Consumo di mirtilli in aumento nei Paesi Bassi

Il consumo di mirtilli nei Paesi Bassi è in aumento. L’anno scorso il volume acquistato dalle famiglie olandesi è aumentato di quasi il 40%. I dati relativi alle importazioni e alle esportazioni mostrano inoltre che i Paesi Bassi sono sempre più una stazione di transito per i mirtilli, soprattutto dal Sud America verso altre destinazioni europee.

Il mirtillo è classificato al 7° posto nella top 10 della spesa delle famiglie olandesi per la frutta fresca. Questo è riportato dall’analista di mercato Wilco van den Berg di GroentenFruit Huis sulla base dei dati del GfK Huishoudpanel.

Il numero di nuovi acquirenti di mirtilli nei Paesi Bassi è ancora in forte aumento. Nel 2015, circa il 26% delle famiglie ha acquistato mirtilli una volta o regolarmente. Nel 2019 questo era già il 45 per cento. L’anno scorso il volume dei mirtilli acquistati dalle famiglie olandesi è aumentato di quasi il 40%. Oltre ai nuovi acquirenti, l’aumento può essere spiegato, secondo l’analista di mercato della GroentenFruit House, anche dagli acquirenti esistenti che acquistano sempre più spesso e sempre più alla volta”.

Famiglie con bambini

Nei profili degli acquirenti del pannello GfK Household Panel, le persone singole e i nuclei famigliari con due persone e due redditi sono i migliori. Ma secondo Van den Berg, anche le famiglie con bambini acquistano più mirtilli ed è proprio questo segmento che rappresenta una quota di volume relativamente grande.

Een afbeelding van AH Biologisch Blauwe bessen
Mirtilli biologici in vendita da Albert Heijn

La superficie di mirtilli cresce fortemente nei Paesi Bassi e in Europa

I mirtilli sono popolari e noti per le loro proprietà salutari, l’addetta al marketing di abbGrowers Jeannette Westdorp spiega il crescente consumo. “Sempre più consumatori lo scoprono, questo è ovvio. AbbGrowers è un’azienda di coltivazione e commercio di mirtilli e asparagi con sede a Horst nel Limburgo.

Westdorp ci dice che la stagione della raccolta dei mirtilli olandesi va da giugno a settembre. Per l’approvvigionamento di mirtilli al di fuori della stagione del raccolto, i rivenditori olandesi dipendono in particolare dalle importazioni dal Sud America.

Aumento sostanziale delle importazioni

I dati di Eurostat e GroentenFruit Huis mostrano che l’importazione di mirtilli è aumentata da 18 milioni di chili a quasi 76 milioni di chili nel periodo dal 2015 al 2019. I paesi di origine più importanti sono il Perù (33 per cento), il Cile (25 per cento) e la Spagna (16 per cento).

La crescita delle importazioni continuerà nel 2020. Nei primi cinque mesi di quest’anno sono stati acquistati all’estero altri 38 milioni di chili di mirtilli. In termini di volume, da gennaio a maggio questo è il 14 per cento in più rispetto al 2019.

Una gran parte dei mirtilli importati viene successivamente esportata dai Paesi Bassi in altri paesi europei, dice Van den Berg. Le esportazioni olandesi sono aumentate negli ultimi cinque anni da 13 milioni di chili a più di 64 milioni di chili nel 2019. L’anno scorso l’esportazione di mirtilli ha rappresentato un valore economico di quasi 437 milioni di euro.

35 milioni di chili di mirtilli esportati

Nel 2019, i clienti più importanti per i mirtilli venduti dai Paesi Bassi sono stati la Germania (47%), il Regno Unito (8%) e il Belgio (8%). Nei primi cinque mesi di quest’anno sono stati venduti quasi 35 milioni di chili di mirtilli ad altri paesi europei. Si tratta del 16 per cento in più rispetto all’anno scorso nello stesso periodo.

Andamento Superficie

La superficie dei mirtilli nei Paesi Bassi è passata da 530 ettari a 920 ettari negli ultimi dieci anni, secondo i dati della CBS. Dal punto di vista europeo, anche la coltivazione del mirtillo è in forte espansione. I grandi paesi europei produttori di mirtilli sono la Polonia, la Germania e la Spagna. I Paesi Bassi sono al quinto posto in Europa dopo il Portogallo in termini di superficie.

Leggi anche:

Ti interessa approfondire i Paesi Bassi?

Leggi altri articoli su produzione, consumo e commercio olandese,

Fonte: Nieuwe Oogst

Ti è piaciuto questo articolo?

Vota per rendere Italian Berry sempre più interessante.

Voto medio 0 / 5. Numero voti: 0

Vota per primo questo articolo!

Se ti è piaciuto questo articolo...

seguici sui social media!