Banco Fresco rivoluziona la vendita dei piccoli frutti

Banco Fresco, insegna del Gruppo Prosol Compagnia di Gestione Srl super specializzata nel fresco e freschissimo, ha inaugurato a Crema il terzo punto vendita italiano.

Secondo Alessandro Franceschini di myfruit.it la prima impressione che si potrebbe avere è quella di essere all’interno di mercato coperto, con un’ottica prevalentemente gourmet. Ma non è così. O meglio, lo è anche, ma non solo. “Non siamo una boutique. Il nostro obiettivo è potere servire tutti i clienti – sottolinea il direttore generale di Banco Fresco, Riccardo Coppa – Da chi cerca il pomodoro a 14 euro il chilo a chi 2 euro. Essendoci una proposta importante c’è tanta scelta. Non abbiamo primi prezzi, ma  prodotti di ingresso che però devono avere uno standard qualitativo di un certo livello, altrimenti preferiamo non avere prodotto”. 

In questo momento, ad esempio, spicca l’offerta dei mirtilli, di ottima pezzatura, sia sfusi che in cassetta, esclusivamente marocchina, o due referenze di fragole francesi, le pere portoghesi e argentine e via discorrendo.

Per i piccoli frutti le scelte di Banco Fresco sono coraggiose sia per i formati che per le modalità di vendita. I mirtilli e i lamponi vengono offerti in una cassetta del peso di 1 Kg, una scelta particolarmente originale in particolare per i lamponi, che comunque sono disponibili anche nella confezione standard da 125g. Le forniture provengono dai paesi di produzione (Marocco in questo caso) e il prodotto non sembra essere passato da un importatore italiano, a parte per il ribes rosso.

La cassetta in cartone da 1kg è coperta da un foglio di polipropilene: il prodotto, di origine marocchina, è fresco, di buon calibro e sapore.

La scelta più fuori dagli schemi è comunque quella di vendere i mirtilli in rinfusa. Su espositore i frutti sono disposti in modo che il consumatore possa prendere, con un cono di carta, la quantità desiderata e metterla in un sacchetto di plastica che peserà poi su una piccola bilancia vintage, che stampa uno scontrino da mostrare in cassa.

Si tratta di una modalità di vendita di forte impatto visivo e che attira il consumatore: dal punto di vista del prodotto, i mirtilli risultano soffrire l’eccessiva manipolazione e sono presenti frutti ammaccati, rotti. Per mantenere i mirtilli a standard accettabili è sicuramente necessaria un cura particolare da parte del personale.

I prezzi per i mirtilli sono di Eur 14.80/kg per il rinfusa libero servizio e Eur 11.80 per la confezione da 1 kg (prezzi rilevati nel punto vendita di Torino il 26/04/2021 dall’Osservatorio Piccoli Frutti di Myfruit.it)

Banco Fresco mette quindi in campo un’offerta originale sia per lamponi che per mirtilli, a prezzi che sono da considerarsi nella fascia medio-bassa per questo periodo dell’anno. Tuttavia non mancano le problematicità derivanti dalla libera manipolazione dei mirtilli venduti in rinfusa, che non si presentano senza difetti.

Leggi anche:

Advertisements

Il punto di vista di Alessandro Franceschini su myfruit.it.

Advertisements

Ti è piaciuto questo articolo?

Vota per rendere Italian Berry sempre più interessante.

Voto medio 4.5 / 5. Numero voti: 2

Vota per primo questo articolo!

Se ti è piaciuto questo articolo...

seguici sui social media!