Agrion a Fruttinfiore con le cifre e risultati dei piccoli frutti in Piemonte

In Piemonte il comparto dei piccoli frutti sta cavalcando, da oltre quindici anni, un trend di crescita che ha permesso di raggiungere notevoli incrementi percentuali: lampone +61% dal 2006, mora +261% e soprattutto mirtillo +456% rispetto al 2006. Come nel caso dei fruttiferi maggiori anche per i piccoli frutti i maggiori poli produttivi sono collocati tra cuneese (~80%) e torinese (~14%).

La loro diffusione, dapprima limitata agli storici areali di coltivazione, si è progressivamente estesa negli areali dedicati ai fruttiferi maggiori dove hanno sostituito coltivazioni afflitte da problematiche sanitarie ed economiche.

La realizzazione di un impianto competitivo richiede l’accesso a conoscenze su tecniche di coltivazione e corretta scelta varietale. In particolare quest’ultima consente ai produttori di avere a disposizione i materiali migliori e più idonei alle esigenze produttive e commerciali. Per valutare correttamente le caratteristiche delle cultivar è necessario l’allestimento in un unico ambiente di appezzamenti di confronto in modo da poter individuare quelle che superano i “testimoni”.

Per questo, la Fondazione Agrion, ha un’unità operativa impegnata in attività di ricerca su fragola, piccoli frutti presso il Centro Sperimentale di Boves dove sono attivi screening su mirtillo, lampone (unifero e rifiorente) e rovo con l’obiettivo di definire i “punti di forza” e le “criticità” dei materiali a confronto e inserire nelle “Liste di Orientamento Varietale per il Piemonte” quelli più rispondenti alle specifiche esigenze dei mercati di riferimento.

Questi due temi saranno approfonditi in occasione dell’incontro “Piccoli frutti: orientamento varietale e andamento dei consumi” focalizzando l’attenzione sull’evoluzione della diffusione dei piccoli frutti in Piemonte, sulle liste di orientamento varietale e sulle attività di screening attive presso il centro sperimentale della fondazione Agrion.


Advertisements

Ti è piaciuto questo articolo?

Vota per rendere Italian Berry sempre più interessante.

Voto medio 0 / 5. Numero voti: 0

Vota per primo questo articolo!

Se ti è piaciuto questo articolo...

seguici sui social media!