04 dic 2023

Non c'è dialogo tra produttori di berries e grande distribuzione in Regno Unito

235

La continua "discordanza" tra i prezzi praticati dai rivenditori e i costi di produzione potrebbe costringere il Regno Unito a iniziare a importare bacche in quantità maggiori, hanno avvertito i coltivatori. I rivenditori stanno godendo di un aumento delle vendite di bacche, ma non stanno pagando prezzi che tengano il passo con l'aumento dei costi di produzione, sostengono i coltivatori.

Le problematiche sono state evidenziate dall'associazione di settore British Berry Growers, che ha pubblicato i risultati della sua indagine autunnale annuale durante un incontro con i rivenditori questa settimana. L'indagine, condotta su il 50% dei membri di BBG, ha rivelato grandi disparità tra i prezzi al dettaglio e quelli alla fonte, riflettendo le difficoltà affrontate anche dai coltivatori di mele.

Per le fragole, il costo di produzione è aumentato di 18,1 penny per confezione da 400 g dal 2021, secondo una ricerca di Andersons Midland Farm Business Consulting. I prezzi al dettaglio sono aumentati di 27 penny per confezione in questo periodo, un incremento del 14,8%. Tuttavia, i rendimenti medi per i coltivatori sono aumentati solo del 2,3% o 3,6 penny, riferiscono i coltivatori.

Nel caso dei lamponi, i costi di produzione sono aumentati di 21,2 penny per confezione da 200 g, mentre i prezzi al dettaglio sono aumentati di 19 penny per confezione. Tuttavia, i rendimenti medi per i coltivatori sono aumentati solo di 11,4 penny per confezione. Nel frattempo, i rendimenti medi per i mirtilli sono diminuiti di 6 penny per confezione, mentre il costo di produzione è aumentato di 23 penny per confezione e i prezzi al dettaglio sono aumentati di 18 penny per confezione.

Due terzi dei coltivatori nell'indagine BBG hanno dichiarato di avere scarsa fiducia nel futuro, e la fiducia nei loro partner commerciali è stata compromessa. Il presidente di BBG, Nick Marston, ha dichiarato che i coltivatori riferiscono che molti rivenditori acquistano solo in base al prezzo, cosa che ha descritto come "un grande peccato".

"Ha poco senso che i rivenditori aumentino il prezzo per confezione per i consumatori, ma non trasmettano questo aumento ai coltivatori che ne hanno bisogno per coprire i loro crescenti costi di produzione", ha aggiunto. Il settore ortofrutticolo ha bisogno di salvaguardie urgenti, riporta il comitato della Camera dei Lord

I dati di Kantar mostrano un aumento delle vendite in volume di bacche del 7,7% nei cinque mesi scorsi [dal 14 maggio al 1 ottobre 2023], superando la crescita dello 0,8% di tutte le frutta. Le vendite in valore sono aumentate del 11,4% per tutte le bacche, mentre tutte le frutta è cresciuta del 7,8% in valore.

Una forte stagione nel Regno Unito ha trainato una crescita annuale complessiva del 6,3% nelle bacche, ha detto Marston. L'unica bacca in declino era il lampone, che Marston attribuiva a costi del lavoro sproporzionatamente alti che costringono i coltivatori a ridurre la produzione.

Ha avvertito che i rivenditori potrebbero essere costretti a importare bacche su una scala maggiore "se non vediamo miglioramenti nei rendimenti nel Regno Unito", ma avrebbero difficoltà a soddisfare la domanda. "Non c'è altro posto dove andare per importare le quantità di bacche che il Regno Unito effettivamente consuma", ha detto Marston, motivo per cui investire nel settore è così importante.

"Se vediamo effettivamente il declino e il contrarsi della filiera dei piccoli frutti nel Regno Unito, l'intera categoria si ridurrà, il che sarà un enorme costo per l'orticoltura nel Regno Unito, un enorme costo per i coltivatori di bacche nel Regno Unito e anche un enorme costo per voi, i rivenditori", ha aggiunto.

L'associazione di settore ha anche chiesto alcuni cambiamenti chiave nella politica governativa, tra cui un'estensione del programma di visti per lavoratori stagionali, il finanziamento continuato per lo sviluppo e la ricerca e sviluppo del settore, un quadro nazionale di pianificazione per le infrastrutture chiave, compresi i serbatoi di stoccaggio dell'acqua invernale, e un piano aziendale di esportazione dalla produzione del Regno Unito.

"Invitiamo i supermercati a fare la cosa giusta nei confronti dei loro coltivatori e esortiamo il governo a prendere misure urgenti per affrontare le incertezze legate al lavoro stagionale, i rendimenti ingiusti e garantire una crescita a lungo termine", ha detto Marston. "Questo non riguarda solo i coltivatori di bacche: il futuro della sicurezza alimentare nel Regno Unito, la biodiversità e la salute della nostra nazione sono in gioco".

Fonte: The Grocer

Image by xb100 on Freepik


Italian Berry - Tutti i diritti riservati

Potrebbe interessarti anche