Surexport cede la maggioranza a un venture capital

Alantra entra nel capitale del leader spagnolo nella produzione di fragole e lamponi Surexport di Huelva, che distribuisce i suoi prodotti a catene come Mercadona o Tesco

Alantra, attraverso la sua divisione di venture capital, ha chiuso uno degli investimenti più rilevanti della sua storia. Come ha appreso l’Economist, il fondo è diventato azionista di Surexport, il principale produttore spagnolo di frutti di bosco (fragole, lamponi, more e mirtilli). Secondo fonti di mercato, la divisione guidata da Gonzalo de Rivera ha assunto una partecipazione di maggioranza in questa società andalusa con l’obiettivo di darle una leva finanziaria sufficiente per sviluppare il suo ambizioso business plan. Surexport distribuisce i suoi prodotti a grandi catene come Mercadona e Tesco, tra le altre.

Secondo le stesse fonti, la nicchia di business in cui Surexport svolge la sua attività ha un grande potenziale di crescita in vista del crescente interesse per gli snack on the go (quelli consumati prima di arrivare a casa: cioè dai distributori automatici o dai chioschi) e per il cibo sano a base di prodotti naturali.

Inoltre, questo settore è ancora molto frammentato in Spagna, il che offre ad Alantra significative opportunità di consolidamento nel Paese (soprattutto nel segmento dei frutti di quarta gamma), ampliando nel contempo il portafoglio prodotti.

Tuttavia, questa azienda di Huelva è da anni immersa in un grande impegno per la distribuzione dei suoi prodotti al di fuori dei confini nazionali, con impianti di produzione in Spagna, Portogallo e Marocco. Con un fatturato di circa 190 milioni di euro, esporta l’80% della sua produzione verso le grandi catene europee, i suoi mercati principali sono il Regno Unito, la Germania, i Paesi Bassi, l’Europa centrale e la Spagna. elEconomista ha contattato Alantra, che si è rifiutata di commentare questa informazione.


Surexport è stata fondata più di vent’anni fa a Huelva da Andrés Morales, l’attuale CEO, che ha fatto di questa azienda un punto di riferimento nella sua nicchia di mercato grazie allo sviluppo di nuovi prodotti e a investimenti mirati all’innovazione. L’operazione è stata consigliata da Houlihan Lokey (M&A), Hogan Lovells (legale), Bain& Company, KPMG e ERM (due diligence).

Con oltre 1,4 miliardi di euro investiti in aziende spagnole, Alantra Private Equity è impegnata da anni nell’industria alimentare e attualmente detiene diverse partecipazioni in questo settore: Unión Martin (società di distribuzione di pesce), Monbake (pasta congelata), Frías Nutrición (distribuzione di alimenti vegetali) e Hiperbaric (tecnologia ad alta pressione per l’industria alimentare). Come nelle altre partecipate, Alantra ripete la stessa strategia di investimento con Surexport: cerca aziende leader in una determinata nicchia di business che offra opportunità di consolidamento, con potenzialità internazionali e impegno nell’innovazione.

Fonte: El Economista

Ti è piaciuto questo articolo?

Vota per rendere Italian Berry sempre più interessante.

Voto medio 0 / 5. Numero voti: 0

Vota per primo questo articolo!

Se ti è piaciuto questo articolo...

seguici sui social media!