food healthy red blue

Mirtilli dall’Ucraina sulla strada del successo

I mirtilli sono stati la coltura più popolare per la coltivazione commerciale di bacche in Ucraina negli ultimi cinque anni, mentre questo paese sta diventando un attore sempre più importante nel mercato dei berries.

Secondo le stime degli esperti, la superficie coltivata potrebbe raggiungere i 3.000 ettari già quest’anno. Solo dieci anni fa, erano poco più di 200 ettari. Altri prevedono che la superficie coltivata triplicherà nei prossimi cinque anni.

Secondo Alexander Yarechenko dell’Istituto di orticoltura dell’Accademia nazionale di scienze agrarie dell’Ucraina, nel 2018 sono stati creati 700 ettari di nuovi impianti, il che significa un aumento della superficie del 44% durante l’anno. Secondo Yarechenko, la superficie coltivata è già di 2.100 ettari secondo i dati ufficiali per il 2018, il che è dovuto in realtà agli ultimi tre anni (2016: 280 ettari di nuove piantagioni, 2017: 485 ettari e 2018: 700 ettari).

Un gruppo di produttori ucraini in visita a impianti di mirtillo in Cile

Secondo i media commerciali polacco-ucraini, l’Ucraina era al secondo posto tra i 20 maggiori fornitori di mirtilli al mondo in termini di tasso di crescita delle esportazioni alla fine di settembre 2020. Il tasso medio di crescita delle vendite di mirtilli negli ultimi cinque anni è stato del 26,5%. Andriy Yarmak, economista dell’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’alimentazione e l’agricoltura (FAO), ha spiegato che l’Ucraina è ancora molto indietro rispetto ai leader mondiali in termini di volume e valore delle esportazioni.

In termini di tasso di crescita delle esportazioni, l’Ucraina è superata solo dal Perù, dove le vendite crescono del 38,9% all’anno.

Fonte: Fruchthandel

Ti è piaciuto questo articolo?

Vota per rendere Italian Berry sempre più interessante.

Voto medio 0 / 5. Numero voti: 0

Vota per primo questo articolo!

Se ti è piaciuto questo articolo...

seguici sui social media!