Polonia: VIII Blueberry Conference 4-6 marzo 2020

Quest’anno l’8° Conferenza Internazionale del Mirtillo, che si terrà dal 4 al 6 marzo a Jachranka (Warszawianka Hotel), durerà tre giorni. Lo slogan dell’incontro di quest’anno sui mirtilli è “CAMBIAMENTI” e verranno analizzati i mutamenti che sono già in atto sul mercato dei mirtilli, o che si realizzeranno nel prossimo futuro.

Come creare nuovi impianti?

A questa domanda non si può rispondere in modo breve e inequivocabile.

Come scegliere e preparare il luogo di coltivazione, come scegliere un sistema di coltivazione? Forse è meglio coltivare i mirtilli in vaso? Per non essere sorpresi dopo aver piantato le piante, dovete anche controllare che il terreno non sia infestato da parassiti e prepararlo bene in termini di disponibilità di nutrienti per le piante. Ci sono molte questioni di questo tipo, e sono particolarmente importanti in relazione al mirtillo, che è una pianta molto longeva.

Pertanto, le conseguenze delle decisioni prese nella fase di creazione di una piantagione si faranno sentire per la prossima dozzina, se non per diverse decine di anni. Per questo motivo il 4 marzo la Conferenza Internazionale del Mirtillo inizierà con la formazione sulle tendenze e le sfide nel campo della creazione di nuovi impianti di mirtilli.

Le ultime conoscenze sulla coltivazione del mirtillo

La giornata principale della conferenza del 5 marzo sarà dedicata ai temi di attualità legati alla coltivazione del mirtillo ed è divisa in tematiche agrotecniche e approfondimenti di mercato. Verranno approfondite le opportunità e i vantaggi della coltivazione dei mirtilli in contenitori. Una conferenza su questo argomento sarà tenuta da un consulente della Gran Bretagna, Dennis Wilson di Delphy UK. Nel suo discorso illustrerà gli aspetti tecnici della coltivazione dei mirtilli in contenitori, come la selezione di contenitori e substrati adeguati, la preparazione di un sistema di irrigazione e, naturalmente, la garanzia di un’adeguata qualità dell’acqua e la composizione dei nutrienti utilizzati per la fertilizzazione dei mirtilli.

Una pianta di mirtilli completamente produttiva richiede fino a 6 litri d’acqua al giorno. Inoltre, è importante anche una corretta frequenza di irrigazione, poiché a volte è necessario effettuare due cicli di irrigazione all’ora – secondo Dennis Wilson.

In produzione le piante rivelano sempre più spesso variazioni nella genetica delle stesse varietà. Perché le stesse varietà crescono e fruttificano molto bene in una piantagione, mentre altrove le piante hanno un aspetto molto diverso? Molti coltivatori di mirtilli si trovano ad affrontare questo dilemma e Filip Cupak, responsabile della produzione di Werner Der Spargelhof in Germania, lo analizzerà nella sua relazione.

“Inizialmente, le differenze nella crescita delle singole piante erano chiaramente visibili all’interno della varietà Duke, purtroppo presto abbiamo visto cambiamenti simili nelle varietà Draper, Liberty e Aurora. Cercherò di spiegare e rispondere ad alcune domande che possono spiegare i meccanismi di degenerazione Off Type” – dice Cupak nell’annuncio del suo discorso.

La raccolta meccanica

Un tema importante nel prossimo futuro potrebbe essere la raccolta meccanica dei mirtilli. Questo argomento è stato discusso durante la Blueberry Conference 2019, e il discorso di Hans Liekens di Fall Creek ne sarà la continuazione. Si tratta di una questione molto importante in termini di crescita della produzione di mirtilli in tutta Europa e di risorse di manodopera sempre più limitate.

La raccolta manuale della frutta sarà ancora possibile e ragionevole in questa situazione? Diventerà necessario ricorrere a macchine che possano sostituire il lavoro delle mani umane? Tuttavia, per renderlo possibile, è necessario pianificare le piantagioni e piantare varietà ben selezionate. Questo argomento sarà oggetto di una presentazione dell’esperto belga.

Il commercio di mirtilli in Europa

I mirtilli sono già disponibili tutto l’anno, ma vale la pena sottolineare che i consumatori sono più consapevoli di ciò che acquistano. I consumatori moderni vogliono essere ben informati e conoscere l’origine e il valore del prodotto che stanno acquistando. Questa è una sfida contemporanea per i produttori per adattarsi alle esigenze dei consumatori, sia in termini di qualità della frutta, sia per il modo in cui viene data ai consumatori – dice Blanca Escrig di DAIFRESSH Spagna. La relatrice presenterà le attuali esigenze degli acquirenti di mirtilli in Europa e cosa aspettarsi nei prossimi anni.

Questo è solo un assaggio degli interventi che attendono i partecipanti alla Conferenza Internazionale Highbush Blueberry Conference 2020. In totale, saranno tenute 13 conferenze.

Il terzo giorno si terrà all’aperto

La pratica è importante quanto la conoscenza teorica per i coltivatori. Ecco perché il terzo giorno dell’International Highbush Blueberry Conference si terrà all’aperto in una piantagione di mirtilli a Dolecko, vicino a Skierniewice. Vi saranno organizzate dimostrazioni di potatura del mirtillo e dimostrazioni di macchinari e tecnologie di coltivazione. Ci sarà l’opportunità di parlare e di consultarsi con i consulenti e di scambiare esperienze.

La Blueberry Conference è una grande opportunità per ottenere le ultime conoscenze sulla coltivazione del mirtillo, ma non solo. La parte espositiva metterà in mostra oltre 70 aziende legate al business del mirtillo. Sarà quindi un’occasione per conoscere le ultime offerte di fornitori di mezzi di produzione e tecnologie. La Blueberry Conference riunisce tutti coloro che sono professionalmente legati al business del mirtillo, offrendo le conoscenze, i contatti e le soluzioni necessarie per l’ulteriore sviluppo del business.

Ti è piaciuto questo articolo?

Vota per rendere Italian Berry sempre più interessante.

Voto medio 0 / 5. Numero voti: 0

Vota per primo questo articolo!

Se ti è piaciuto questo articolo...

seguici sui social media!