Scoperto il segreto della bacca di colore blu metalizzato

Si pensa che i colori dei frutti carnosi servano principalmente ad attirare gli animali che aiutano a disperderne i semi, e la comprensione delle origini e della diversità dei colori dei frutti carnosi fornisce una visione delle interazioni ecologiche tra le piante e i loro disperdenti.

Il viburno tino (Viburnum tinus della famiglia delle Adoxaceae) è un arbusto originario della regione mediterranea che oggi viene coltivato in tutto il mondo. Produce un gran numero di frutti blu metallizzati durante tutto l’anno. Anche se molti uccelli disperdenti consumano frutti di V. tinus, questi servono come fonte di cibo particolarmente importante per gli uccelli durante l’inverno,

Mentre il notevole aspetto blu metallico dei frutti del V. tinus è comunemente noto e precedentemente riportato, il meccanismo con cui tale colore blu viene prodotto non è stato chiarito. In una revisione della letteratura precedente, il colore del V. tinus è stato attribuito alla presenza di pigmenti antociani.

Uno studio apparso su Current Biology ripreso da Science spiega perché i flutti delle piante di laurustinus (Viburnum tinus), sono caratterizzati da un blu davvero particolare, di tipo metallico.

Pur non essendo commestibili, questi frutti “blu metallizzati” hanno infatti riscosso l’interesse di un team di ricercatori che li hanno analizzati al microscopio elettronico per capire come sono strutturati internamente.

E non sono riusciti a trovare alcun pigmento blu, come potrebbe sembrare di primo acchito guardando un frutto del genere, solo una strana struttura fatta di strati e macchie.

Queste ultime sono piccole gocce di grasso che riescono a riflettere la luce blu. Si tratta di un particolare fenomeno, conosciuto anche come “colore strutturale” che si verifica perché sotto le stesse goccioline di grasso c’è un altro strato pigmentale di colore rosso scuro. Ed è proprio quest’ultimo ad assolvere la lunghezza d’onda necessaria affinché lo strato superiore appaia con un colore così blu e intenso, quasi metallizzato.

Per averne certezza ridurre gli scienziati hanno eseguito anche simulazioni al computer e hanno avuto la conferma che questa struttura spiega effettivamente la caratteristica sfumatura blu dei frutti di laurustinus. Questi frutti sono molto apprezzati dagli uccelli, proprio perché ricchi di grassi.

Fonte: Notizie Scientifiche.it

Vuoi saperne di più su altri piccoli frutti?

Ti è piaciuto questo articolo?

Vota per rendere Italian Berry sempre più interessante.

Voto medio 5 / 5. Numero voti: 1

Vota per primo questo articolo!

Se ti è piaciuto questo articolo...

seguici sui social media!