Colombia, 1000 ettari di mirtillo entro il 2021

Gli alti livelli di investimenti esteri stanno alimentando un’impennata di nuovi impianti di mirtilli

Secondo l’associazione di produttori di mirtilli Asocolblue, le esportazioni colombiane di mirtilli sono in corso per raggiungere il record di 1,5 milioni di dollari entro la fine del 2020.

Le spedizioni fino alla fine di agosto 2020 sono ammontate a 866.529 dollari, in aumento rispetto ai 1.323 dollari del periodo precedente.

L’aumento riflette la rapida espansione della superficie coltivata, che è passata da 50 ettari dieci anni fa a più di 550 ettari oggi.

Questo è alimentato da alti livelli di investimenti da parte di aziende cilene e nordamericane, attratte dalla capacità della Colombia di coltivare la frutta tutto l’anno.

Le prime piante di mirtilli sono arrivate nel paese due decenni fa dagli Stati Uniti, ma la produzione commerciale è iniziata solo circa sei anni fa.

Asocolblue stima che la produzione raggiungerà i 1.000 ettari entro la fine del 2021.

Secondo l’ente di promozione commerciale ProColombia, la Colombia punta a posizionarsi tra i primi dieci esportatori di mirtilli nel mondo. Il settore punta a riempire le finestre tra il raccolto cileno e quello statunitense.

Foto: Asocolblue

Fonte: Colombian blues making good progress

Ti è piaciuto questo articolo?

Vota per rendere Italian Berry sempre più interessante.

Voto medio 0 / 5. Numero voti: 0

Vota per primo questo articolo!

Se ti è piaciuto questo articolo...

seguici sui social media!