Perù: i mirtilli sono il secondo prodotto agricolo più esportato

Esportazioni

Le esportazioni agroalimentari del Perù raggiungeranno i 7,5 miliardi di dollari alla fine di quest’anno se continuerà la tendenza al rialzo dei volumi inviati, considerando che tra gennaio e ottobre di quest’anno sono stati pari a 5,787 miliardi di dollari, secondo le proiezioni del Ministero dell’Agricoltura e dell’Irrigazione (Minagri).

All’interno del paniere dell’agro-esportazione spiccano le vendite di frutta e verdura, secondo la relazione della Direzione generale per il monitoraggio e la valutazione delle politiche (DGESEP).

Il valore delle spedizioni di prodotti agricoli nel mondo nei primi 10 mesi dell’anno ha rappresentato una crescita del 4,8% rispetto a quanto registrato nello stesso periodo dello scorso anno.

Prodotti

I principali prodotti della classifica dell’agro-esportazione che si sono distinti in quel periodo sono stati: avocado fresco o essiccato, mirtilli freschi, caffè non torrefatto, non torrefatto, caffè non caffeinato, uva fresca, asparagi freschi e manghi freschi.

Nei primi dieci mesi del 2019 le spedizioni di avocado freschi o secchi sono state pari a 737 milioni di dollari (+2%); nel caso dei mirtilli freschi hanno raggiunto i 560 milioni di dollari (+43%); mentre l’uva fresca ha aggiunto spedizioni per 444 milioni di dollari (+19%).

Mercati di destinazione

Minagri ha riferito che i principali Paesi di destinazione delle esportazioni agricole peruviane tra gennaio e ottobre sono stati gli Stati Uniti, l’Olanda, la Spagna, l’Inghilterra, l’Ecuador e la Cina. Si distinguono anche Germania, Colombia, Cile e Canada. “Solo questi dieci paesi hanno concentrato il 78% del valore totale esportato nei primi 10 mesi dell’anno”.

Ti è piaciuto questo articolo?

Vota per rendere Italian Berry sempre più interessante.

Voto medio 0 / 5. Numero voti: 0

Vota per primo questo articolo!

Se ti è piaciuto questo articolo...

seguici sui social media!