Mirtilli Colombia: export +387%

La Colombia ha esportato mirtilli freschi per 1,23 milioni di dollari nel 2020, un aumento del 387 per cento rispetto all’anno precedente.

Secondo Flavia Santoro, presidente dell’agenzia di promozione commerciale ProColombia, gli Stati Uniti sono stati il mercato più grande, con 858.000 dollari di esportazioni.

L’anno scorso ha anche visto il settore aprire una serie di nuovi mercati di esportazione, tra cui Russia, Qatar, Costa Rica, El Salvador e Guatemala.

I mirtilli sono uno dei prodotti individuati dal governo per aumentare il potenziale di esportazione di frutta della Colombia. Le condizioni del suolo e del clima del paese, insieme alla sua vicinanza ai principali mercati d’esportazione e ai buoni collegamenti logistici e di trasporto, rendono il settore maturo per la crescita.

La Colombia può produrre la frutta tutto l’anno, ma gli esportatori sono particolarmente interessati a riempire le finestre tra la produzione dell’emisfero nord e sud, quando l’offerta globale è più bassa.

I dati dell’associazione commerciale Asocolblue mostrano che ci sono circa 500 ettari di produzione di mirtilli in Colombia, rispetto ai 50 ettari di dieci anni fa.

Advertisements

Il settore sta attirando sempre più investimenti da aziende cilene e nordamericane e Asocolblue prevede che l’area piantata potrebbe raggiungere i 5.000 ettari entro i prossimi sette-dieci anni.

Fonte: Fruitnet

Ti è piaciuto questo articolo?

Vota per rendere Italian Berry sempre più interessante.

Voto medio 4.5 / 5. Numero voti: 2

Vota per primo questo articolo!

Se ti è piaciuto questo articolo...

seguici sui social media!