazionali investono in Cina

Secondo il rapporto, nel 2020 più di 25 multinazionali hanno investito per aumentare la produzione di mirtilli in Cina. Nel 2015, le multinazionali rappresentavano solo l’1% dell’industria cinese di mirtilli freschi; questa cifra è ora salita al 10%.

Una caratteristica importante delle piantagioni su larga scala da parte dei coltivatori multinazionali è che si rivolgono al mercato della frutta fresca, utilizzando le proprie varietà di marchio e tecniche di coltivazione in substrato ad alta efficienza.

La coltivazione su substrato è emersa come un nuovo metodo in Cina e possiede diversi vantaggi, come la crescita rapida (con il primo raccolto ad alto rendimento dopo solo un anno), l’integrazione di acqua e fertilizzante per consentire un’applicazione precisa del fertilizzante, la facilità di produzione standardizzata e la riduzione dei requisiti di manodopera.

Tuttavia, il mezzo di coltivazione ha anche i suoi limiti; per esempio, richiede un alto livello di conoscenze tecniche e manageriali da parte dei lavoratori e utilizza grandi volumi di fertilizzante, quindi ha affrontato alcune sfide in termini di implementazione e sviluppo.

Le varietà destinate alla trasformazione industriale.

Per esempio, la varietà premium No. 1 Blueberry coltivata dalla Zhejiang Blueberry Technology Corporation ha una serie di qualità vantaggiose: è altamente adattabile a una varietà di condizioni del suolo, facile da coltivare, produce una resa elevata e affidabile, è facile da trasformare e contiene un alto livello di antocianine (pigmenti naturali noti per i loro benefici sulla salute). È diventata una varietà pioniera focalizzata sulla lavorazione industriale, rivitalizzando le aree rurali della Cina meridionale e contribuendo alla crescita economica delle famiglie agricole. Entro la fine del 2020, l’area totale di coltivazione della varietà di mirtillo No. 1 ha raggiunto 8.867 ettari, di cui 7.300 ettari sono stati aggiunti recentemente nel 2020, e la produzione totale ha raggiunto 22.000 tonnellate.

Fonte: Blueberries Consulting
Blueberries Consulting è parte del network globale di Italian Berry

Foto: Xinhua

Ti è piaciuto questo articolo?

Vota per rendere Italian Berry sempre più interessante.

Voto medio 5 / 5. Numero voti: 1

Vota per primo questo articolo!

Se ti è piaciuto questo articolo...

seguici sui social media!