Argentina blueberries mirtillo

Argentina, iniziata la stagione mirtilli

L’Argentina fino a qualche anno fa era per il mercato globale dei mirtilli un fornitore chiave del periodo autunnale. Negli ultimi anni, con la forte espansione della produzione peruviana, l’Argentina è passata strategicamente in secondo piano.

Nel 2019/2020 l’83% delle spedizioni verso l’Europa continentale sono state effettuate via aerea, in particolare in ottobre e novembre. Questi due mesi hanno infatti concentrato il 71% delle spedizioni verso l’Europa.

Secondo l’ABC (Argentina Blueberry Committee) “quest’anno l’attenzione si concentrerà sul continuare a puntare sulla qualità della frutta e sul suo sapore distintivo, qualità che sono apprezzate in molti mercati. Si concentrerà anche sulla crescita della produzione e della spedizione di mirtilli biologici.”

Questa stagione le prime spedizioni di mirtilli dall’Argentina sono iniziate in giugno, ma la stagione di export regolare inizia normalmente in agosto, con picco in autunno.

La stagione 2020/21 ha debuttato nel Regno Unito, che ha ricevuto 18 tonnellate nelle prime due settimana di agosto, con un anticipo rispetto all’anno precedente. Questo è stato determinato principalmente dalla possibilità di reagire velocemente con spedizioni via aerea alle richieste di mercato, che in quel periodo iniziava a vedere i primi problemi di qualità sul mirtillo dalla Polonia. Nella stagione precedente nello stesso periodo erano state spedite in Regno Unito solo 3 tonnellate di mirtilli dall’Argentian.

Gli arrivi in Europa continentale (principalmente Paesi Bassi) invece sono stati molto sporadici e di lieve entità (2 tonnellate complessive) finora. Nella stagione 2019/20 nello stesso periodo erano state consegnate 10 tonnellate.

Tutto il mirtillo arrivato finora in Regno Unito e Europa è stato trasportato via aerea, mentre le prime spedizioni via mare giungeranno nella settimana 35 (ultima settimana di agosto). Questo rispecchia lo stesso calendario della stagione passata.

L’Europa continentale rappresenta per l’Argentina la seconda destinazione per quantità esportate e nella stagione 2019/20 ha assorbito il 32% delle esportazioni, contro il 56% destinato agli Stati Uniti.

Nella scorsa stagione il 76% delle spedizioni di mirtillo argentino sono state effettuate via aerea. Nel maggio scorso era stato lanciato un grido d’allarme da parte dei produttori argentini che, a causa della crisi dei trasporti aerei causata dal Covid-19, vedeva a serio rischio l’esportazione della prima parte della stagione. Infatti a causa dei ridotti volumi le esportazioni di mirtilli argentini viaggiano normalmente sugli aerei passeggeri, il cui traffico è stato drasticamente ridimensionato in questi ultimi mesi.

Vuoi approfondire con altri contenuti sull’Argentina?

Continua la lettura su Italian Berry!

Argentina BlueBerry

Ti è piaciuto questo articolo?

Vota per rendere Italian Berry sempre più interessante.

Voto medio 0 / 5. Numero voti: 0

Vota per primo questo articolo!

Se ti è piaciuto questo articolo...

seguici sui social media!

One Comment

Comments are closed.