raspberries

Come la Georgia sta investendo nelle colture protette per more e lamponi


Jorge Duarte, un agronomo portoghese che consiglia i coltivatori di bacche, è stato assunto dal programma agricolo di USAID in Georgia per consigliare i coltivatori locali. Dopo una serie di seminari online nel 2020, ha visitato due volte le piantagioni di bacche in Georgia in aprile e luglio 2021. Poiché Jorge ha una vasta esperienza di lavoro con le bacche in Marocco, Egitto, Romania, Spagna, Italia, Turchia, gli esperti georgiani di EastFruit hanno discusso con lui lo stato attuale e le prospettive della produzione di mirtilli in Georgia.

Cosa può dirci del settore dei lamponi e delle more in Georgia?

La tendenza principale è che i lamponi e le more sono piantati in campo aperto in Georgia. Secondo la mia esperienza, non è la scelta migliore per il mercato fresco. Di solito, le bacche in campo aperto vengono vendute al settore della trasformazione, poiché la produzione in campo aperto apre le porte a varie malattie, scottature e muffe sulla frutta, che la rendono meno preziosa per il mercato fresco. Tutti questi problemi legati al clima riducono il potenziale di produzione e le rese commerciabili. Le bacche per i mercati freschi sono prodotte in tunnel per una protezione dalla pioggia, dalla luce diretta del sole, dai parassiti e dalle malattie.

La maggior parte delle varietà, come Nova, Caroline, Himbo Top, e Tulamagic (varietà primocane) che ho visto in Georgia sono vecchie. Solo recentemente il programma USAID Agriculture ha introdotto ai coltivatori nuove varietà come la primocane Amira, che può essere raccolta in autunno e in primavera. Le varietà precoci sono importanti perché l’estate è calda nelle regioni dove si piantano lamponi e more in Georgia. La temperatura è alta, sopra i 30 gradi Celsius, e l’umidità è bassa, sotto il 50% in estate. Queste condizioni non sono favorevoli alla produzione di bacche. Dal mio punto di vista, il miglior clima per la raccolta estiva in Georgia è nella regione di Guria a causa dell’umidità proveniente dal Mar Nero e della temperatura più mite, nonché del clima più morbido. Pertanto, sarebbe ideale per la Georgia produrre lamponi e more in primavera e in autunno in tunnel e reti ombreggianti per migliorare la qualità e le rese. L’aggiunta della produzione primaverile e autunnale alla stagione di produzione principale in estate e un buon mix di varietà permettono di essere presentati sugli scaffali dei supermercati per un tempo più lungo e di assicurarsi contratti a lungo termine

Come possono gli agricoltori georgiani migliorare la qualità ora?

Possono iniziare con l’installazione di reti ombreggianti nei frutteti per evitare gli effetti negativi del sole. Questa è una cosa di cui stiamo già discutendo con i coltivatori, ma non hanno ancora iniziato a investirci. Secondo le mie informazioni, pochi fornitori lavorano sul mercato georgiano, il che rende difficile importare materiali o rende le importazioni troppo costose. Avere reti ombreggianti è solo una cosa per migliorare la qualità ora. Non è la soluzione definitiva.

Un altro punto è l’alto livello di pH nel terreno. È difficile far crescere le piante sopra il livello di pH 8 senza correggere il terreno perché la maggior parte delle sostanze nutritive sono assorbite dai livelli di pH 6-7 del terreno. La maggior parte dei terreni non sono modificati con zolfo elementare per abbassare i livelli di pH in Georgia. Questo dovrebbe essere fatto un minimo da 6 a 12 mesi prima di piantare per creare una reazione e regolare lo spostamento del pH nel suolo. Oltre a questo, i coltivatori devono usare fertilizzanti più acidi, come nitrato di ammonio, solfato di ammonio e fosfato monoammonico per mantenere un pH più basso nella zona delle radici. Questo include anche l’acidificazione dell’acqua d’irrigazione a causa degli alti livelli di bicarbonato in essa contenuti che crea un forte tampone nel livello di pH e di conseguenza nel suolo della zona radicale.

Quando si parte da zero, ovviamente, la chiave del successo è avere un piano corretto fin dall’inizio. Si dovrebbe iniziare con la scelta di varietà adatte alla Georgia da raccogliere in primavera e in autunno e la costruzione di tunnel specifici per ogni varietà.

Vorrei anche consigliare agli agricoltori di piantare più piantine per ettaro di quelle che vengono piantate ora. Normalmente si piantano da 12000 a 16000 piantine per ettaro, ma questo numero è di 6000-7000 in Georgia. Questo sistema era usato negli Stati Uniti e in Europa 20-30 anni fa, allora gli agricoltori avevano più spazio tra le piante perché le coltivavano in fasci. Oggi si piantano da 3 a 4 piante in un metro lineare come una singola pianta, con un sistema a traliccio in Europa.

I coltivatori georgiani che ho visitato usano un sistema a traliccio, ma la distanza tra le piante è di 0,75 o 1 m invece di 0,25 o 0,33 m. Poiché il vecchio sistema è usato soprattutto con varietà floricole in Georgia che danno frutti solo dopo il primo anno nel terreno, le piante si moltiplicheranno dai polloni delle radici, aumentando la densità dei frutteti, ma per raggiungere rese più elevate, i coltivatori dovrebbero iniziare con un numero maggiore di piante.

È possibile ridurre i costi quando si produce per la lavorazione?

Per ridurre i costi, le bacche vengono raccolte a macchina. La raccolta a mano sarà sempre più costosa, tuttavia, non possiamo evitare la raccolta a mano, quando ci rivolgiamo al mercato fresco. Allo stesso tempo, la carenza di manodopera è già un problema in Georgia. Quando si lavora con il mercato fresco, ci sarà una certa percentuale di frutta non condizionata che andrà comunque in lavorazione, quindi il costo della raccolta a mano dovrebbe essere considerato.

Quando si raccolgono per la lavorazione, i coltivatori possono lasciare i frutti sulle piante per un periodo più lungo e raccoglierli in una sola volta, in questo modo il costo della manodopera è inferiore, tuttavia, le bacche per la lavorazione sono anche molto più economiche, i coltivatori dovrebbero considerare i requisiti degli acquirenti. In Portogallo, se si raccolgono le more per il mercato fresco, si possono raccogliere in media 3-4 kg in un’ora, ma per la lavorazione, si possono raccogliere 10-12 kg, secondo i dati di raccolta dei coltivatori del settore.

Qual è il suo consiglio ai coltivatori o a coloro che hanno intenzione di investire in questo settore?

Acquisire conoscenze prima di piantare. Visitare le aziende agricole di lamponi e more fuori dal proprio paese dovrebbe essere la prima cosa da fare. Questo vi farà conoscere le nuove tendenze e il futuro di questo settore. Se non c’è abbastanza conoscenza nel tuo paese, dovresti cercare un supporto esterno per ottenere consigli che possano aiutarti nello sviluppo del business.

Informati sulle migliori varietà sul mercato, parla con consulenti e vivai. Seleziona le varietà più adatte all’esportazione. Vendere localmente ed esportare è diverso. A livello locale puoi vendere più frutta matura, ma se devi trasportarla in aereo o in camion, dovresti avere le migliori varietà con la migliore durata di conservazione per mantenere la qualità.

Per i mercati di esportazione locali o vicini come la Russia, varietà come Tulameen, Glen Ample, Imara, Kweli, o Mapema, possono ancora essere le più interessanti, come nei mercati dell’Europa orientale. Per l’esportazione a lunga distanza, è meglio ottenere nuove varietà con una maggiore durata di conservazione come Amira, Lagorai, Wengi, Optima, Enrosadira, Kwanza, Eros, o Clarita. La maggior parte delle migliori varietà sono protette da una licenza. Solo i vivai con licenza come Driscolls, Berry World, ABB Breeding o Planasa le vendono.

Fai un’analisi dei punti di forza e di debolezza per vedere le sfide che devi affrontare.

Trova la terra e l’acqua migliori per iniziare il tuo progetto. Ho visto che in alcune regioni manca l’acqua. I canali statali di approvvigionamento idrico sono in deficit o inesistenti. Senza disponibilità d’acqua, la produzione di bacche sarà scarsa. Il minimo è avere una fonte con almeno 8 m3/ora.

Ordina le piante di lamponi o more almeno 6 mesi prima di piantare. Anche se volete piantare canne lunghe (canne mature pronte a produrre) in febbraio-marzo, dovete ordinare queste piante almeno 9-12 mesi prima.

Considera non solo la produzione, ma anche la gestione post-raccolta. La catena del freddo dal campo alla fattoria è una chiave per mantenere la qualità e la freschezza delle bacche.

La bassa domanda è tradizionalmente un punto debole dei mercati delle bacche, ma anche la bassa offerta è spesso un problema, specialmente quando i mercati hanno appena iniziato a svilupparsi. La Georgia ha bisogno di creare un’offerta costante per avere una domanda costante. Quando i consumatori cominceranno a vedere i frutti di bosco più spesso sugli scaffali, il loro comportamento cambierà, ma ci vorrà del tempo, perché i frutti di bosco potrebbero essere ancora considerati un frutto di lusso.

Fonte: East Fruit


Advertisements

Ti è piaciuto questo articolo?

Vota per rendere Italian Berry sempre più interessante.

Voto medio 5 / 5. Numero voti: 1

Vota per primo questo articolo!

Se ti è piaciuto questo articolo...

seguici sui social media!