27 ott 2023

Marocco in ginocchio: le condizioni climatiche danneggiano il 20% della produzione di lamponi

333

Domenica 22 ottobre 2023 la regione di Gharb/Loukkos ha registrato condizioni meteorologiche estreme con presenza di pioggia accompagnata da forti raffiche di vento talvolta superiori alla soglia dei 100 km/h e sollevamento di polvere. Questa provincia raccoglie il 75% della produzione marocchina di piccoli frutti, e in particolare l'intera produzione di fragole e il 50% della produzione di mirtillo e lampone.

Queste raffiche di vento molto intense accompagnate da polvere hanno avuto conseguenze dannose sulla coltivazione di frutti rossi (fragole, lamponi, mirtilli e more) coltivate in una regione che si estende su 9.000 ettari, di cui l'80% dei tunnel di plastica e delle serre sono stati rimossi.

Danni ingenti agli agricoltori sono stati causati da deformazione e deterioramento delle strutture metalliche (15% dei tunnel), lacerazione della plastica (80% degli appezzamenti), danni ai frutti (perdita fino al 20% della produzione di lamponi) nonché lo sradicamento delle piante.

Si stima che ci vorranno almeno 2-3 settimane per riportare la situazione alla normalità; al momento la produzione disponibile è fortemente ridotta e ci sono aziende che non sono in grado di raccogliere prodotto per il mercato fresco.

Inoltre, un'interruzione di corrente elettrica durata quasi due giorni nella zona di Larache ha aggravato la situazione con la cessazione dell'irrigazione degli appezzamenti, la chiusura delle stazioni di refrigerazione e di esportazione e la perdita di tutto lo stock che si trovava nelle celle frigorifere.

L'associazione interprofessionale simpatizza e mostra solidarietà con le catastrofi e invita tutti gli operatori e le autorità a sostenerli nel superare questo periodo difficile e a rilanciare la campagna su basi solide.


Italian Berry - Tutti i diritti riservati

Potrebbe interessarti anche