Lamponi e more sono gemelli diversi?

Daniela Segantini è agronomo con un Ph.D. in Orticoltura rilasciato dalla ‘Universidade Estadual Paulista’, UNESP, Brasile ed ha esperienze professionali in primari contesti internazionali.

In questa breve intervista ci spiega come mai lamponi e more sono più simili di quanto si creda normalmente.

Che differenza c’è tra more e lamponi dal punto di vista botanico?

Le varietà commerciali di more e lamponi sono rispettivamente tetraploidi (4x) e diploidi (2x), entrambi appartengono alla famiglia delle Rosaceae e al genere Rubus. Le specie di more e lamponi sono diffuse in tutto il mondo, dalle zone artiche a quelle tropicali. Le more sono normalmente di colore nero intenso, mentre i lamponi hanno una vasta gamma di colori come giallo, arancio, rosso, rosa e nero.

Dal punto vista orticolo qual è la principale differenza?

Nelle more (sottogenere Eubatus) il ricettacolo viene raccolto con il frutto, mantenendone l’integrità, mentre nei lamponi (sottogenere Idaeobatus) il ricettacolo rimane sulle piante e l’integrità del frutto è mantenuta dalla presenza di piccoli peli che trattengono il frutto insieme dopo la sua rimozione/raccolta.

Ma la scienza ci dice anche che lamponi e more non sono così diversi come sembra.

La divisione del genere Rubus in 2 grandi gruppi, lamponi e more, è preziosa dal punto di vista orticolo e commerciale, tuttavia le tecniche molecolari hanno dimostrato che, tassonomicamente, questa divisione è artificiale. Le specie di more hanno tratti simili con i lamponi, specialmente nei genotipi eretti. Alcuni studi hanno suggerito che in natura esiste un movimento probabilmente continuo di geni dal lampone alla mora.

Leggi l’articolo completo su FoodHub: Tecnologie genetiche al servizio del miglioramento dei piccoli frutti

Il portale FoodHub sull’innovazione agroalimentare offre informazione e formazione per trasferire l’innovazione sostenibile nell’agrifood. Ha l’obiettivo di diventare la prima community in Italia a promuovere l’informazione e la formazione di tutti gli stakeholder del settore agroalimentare.

Foto credit: Food photo created by 8photo – www.freepik.com

Ti è piaciuto questo articolo?

Vota per rendere Italian Berry sempre più interessante.

Voto medio 0 / 5. Numero voti: 0

Vota per primo questo articolo!

Se ti è piaciuto questo articolo...

seguici sui social media!