Stati Uniti, nuovo progetto di vertical farming per i berries

California Giant Berry Farms e OnePointOne hanno formato una partnership strategica volta ad aumentare la produzione e la disponibilità di bacche attraverso l’agricoltura verticale (vertical farming) e la coltivazione guidata dai dati.

OnePointOne, con sede nella Silicon Valley, ha sviluppato un’innovativa tecnologia di coltivazione verticale automatizzata e al coperto che, a suo dire, offre rese e qualità del prodotto superiori, consentendo inoltre di coltivare i raccolti più vicino al consumatore finale. Attraverso questa partnership, California Giant condividerà la sua esperienza sulle bacche con OnePointOne e le due aziende collaboreranno su dati e ricerca, aprendo la strada alla produzione di bacche con valori nutritivi, gusto e disponibilità migliori, il tutto minimizzando l’impatto ambientale.

Inizialmente, il progetto si concentrerà sullo sviluppo di una cultivar esclusiva di fragola nel campo automatizzato, aeroponico e a parete verticale indoor di OnePointOne.

“Gli scienziati delle piante, la robotica e l’IA di OnePointOne identificheranno il momento ideale per la semina, l’impollinazione, la fioritura e la raccolta che risulterà in fragole della più alta qualità e livelli di brix“, ha detto Sam Bertram, CEO e co-fondatore di OnePointOne. I risultati appresi all’interno dell’ambiente interno, ricco di dati, saranno poi condivisi con le principali divisioni di California Giant e applicati alle tecniche tradizionali coltivate sul campo in futuro.

Le strutture di coltivazione verticale sono attualmente situate in California e Arizona con l’obiettivo di espanderle in tutto il paese per migliorare la disponibilità e l’accessibilità dei frutti di bosco freschi.

“Uno degli obiettivi strategici di California Giant è quello di avere bacche quando e dove i nostri clienti ne hanno bisogno“, ha detto Joe Barsi, presidente di California Giant Berry Farms. “Abbiamo osservato i progressi di OnePointOne per un po’ di tempo e siamo entusiasti della possibilità di questa partnership che ci permette di avere bacche coltivate localmente in vari mercati degli Stati Uniti come supplemento alla nostra produzione attuale”.

Betram ha proseguito: “Le piante sono la base della nutrizione umana, e i frutti di bosco sono un pezzo fondamentale dell’equazione. Aumentando l’attuale catena di approvvigionamento con la tecnologia di OnePointOne e la conoscenza e la missione di California Giant, crediamo davvero di poter costruire un’umanità più sana dove l’accesso e la disponibilità sono più grandi che mai.”


Advertisements

Ti è piaciuto questo articolo?

Vota per rendere Italian Berry sempre più interessante.

Voto medio 0 / 5. Numero voti: 0

Vota per primo questo articolo!

Se ti è piaciuto questo articolo...

seguici sui social media!