Snack e nuove occasioni d’acquisto spingono i berries in Europa

Il 10 dicembre si è tenuta la prima edizione online del Global Berry Congress, che ha offerto un forum virtuale a più di 550 professionisti del settore dei berries per connettersi, discutere idee e fare affari, offrendo al contempo un programma di presentazioni di esperti e sessioni di panel incentrate sul tema della sostenibilità.

Davide Perotto, consumer insight director di Europanel, ha dato il via ai lavori con una panoramica del mercato europeo dei berries, compreso l’impatto di Covid-19. Nonostante l’ambiente difficile, ha rivelato, la categoria ha visto una forte crescita durante tutto l’anno.

Fattori di crescita

“Finora, nel 2020, abbiamo visto quasi 1 milione di nuovi acquirenti acquistare piccoli frutti”, ha detto. Tuttavia, i fattori di crescita variano in modo significativo per ogni tipo di frutto, ha spiegato.

“Se considerassimo la categoria totale isolatamente, potremmo dedurre che la maggior parte della crescita del fatturato deriva da prezzi più alti o da un aumento dell’incidenza delle referenze premium”, ha detto. Tuttavia, osservando i diversi tipi di bacche, vediamo che questa maggiorazione avviene quasi esclusivamente all’interno delle fragole”. Sono di gran lunga il segmento più grande della categoria, quindi qualsiasi cambiamento nelle loro prestazioni avrà un impatto maggiore a livello totale”.

image 1 of Tesco Finest Blueberries 150G Class 1
Mirtilli della linea premium “Finest” di Tesco, confezionati in cestino termosaldato da 150g

Ciò che è particolarmente interessante, ha detto, sono i driver di crescita per gli altri tipi di bacche. “I mirtilli stanno crescendo in modo generalizzato“, ha dichiarato, “reclutando nuovi acquirenti ma anche guidando un aumento dei consumi. Per le more e i lamponi, in realtà è la diminuzione del prezzo medio pagato che fa aumentare i consumi, soprattutto per le more. Le more rimangono stabili, quindi sono gli acquirenti esistenti che acquistano più frequentemente e in quantità maggiori”.

Nuove abitudini d’acquisto

I mirtilli sono il motore della categoria delle bacche in tutta Europa, ha detto Perotto, soprattutto in termini di volumi. Strumentale nella crescita dell’intera categoria è stata l’influenza della pandemia sulle abitudini di consumo, ha rivelato.

Durante il lockdown sono aumentate le occasioni di consumo domestico e di snack a casa durante la giornata

A causa dell’isolamento, ha dichiarato, sono state create altre sei occasioni per i pasti a domicilio a settimana. “Lo spuntino, è chiaro, è il più grande motore della crescita“, ha aggiunto. Lavorare da casa rende molto più facile aprire la credenza, mettere su il bollitore e fare uno spuntino”. Credo che questo abbia contribuito in modo significativo all’aumento dei frutti di bosco grazie alla loro natura molto appetitosa”.

i Trend in Italia

Nel nord Europa, ha detto, il consumo era in pieno boom, guidato principalmente da mirtilli e more, mentre nel sud Europa il consumo sembrava in evoluzione.

“Gli acquirenti francesi e spagnoli stanno passando dalle fragole ad altri tipi di frutti di bosco”, ha detto, “anche se acquistano anche quelli meno frequenti. I frutti di bosco stanno forse diventando più un piacere occasionale o un ingrediente per la cottura al forno? Gli acquirenti italiani si sono innamorati dei lamponi nel 2020, il che ha spinto l’acquisto di frutti di bosco in tutti i tipi. Tuttavia, questo ha anche significato che hanno fatto acquisti nella categoria molto meno frequenti. Potenzialmente, l’Italia ci sta mostrando uno sguardo sul futuro di ciò che potrebbe accadere in Francia e in Spagna, ma solo il tempo ce lo dirà”.

Recessione e investimenti

Con la recessione che si profila all’orizzonte, Perotto ha avvertito che la riduzione degli investimenti non è un’opzione praticabile per le aziende e i marchi a lungo termine.

Advertisements

Mantenere se non aumentare gli investimenti durante un periodo di recessione è l’unico modo per continuare a crescere nonostante le difficili circostanze“, ha detto. “Se si riesce a conquistare quote di mercato in questo momento, le possibilità di trasformarle in crescita a lungo termine sono molto più alte”.

Fonte: Fruitnet

Food vector created by macrovector – www.freepik.com / Background photo created by dashu83 – www.freepik.com

Ti è piaciuto questo articolo?

Vota per rendere Italian Berry sempre più interessante.

Voto medio 0 / 5. Numero voti: 0

Vota per primo questo articolo!

Se ti è piaciuto questo articolo...

seguici sui social media!