Continua la crescita dei berries negli Stati Uniti con +376M US$

Nel primo semestre 2021 la categoria dei berries (fragole e piccoli frutti) è risultata la categoria del reparto ortofrutta con la maggior crescita a valore nel mercato staunitense, realizzando un incremento di 376 milioni di dollari rispetto al primo semestre del 2020. Sono questi i risultati principali dell’osservatorio di 210 Analytics, IRI e Produce Marketing Association (PMA) sulle vendite al dettaglio negli Stati Uniti.

Negli ultimi sei trimestri la crescita della categoria dei berries è stata regolarmente superiore a quella del reparto ortofrutta in generale, con tassi di variazione che hanno variato tra il 9% e il 16% mentre le vendite di frutta fresca sono aumentate a tassi compresi tra il 3% e l’11%.

Nel solo mese di giugno i berries hanno realizzato un fatturato al dettaglio di $ 686M, pari al 22% dell’intera categoria della frutta fresca. La seconda categoria per ordine di fatturato nel giugno 2021 è quella dei meloni, con vendite totali pari a $ 409M.

Nel giugno 2021 le vendite di berries sono aumentate del 10.4% rispetto al giugno 2020 e del 25.1% rispetto a due anni prima. L’aumento assoluto realizzato dal fatturato dei berries è stato pari a $ 65M nel solo mese di giugno.


Giugno ha portato una continua normalizzazione dei modelli di acquisto di generi alimentari, secondo Jonna Parker di IRI. “La quota dei consumatori che sono ‘estremamente’ preoccupati per la pandemia COVID-19 è scesa al 22% della popolazione. Questo è il livello più basso da quando IRI ha iniziato a tracciare la preoccupazione dei consumatori tra gli acquirenti primari di generi alimentari a metà marzo 2020. La quota ha raggiunto il 67% della popolazione alla fine di marzo 2020”. Questa minore preoccupazione ha fatto sì che i consumatori si sentano più rilassati mentre fanno la spesa in negozio, spendendo un po’ più di tempo ed essendo più aperti alla ricerca di nuovi articoli e idee per i pasti.

I modelli non sono, tuttavia, del tutto tornati alla normalità. Parker aggiunge: “Gli americani stanno ancora cucinando di più a casa, all’80% di tutti i pasti in media, il che spiega la continua alta domanda di cibi e bevande rispetto alla normalità pre-pandemica del 2019. Allo stesso modo, le persone stanno trascorrendo più tempo in negozio rispetto alla maggior parte del 2020, ma la media è ancora in calo di quattro minuti rispetto alla pre-pandemia.”

I consumatori si stanno riavvicinando sempre di più ai ristoranti. A giugno, l’81% degli americani ha acquistato cibo al ristorante, spesso una combinazione di pasti al ristorante (46%), pasti al ristorante all’aperto (17%), takeout (50%) o consegna (20%). Almeno alcuni degli aumenti nei ristoranti in loco stanno sostituendo la consegna o il ritiro di cibo che è diventato molto popolare nel 2020.

I consumatori si aspettano che la spesa per il ritorno a scuola sia grande quest’anno, con il 43% che si aspetta di spendere di più quest’anno rispetto all’anno scorso, oltre al 47% che crede di spendere circa lo stesso. Tra i genitori che fanno acquisti per gli articoli per la scuola, il 43% crede che farà la maggior parte o tutto in negozio e il 42% prevede che spenderà ugualmente in negozio e online. Questo fornisce ai rivenditori di alimentari un’importante opportunità per attirare le persone in negozio mentre si preparano per il prossimo anno scolastico.

Il numero di viaggi in negozio come quota del totale dei viaggi ha continuato a mantenersi stabile a giugno, all’85%. Il 15% dei viaggi effettuati online include il 9% per il ritiro in negozio o sul marciapiede e il 6% per la consegna a domicilio.

Fonte: 210 Analytics

Background photo created by pvproductions – www.freepik.com


Advertisements

Advertisements

Ti è piaciuto questo articolo?

Vota per rendere Italian Berry sempre più interessante.

Voto medio 0 / 5. Numero voti: 0

Vota per primo questo articolo!

Se ti è piaciuto questo articolo...

seguici sui social media!