Naike, la nuova varietà di mirtillo sviluppata in Argentina

La prima varietà di mirtillo commerciale sviluppata in Argentina è stata registrata presso l’Instituto Nacional de Semillas (INASE).

Naike è stata selezionata tra 20.000 nuovi genotipi nell’ambito del programma di miglioramento varietale, una collaborazione tra la Facoltà di Agronomia dell’Università di Buenos Aires (Fauba) e il coltivatore-esportatore EarlyCrop di Tucumán.

Secondo Gustavo Schrauf, professore del dipartimento di genetica di Fauba, a breve saranno registrate altre due varietà.

Naike è stata selezionata per l’elevata produttività, la favorevole finestra di commercializzazione, la lunga durata post-raccolta e il gusto eccezionale. “È stata sviluppata per l’area di Tucumán, dove il suo picco di produzione coincide con la finestra di vendita più redditizia sui mercati internazionali – principalmente gli Stati Uniti, anche se la domanda in Cina ha iniziato a crescere”, dice Schrauf. “Inoltre, in questa zona di Tucumán si ottiene un rendimento doppio rispetto ad altre regioni del paese”.

Nelle prove, Naike ha prodotto rese superiori del 10-15% rispetto alle varietà commerciali utilizzate come controllo. Ma Schrauf avverte che sono necessarie ulteriori valutazioni in diversi ambienti produttivi.

Fauba ha lanciato il programma di miglioramento varietale nel 2009. “Il nostro obiettivo è quello di ottenere varietà adatte alle condizioni di coltivazione locali, con un buon sapore (che combini alto brix e bassa acidità), un’adeguata dimensione delle bacche, un’alta resa e una lunga durata di conservazione, dato che il 90% della produzione di mirtilli dell’Argentina viene esportato nell’emisfero nord, per lo più via mare”, spiega Pablo Peralta, il professore e ricercatore del dipartimento di genetica che supervisiona il programma. “Naike soddisfa tutti questi requisiti”.

Il responsabile tecnico di EarlyCrop, Luis Taquini, afferma che lo sviluppo di varietà di alta qualità contribuirà anche a consolidare le vendite nel mercato locale, dove il consumo continua a crescere costantemente.

Il programma seleziona il materiale genetico delle varietà Southern Highbush per la micropropagazione presso lo stabilimento di Fauba a Buenos Aires. Una volta propagate, le piantine vengono trasferite a Tucumán per la semina e la valutazione.

Fauba sta già valutando diverse altre varietà promettenti, che spera di registrare nei prossimi anni. “Prima della fine dell’anno registreremo altre due cultivar di mirtilli, selezionate per la loro resa e per le grandi dimensioni delle bacche”, afferma Schrauf.

“Pensiamo che una di queste cultivar si adatterà molto bene alla zona produttiva di Entre Ríos, con rese superiori a quelle ottenute da altri materiali al momento”. L’altra cultivar ha un ciclo diverso ed è più tollerante alle gelate tipiche di quella regione”.

Fonte: Fruitnet

Ti è piaciuto questo articolo?

Vota per rendere Italian Berry sempre più interessante.

Voto medio 1 / 5. Numero voti: 2

Vota per primo questo articolo!

Se ti è piaciuto questo articolo...

seguici sui social media!