Premiata la joint venture cinese tra Driscoll’s e Costa

La joint venture di mirtilli di Costa e Driscoll’s in Cina ha vinto l’Impact Award di quest’anno agli Asia Fruit Awards, annunciati questa settimana.

La joint venture, che è stata fondata nel 2015, comprende quasi 300 ettari di mirtilli nella provincia dello Yunnan, nel sud della Cina.

L’Impact Award riconosce una persona, un’azienda o un’organizzazione che ha dato un contributo significativo allo sviluppo del business dei prodotti freschi in Asia.

Annunciando il vincitore, l’editore di Asiafruit John Hey ha detto che la JV Costa ha portato in Cina tecnologie di coltivazione delle bacche, varietà e competenze agricole leader nel mondo.

“Questi investimenti hanno contribuito a stabilire dei punti di riferimento in termini di standard di qualità e di realizzazione dei prezzi per i frutti di bosco coltivati in Cina. Le bacche coltivate nello Yunnan dai partner vengono vendute costantemente a prezzi molto più alti delle bacche importate in Cina, offrendo un’esperienza di qualità superiore ai consumatori cinesi”, ha detto il signor Hey.

Oltre al suo impatto sul mercato, la JV è stata riconosciuta per il suo impatto sociale ed economico in termini di riduzione della povertà nelle comunità in cui opera.

“Lo sviluppo della produzione di bacche di alto valore nello Yunnan ha creato una filiera produttiva di cui le comunità locali possono beneficiare in termini di creazione di posti di lavoro e di reddito degli agricoltori”.

Peter McPherson, direttore generale di Costa Berries International (nella foto), ha detto che è stato un grande onore e privilegio vincere l’Impact Award.

“Nell’arco di cinque o sei anni, siamo riusciti a stabilire un significativo business di bacche integrato verticalmente, in cui abbiamo utilizzato la reputazione di Costa e Driscoll’s come coltivatori e commercializzatori di bacche di alta qualità”, ha detto McPherson.

“Questo ha incluso la creazione di piantagioni di bacche in substrato e protette nella provincia dello Yunnan, nel sud della Cina. Costa ora opera in quattro località principali di coltivazione, con quasi 300 ettari piantati e altri in fase di sviluppo mentre parliamo.

“Quello che è stato raggiunto fino ad oggi è un grande merito per tutte le persone coinvolte.

“Ci siamo impegnati a lavorare in modo cooperativo e armonioso con le parti interessate, compresi i funzionari governativi, i dipendenti, i villaggi locali e la comunità circostante. Abbiamo anche lavorato a stretto contatto con le autorità locali per garantire che ciò che stiamo facendo porti benefici alle comunità locali. In particolare, aiutando ad alleviare la povertà attraverso la fornitura di un’occupazione continua”.

McPherson ha ringraziato Asia Fruit Logistica e Asia Fruit Magazine per aver organizzato gli Asia Fruit Awards.

“Entrambe le organizzazioni meritano un enorme credito per tutto quello che hanno fatto per promuovere l’industria dei prodotti freschi in Asia”.

Advertisements

Fonte: Costa


Ti è piaciuto questo articolo?

Vota per rendere Italian Berry sempre più interessante.

Voto medio 0 / 5. Numero voti: 0

Vota per primo questo articolo!

Se ti è piaciuto questo articolo...

seguici sui social media!