Berryway accelera in Calabria e Puglia

Berryway, azienda italiana frutto di una partnership internazionale specializzata in piccoli frutti, sta proseguendo nei piani di investimento che mirano ad aumentare la produzione di piccoli frutti nazionali destinati alla GDO italiana.

Romualdo Riva (direttore generale di Berryway) parla in esclusiva a Italian Berry della presenza di Berryway in Calabria e Puglia, le regioni che rappresentano l’avanguardia dell’espansione in Italia meridionale.

Cosa rappresenta la Calabria per Berryway?

In questa regione abbiamo realizzato i nostri primi impianti di piccoli frutti in Sud Italia. Quest’anno avremo in produzione i primi lamponi, mentre i mirtilli verranno piantati quest’anno per entrare in produzione nel 2022 assieme alle more.

Quali sono i vostri piani?

Nel breve termine contiamo di portare a 50 gli ettari in produzione in Calabria. Abbiamo inoltre già in essere alcuni accordi per iniziare a produrre piccoli frutti Berryway in altre due regioni importanti: Puglia e Sicilia. I produttori diventano soci dell’OP Ortofruit Italia e si inseriscono in un’organizzazione tecnica e commerciale con lunga esperienza nella categoria dei piccoli frutti e ben inserita nei circuiti commerciali della GDO italiana.

Come state valutando questi primi passi?

Le prospettive sono molti interessanti e i primi risultati sono promettenti.

Come si integra la produzione del Sud Italia con il vostro calendario commerciale di merce di provenienza piemontese?

Il lampone si raccoglie in Calabria in due periodi: febbraio-maggio e fine settembre-dicembre. Questo si aggiunge alla disponibilità dal Nord (giugno e ottobre) per arrivare a un calendario di 10-11 mesi di lampone di provenienza nazionale. Per il mirtillo contiamo di coprire da febbraio a maggio con produzione del Sud Italia e da giugno a settembre con prodotto dal Piemonte. Il calendario è basato sulle varietà che Berryway ha in esclusiva, sia per lamponi che per mirtilli.

Come verrà gestita la logistica e la lavorazione?

In questa prima stagione di rodaggio la lavorazione verrà effettuata nei nostri stabilimenti piemontesi. Tuttavia già dall’anno prossimo contiamo di effettuare il confezionamento direttamente nelle zone di produzione.

Quindi il Sud Italia sta diventando strategico per le forniture della GDO italiana. Come vede Berryway il Sud Italia come mercato e non solo come zona di produzione?

La GDO ci ha dimostrato grande interesse per sviluppare le vendite di piccoli frutti in Italia meridionale. Quest’area di mercato è considerata ancora come caratterizzata da consumi tradizionali mentre noi vediamo un grande potenziale di sviluppo per la categoria dei piccoli frutti. In prospettiva il 30-40% della produzione meridionale sarà venduta sui mercati dell’area, iniziando dalle regioni di produzione per poi espandersi gradualmente a tutto il sud. Di questo interesse abbiamo già i primi segnali concreti, con clienti che ci stanno chiedendo per il Sud Italia anche i formati meno tradizionali: registriamo infatti buona domanda anche per il lampone in confezioni da 160g e per i mirtilli in 250g.


Advertisements

Ti è piaciuto questo articolo?

Vota per rendere Italian Berry sempre più interessante.

Voto medio 4.5 / 5. Numero voti: 2

Vota per primo questo articolo!

Se ti è piaciuto questo articolo...

seguici sui social media!