Antiossidanti: nei mirtilli la fonte della giovinezza

Firdous Unnisa Begum è una biologa molecolare delle piante e svolge attività di ricerca nell’ambito delle tecnologie per il miglioramento della qualità presso Prepworld, un’innovativa azienda britannica del gruppo Berryworld specializzata in frutta di IV gamma,

In questa intervista esclusiva ci parla degli antiossidanti e del loro effetto positivo sulla salute.

Perché oggi si parla tanto di antiossidanti?

Perché sono un importante aiuto per il nostro sistema immunitario e costituiscono quanto di più vicino ci sia in natura alla fonte della giovinezza.

Quali sono i benefici degli antiossidanti per la salute?

Il potere degli antiossidanti è fenomenale. Non solo possono ridurre il rischio di numerose malattie, ma sostengono anche le funzioni cerebrali, riducono il tasso di invecchiamento e rafforzano il sistema immunitario.

Come agiscono sul nostro organismo?

Gli antiossidanti sono conosciuti principalmente per una cosa: fermare i radicali liberi che danneggiano le cellule.

Hanno infatti un effetto molto positivo sulla nostra salute grazie alla loro capacità di combattere e stabilizzare i radicali liberi dannosi nella cellula che sono coinvolti nella causa di fondo della degenerazione cellulare.

Perché sono importanti?

Gli antiossidanti funzionano essenzialmente “rimuovendo” questi
colpevoli (radicali liberi) dalla cellula. Il nostro sistema corporeo produce naturalmente questi composti benefici, ma con l’età perdiamo la capacità di farlo.

Come possiamo aumentarne la disponibilità per il nostro corpo?

Gli antiossidanti sono molecole presenti in natura nella frutta e nella verdure. Le diete a base di alimenti vegetali ricche di antiossidanti possono aiutare ad aumentare la loro disponibilità nel corpo e integrare le cellule con la protezione di cui hanno bisogno.

In particolare quali alimenti ne sono ricchi?

Secondo l’USDA (2011), gli alimenti a più alto contenuto di capacità antiossidante sono le bacche (in particolare mirtilli, more e lamponi), gli spinaci, i cavoli neri e le arance.

Qual è il segreto di questi frutti speciali?

Da molto tempo l’aumento del consumo di frutta e verdura è considerato fondamentale per proteggere gli esseri umani da una serie di malattie, come il cancro, il diabete, le malattie neurodegenerative e le malattie vascolari del cuore e del cervello.

Attualmente si pensa che le proprietà protettive di questi alimenti siano dovute alla presenza di antiossidanti a basso contenuto molecolare che proteggono le cellule e le loro strutture dai danni ossidativi.

Può darci una semplice raccomandazione per quanto riguarda l’assunzione giornaliera raccomandata?

La FDA raccomanda l’assunzione di 3000 – 5000 unità ORAC di antiossidanti che può essere ottenuta attraverso il consumo di 1 grande tazza di mirtilli. Tuttavia, è difficile raccomandare una quantità ottimale per chiunque, poiché la quantità di antiossidanti necessari all’organismo dipende da vari fattori. La vita moderna ci ha fatto diventare più sedentari e ora abbiamo un minore appetito per il cibo. Quindi, è probabile che consumiamo meno e quindi otteniamo meno antiossidanti dalla nostra dieta. Inoltre, scelte di stile di vita come il fumo o l’elevato inquinamento dell’ambiente possono causare l’ossidazione degli antiossidanti disponibili nel flusso sanguigno.

Il fabbisogno di antiossidanti è collegato all’età?

L’età è un altro grande fattore. Con l’età, perdiamo la capacità di sintetizzare questi composti protettivi in modo naturale e quindi richiediamo un numero maggiore di antiossidanti dalla dieta per compensare la perdita. Ci viene detto di consumarne solo 5 porzioni al giorno, tuttavia, questa raccomandazione è nata dal pensiero che 10 porzioni al giorno rischia di scoraggiare le persone e di rendere irrealistico l’obiettivo, quindi, la regola empirica è quella di puntare ad almeno 5 porzioni al giorno.

Un’ultima domanda: quali sono i suoi piccoli frutti preferiti e come li consuma?

Lavoro a PrepWorld, quindi il mio accesso e consumo di frutta ricca di antiossidanti è regolare. I miei berries preferiti sono le fragole e i lamponi perché hanno un perfetto equilibrio tra dolce e aspro e mi piace consumarli nella loro forma più fresca e cruda. Durante la mia infanzia, mia madre ci forniva deliziose ciotole di macedonia contenenti banane, mele e frutti di bosco (mirtilli e fragole) immerse nella crema pasticcera fresca. Era il mio pasto preferito e nutriente della giornata. È sicuramente un modo per rendere il consumo di frutta più eccitante e creativo.

Per approfondire:

Mockup foto creata da freepik – it.freepik.com

Ti è piaciuto questo articolo?

Vota per rendere Italian Berry sempre più interessante.

Voto medio 5 / 5. Numero voti: 2

Vota per primo questo articolo!

Se ti è piaciuto questo articolo...

seguici sui social media!

One Comment

Comments are closed.