Huelva: più superficie per mirtilli e more, calo lamponi

Nella provincia spagnola di Huelva, per la prima volta, il frutto ha superato i lamponi, che in questa stagione hanno subito una riduzione della loro coltivazione. Incremento della superficie anche per le more, in crescita del +3%.

La fase di piantagione dei frutti rossi nella provincia di Huelva mostra una superficie totale piantata nella provincia di 11.802 ettari per la stagione 2022/2023, una cifra molto simile agli 11.740 ettari di frutti rossi piantati lo scorso anno, con un piccolo aumento dello 0,53%.

L’Associazione dei produttori ed esportatori di fragole e frutti rossi di Huelva, Freshuelva, ha reso noto che, secondo i dati forniti dalle aziende associate, la superficie coltivata a fragole ammonta a 6.295 ettari, il che rappresenta un aumento del 2% rispetto ai 6.167 ettari coltivati a fragole nella scorsa stagione.

Le alte temperature e la mancanza di pioggia durante il mese di ottobre hanno fatto sì che il reimpianto sia quasi terminato alla fine di novembre e in alcuni casi è stato necessario reimpiantarne quasi il 20%. Questo, a sua volta, causerà un ritardo nella raccolta delle piante di novembre rispetto alle prime piantate in ottobre, oltre a un notevole aumento dei costi di impianto.

a huelva aumenti per more e mirtilli, in calo invece il lampone

La stessa crescita del 2% è stata registrata dal mirtillo, che è passato da 3.532 ettari piantati la scorsa stagione a 3.602 quest’anno. L’attuale diversità delle varietà di mirtillo consente di produrre a dicembre per le festività natalizie e di guadagnare quote di mercato rispetto alla produzione di Paesi come il Cile e il Perù.

Questa coltura di mirtilli sta consolidando la sua posizione di seconda bacca più importante della provincia dopo la fragola, nonostante anche in questo caso debba affrontare una forte concorrenza da parte di Paesi terzi, più accentuata nei mesi primaverili. Anche la superficie dedicata alla mora ha registrato un aumento, in questo caso del 3%, anche se ciò significa solo un incremento da 139 a 143 ettari piantati. In questo caso, sono state inserite nuove varietà che consentono di produrre praticamente tutto l’anno.

Il dato più negativo riguarda il lampone, la cui superficie piantata è diminuita anche per questa stagione, questa volta del 7,5%, per cui saranno in produzione 1.762 ettari rispetto ai 1.902 dello scorso anno. Il lampone è il frutto rosso più colpito dalla concorrenza di colture extracomunitarie, che competono sui mercati europei in condizioni di disparità, come Freshuelva ha ripetutamente denunciato all’amministrazione spagnola ed europea. Questa situazione ha portato molti produttori di Huelva a optare per altre bacche, data la scarsa redditività.

Freshuelva ha sottolineato che questi dati dimostrano che continua l’impegno nella diversificazione delle colture che ha caratterizzato le ultime stagioni, con fragole e mirtilli come principali esponenti, garantendo così la presenza dei frutti di bosco di Huelva sui mercati praticamente tutto l’anno.

Advertisements

Il settore dei frutti rossi si trova ad affrontare una nuova stagione afflitta da incertezze e situazioni avverse, soprattutto a causa della persistente siccità in tutto il Paese e dell’inarrestabile aumento dei costi essenziali come l’energia e i fattori di produzione. A tutto ciò si aggiunge l’imprevedibilità del clima che, per il momento, ha già influenzato negativamente il settore nella fase di semina, soprattutto a causa delle alte temperature e della mancanza di pioggia.

Fonte: Blueberries Consulting
Blueberries Consulting è parte del network globale di Italian Berry

Foto: Asoex

Ti è piaciuto questo articolo?

Vota per rendere Italian Berry sempre più interessante.

Voto medio 0 / 5. Numero voti: 0

Vota per primo questo articolo!

Se ti è piaciuto questo articolo...

seguici sui social media!