Come i frutti di bosco migliorano salute e benessere

Piccoli frutti e benessere: due concetti che il consumatore sta imparando ad associare. Su cosa è fondato questo collegamento? I piccoli frutti sono davvero così importanti per la nostra salute?

Firdous Unnisa Begum, ricercatrice nel campo delle tecnologie per il miglioramento della qualità per le aziende di prodotti ortofrutticoli freschi nel Regno Unito, è una biologa molecolare vegetale con esperienza di processi di produzione all’interno di aziende di frutti di bosco e ci aiuta ad affrontare l’argomento. In questa intervista esclusiva, la seconda per Italian Berry, spiega l’importanza dei piccoli frutti nella nutrizione e per il miglioramento della salute e del benessere.

Tutti speriamo di conservarci a lungo in salute. Come si può definire un organismo sano?

Il benessere degli organismi viventi è inevitabilmente influenzato dall’usura e ogni cellula vivente si indebolisce nel tempo. Le cellule sane devono affrontare un flusso costante di usura, e questo definisce la salute di ogni cellula e, in ultima analisi, dell’intero organismo.

Come cambia il corpo umano con il passare del tempo?

Quando l’equilibrio si inclina verso l’usura, allora il decadimento naturale prevarrà sulla riparazione e porterà al deterioramento dei tessuti. Il danno ai tessuti si accumula e alla fine diventa visibile all’esterno. Tali danni includono cambiamenti che spesso si attribuiscono all’invecchiamento: perdita di memoria, rilassamento della pelle e muscolatura flaccida, ingrigimento dei capelli e scarso rendimento cognitivo.

E’ un processo inevitabile?

Vediamo questi effetti come limiti alle nostre capacità e potenzialità. Tuttavia, non sono necessariamente segni dell’invecchiamento, ma semplicemente l’esaurimento dei nutrienti essenziali (antiossidanti e fitochimici) nel nostro corpo.

Da cosa è causato questo invecchiamento?

Il processo di invecchiamento cellulare è determinato da due fattori:

  • Informazioni genetiche predeterminate
  • composti tossici accumulati nelle cellule.

Cosa possiamo fare per contrastare questo inevitabile declino?

Non possiamo controllare la composizione genetica predeterminata che ereditiamo, tuttavia con la giusta assunzione di una dieta a base di piante possiamo influenzare le informazioni genetiche che siamo destinati ad affrontare.

L’organismo umano può reagire a questi processi? E come possiamo aiutarlo?

Il corpo umano può sintetizzare composti benefici per la salute, in particolare durante i nostri primi anni di vita, e noi possiamo produrli in quantità sufficientemente grandi da annullare qualsiasi tossicità derivante da fattori di stress ambientale.

La capacità del nostro meccanismo di difesa di far fronte ai fattori di stress è al suo meglio in presenza di questi composti. Fornendo al nostro organismo le sostanze nutritive di cui ha bisogno e fornendo supporto nei momenti in cui le nostre difese naturali sono carenti, l’equilibrio tra l’usura e la riparazione è saldamente mantenuto durante i primi anni di vita.

Che ruolo giocano i piccoli frutti in una alimentazione attenta alla salute?

Il potere dei frutti di bosco è sottovalutato; essi contengono ingredienti preziosi con la capacità di migliorare drasticamente la salute umana, da una migliore qualità della pelle e dell’umore a una ridotta gravità dei sintomi da condizioni degenerative come le malattie cardiache e il diabete.

Le bacche forniscono nutrienti che, nella forma più naturale, rafforzano il nostro corpo e i nostri meccanismi di difesa. Le fragole, ad esempio, sono più ricche di vitamina C degli agrumi.

Qual è il ruolo della vitamina C per la salute?

La vitamina C stimola la sintesi del collagene – la proteina che mantiene soda la nostra pelle – previene la formazione di melanina e aiuta a ringiovanire la pelle. La vitamina C ha un effetto antiaterogeno; può ridurre i livelli di colesterolo nel sangue e favorire l’accumulo di serotonina (l’ormone della felicità). L’assunzione di vitamina C può avere un impatto edificante sul nostro umore e ritardare molte condizioni degenerative. I malati di diabete o malattie cardiache (aterogeniche) sono spesso trattati con alte dosi di vitamina C per contrastare la gravità delle condizioni.

Un esame critico di almeno 13 studi ha dimostrato che l’assunzione di 500 mg di vitamina C al giorno, per quattro settimane, ha portato a una significativa riduzione dei livelli di colesterolo nel sangue. Uno studio di Albuquerque su una popolazione anziana, di 60 anni e oltre, ha dimostrato che gli individui con un maggiore apporto di Vitamina C si sono comportati meglio nei test cognitivi. I partecipanti che si sono comportati male provenivano dal 10% inferiore del gruppo con il più basso apporto di vitamina C. Questi studi dimostrano la capacità della vitamina C di migliorare la salute e proteggere le cellule dal deterioramento futuro.

Quali altri fattori dobbiamo tenere in conto per aumentare il nostro benessere?

Stiamo diventando sempre più sedentari, isolati e sempre più stressati da vincoli di tempo. Queste pressioni contribuiscono al declino del nostro sistema immunitario e a una minore qualità della salute. È quindi sensato integrare l’organismo con una dieta ricca dei giusti nutrienti in modo da poter funzionare al meglio.

Un modo semplice ed efficace per garantire una migliore qualità della vita è quello di integrare il corpo con le vitamine necessarie per disintossicare le cellule contro le tossine ambientali.

Quali altri elementi benefici contengono i piccoli frutti?

I frutti di bosco non sono solo ricchi di vitamina C, ma anche di vari altri elementi fitochimici (composti benefici). Più di cinquemila diversi elementi fitochimici attualmente identificati nella frutta e nella verdura. Quelli che rientrano nella categoria degli antociani, degli antiossidanti e dei flavonoidi sono noti soprattutto per i loro effetti sul corpo umano.

Questi elementi fitochimici richiedono l’attivazione da parte di altri, quindi la presenza di diversi elementi fitochimici è più benefica per la salute umana. Le bacche contengono una maggiore diversità di sostanze fitochimiche rispetto ad altri frutti, e l’intensità del loro colore indica l’alta concentrazione di sostanze fitochimiche.

Un ultimo consiglio, in particolare per le persone più anziane?

Una buona varietà di bacche colorate è l’alimento più benefico per il nostro corpo e in particolare negli ultimi anni.

Bibliografia

Goodwin, J. S., & Goodwin, J. M. (1983). Association Between Nutritional Status and Cognitive Functioning in a Healthy Elderly Population. 249 (July), 2917–2921.

McRae, M. P. (2008). Vitamin C supplementation lowers serum low-density lipoprotein cholesterol and triglycerides: a meta-analysis of 13 randomized controlled trials. Journal of Chiropractic Medicine, 7(2), 48–58.

Leggi un’altra intervista alla dr. Firdous Unnisa Begum

Ti è piaciuto questo articolo?

Vota per rendere Italian Berry sempre più interessante.

Voto medio 5 / 5. Numero voti: 2

Vota per primo questo articolo!

Se ti è piaciuto questo articolo...

seguici sui social media!